A2 Femminile - Un brutto primo tempo condanna la Virtus Cagliari in casa del Nico Basket

18.01.2020 23:09 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Un brutto primo tempo condanna la Virtus Cagliari in casa del Nico Basket

Niente da fare. Troppo forte la Nico Basket per la Virtus Cagliari sconfitta nella trasferta della seconda giornata di ritorno della serie A2 con il punteggio di 73-50. La formazione cagliaritana, priva di Federica Brunetti (out per il riacutizzarsi di un dolore al polpaccio), ha resistito solo un quarto, riuscendo a contenere il gioco delle avversarie. Poi nel secondo periodo è venuta fuori la squadra di casa che, trascinata da una Carolina Pappalardo in giornata di grazia ha preso il largo lasciando poche speranze ai tentativi delle cagliaritane di riordinare le idee e soprattutto riprendere le avversarie. L’assenza sotto le plance di Federica Brunetti si è sentita, eccome. Il lavoro di recuperare rimbalzi è toccato a Giuseppone e Guilavogui che hanno fatto davvero l’impossibile per arginare la furia offensiva della padroni di casa, ma alla fine anche loro due hanno dovuto issare bandiera bianca. Il vantaggio dopo pochi minuti di gioco è della Virtus che, in due occasioni mette la testa avanti grazie ai canestri di Giuseppone e Zolfanelli (5-4 al 5’). La squadra di casa non rimane certo a guardare e si affida a Pappalardo (che comincia il suo show) per ricucire il minimo strappo e riportare in testa la sua squadra (9-6 al 5’). La Virtus non demorde, lavora bene in difesa e rimane in contatto con le padrone di casa (9-8 al 6’ con canestro di Pellegrini). Il time out prontamente richiesto da coach Andreoli è provvidenziale. Al rientro in campo infatti la squadra toscana affila le unghie ma soprattutto piazza la zampata vincente. Con un break di 8-0 fila via verso la prima sirena (17-8) con la Virtus che rimane a guardare. Manca Brunetti, ma anche Georgieva sembra avere le polveri bagnate. Mancano i suoi canestri, manca la sua velocità. Al rientro in campo la situazione non sembra cambiare. Il pallino del gioco è sempre della squadra di casa che osa e si allontana con Perini e Pochobradska (28-12 al 16’). La reazione non arriva, così come i canestri di Iva Georgieva. Tra le compagne Giuseppone e Guilavogui provano a prendere per mano la squadra ma con poche speranze. Al 19’ arrivano i primi due punti della Georgieva. Si spera in un recupero, ma nel frattempo la Nico Basket amministra il suo vantaggio e si dirige negli spogliatoi al termine dei primi 20’ sul parziale di 34-20.

Al rientro dopo pochi minuti la Virtus con Giuseppone cerca di rientrare in partita: 34-25. Un illusione che dura davvero poco. Il tempo di permettere alla squadra di casa di riordinare le idee e riprendere a spingere. Al 30’ la sfida è praticamente compromessa (53-37 per le padroni di casa).

Negli ultimi 10’ la gara non ha molto da dire. La Nico Basket tiene a debita distanza le cagliaritane che provano solamente a ridurre le distanze per rendere meno imbarazzante la sconfitta.

Nico Basket: Nerini, Perini 15, Lazzaro5, Pochobradska 14, Pappalardo 23, Innocenti, Tesi, Puccini, Giari 2, Giglio Tos 10, Mariotti 4, Modini. Allenatore: Andreoli.

Virtus Surgical Cagliari: Giuseppone 7, Georgieva 6, Zolfanelli 16, Guilavogui 17, Pellegrini 2, Boneva, Brunetti, Lussu, Podda 2, Pilleri. Allenatore: Ferazzoli.

Arbitri: Andrea Mammoli e Filippo Caste.

Parziali: 17-8; 17-12; 19-17; 20-13.

Tiri da due: Nico Basket 25 su 50 (50%); Virtus 17 su 36 (47%).

Tiri da tre: Nico Basket 4 su 12 (33%); Virtus 4 su 16 (25%).

Tiri liberi: Nico Basket 11 su 12 (91%); Virtus 4 su 9 (44%).

Rimbalzi: Nico Basket 37; Virtus 30.