Serie C - Endiasfalti Agliana, via un altro senatore: lascia Zaccariello

18.07.2020 16:12 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Endiasfalti Agliana, via un altro senatore: lascia Zaccariello

Dopo Edoardo Limberti, la Pallacanestro Agliana 2000 perde un altro dei suoi senatori. Davide Emanuele Zaccariello, indiscusso protagonista dei recenti successi del club, non farà parte del roster della Endiasfalti Agliana nella stagione 2020/21. 

Zaccariello, playmaker classe 1995, ha iniziato a giocare ad Agliana in età da Minibasket. Era il 2003 e già cinque anni dopo disputava la sua prima finale regionale. L'avventura giovanile è poi proseguita sotto la guida di Tommaso Mannelli, il coach che due stagioni fa ha ritrovato sulla panchina della prima squadra. Nel 2011 si è spostato a Pontedera per un'esperienza nella categoria Eccellenza e in C1, rientrando ad Agliana nell'annata 2015-16 e contribuendo alla promozione dalla C Silver alla C Gold. Da quel momento in poi è sempre stato una pedina fondamentale nello scacchiere della Endiasfalti.

«Si tratta di una scelta personale dovuta all'aumentare di impegni che non potevano più essere conciliati – spiega il playmaker – ma questo non vuol dire che sia stata presa a cuor leggero. La Pallacanestro Agliana è una famiglia, ci sono cresciuto, e lasciarla mi costa molto. Ringrazio la società per aver compreso la situazione e per tutto quello che ha fatto per in questi anni, così come i tifosi che non mi hanno mai fatto mancare l'affetto. Voglio ringraziare anche tutti i miei compagni di squadra – conclude Zaccariello – anche se il nostro rapporto è talmente solido che ci vedremo spesso». 

«Per noi è un'altra perdita importante, ma rispettiamo la decisione e non possiamo che augurargli le migliori fortune per il suo futuro dentro e fuori dal campo – commenta il presidente Simone Caramelli -. Quello che ha fatto Zaccariello alla Pallacanestro Agliana è un esempio per tutti i bambini del nostro settore giovanile che la domenica vengono a tifare la prima squadra e sognano un giorno di indossare questa maglia o, perché no, giocare a un livello ancora più alto. E poi per la grinta, la determinazione e lo spirito di sacrificio che ha messo ogni volta in cui è sceso in campo. Fattori che sono stati determinanti per ottenere i successi degli ultimi anni. Come Limberti, anche lui lascia la prima squadra ma ha promesso che resterà per sempre legato alla famiglia che negli anni abbiamo costruito».