LIVE A2 - Reale Mutua Torino, Casalone: "Siamo pronti per affrontare Cantù senza paura"

Conferenza stampa di presentazione della terza giornata di campionato che vedrà di fronte la Reale Mutua Torino sul campo della S.Bernardo-Cinelandia Park Cantù (palla a due domenica ore 17:00-Pala Desio) entrambe a punteggio pieno nel girone.
15.10.2021 14:56 di Emiliano Latino   vedi letture
Fonte: www.pianetabasket.com
Edo Casalone
Edo Casalone
© foto di Sara Taino

Le dichiarazioni di coach Edo Casalone dalla sala stampa del Pala Gianni Asti di Torino.

"La partita contro Cantù è il match di cartello di questa giornata e il percorso delle squadre sta confermando questo mio pensiero: ci sono tanti trascorsi sul campo e la tradizione della sfida andrà onorata fino in fondo perchè sarà una grande occasione per il pubblico presente al PalaDesio. Sono contento di affrontare per la prima volta coach Sodini, che sta dimostrando di essere un grande allenatore; inoltre con Stefanelli abbiamo condiviso una stagione a Tortona (c'era anche Alibegovic...) e con Bucarelli un'altra a Sassari, per cui sarà bello incontrarli sul parquet seppur da avversari.

Cantù vuole puntare alla promozione e parlare dei singoli mi sembra riduttivo, perché tutti sono importanti e funzionali al progetto, costruito per grandi ambizioni, con grandi investimenti e l’aggiunta di Cusin ha allungato il roster. Hanno "firmato" giocatori di altissimo livello e il gruppo italiano è molto forte: hanno iniziato la costruzione proprio dal gruppo di giocatori italiani, per poi andare a cercare gli americani utili alle idee del coach - Noi abbiamo puntato su Scott da inserire nel pacchetto lunghi e non solo per questo, abbiamo due filosofie diverse. Il mercato va così da sempre.

SU DAVIS - Trey sta continuando la fase di inserimento all'interno del gruppo, non dimentichiamo che è arrivato per ultim  a due settimane dall'inizio del campionato. Il suo ruolo è molto importante nell'economia del nostro gioco e deve continuare a lavorare pensando a cosa fare in mezzo al campo e a "trovarsi" con i compagni partita dopo partita.

Stiamo lavorando fortissimo dal primo giorno e la lunga stagione deve essere costruita passo dopo passo. Giocheremo contro una squadra attrezzata, ma come ha detto capitan Alibegovic, non abbiamo e non dobbiamo avere paura di nessuno. Abbiamo la responsabilità di giocare partite di questo genere, considerando che siamo solo alla terza di campionato, possiamo e dobbiamo essere orgogliosi di giocarcela. A parte piccoli acciacchi, la squadra sta bene ed è pronta per la trasferta canturina, consapevole dei propri mezzi- Vogliamo continuare a crescere e sfruttare le partite proprio per questo motivo: dalla fase offensiva a quella difensiva, vogliamo toccare con mano questi miglioramenti e continuare con questo trend. Mi auguro di poter avere l'apporto dei nostri tifosi al palazzetto, che mi dicono essere quasi sold out".

------

Continua a definire la sua squadra un cantiere aperto, forse il più aperto di tutta la lega e dopo le due vittorie contro Orzinuovi e Milano, Edoardo Casalone, presenta la sfida contro la corazzata Cantù, guidata da coach Sodini, richiamato per la risalita nella massima serie e forte di due prestazioni convincenti contro avversari di buon livello (Pistoia e Capo D'Orlando).

La Reale Mutua Torino si appresta a sfidare la più forte e proverà a misurare le proprie ambizioni e l'abitudine a giocare contro un roster di ottima fattura e costruito per vincere la categoria. I canturini , dagli americani in giù, sono completi in ogni reparto, giocano a tutto campo, difendendo forte e ripartendo con la semplicità che solo le grandi si possono permettere. Interessante sarà vedere come prosegue l'inserimento di Trey Davis, che si troverà a fronteggiare con quel Trevon Allen che viaggia con oltre 16 pt di media. L'americano di Torino, da buon soldato, si è calato nella parte fin dalle prime sessioni in palestra e man mano che prenderà consapevolezza dei propri mezzi e si prenderà anche qualche responsabilità in più, potrà alzare il livello della squadra, supportato da un gruppo già affiatato e rodato. 

Se Robert Johnson finora è risultato semplicemente devastante (27.5 pt di media), Da Ros, Stefanelli e Severini, confermano l'idea che gli italiani, se di ottimo livello, possono essere valore aggiunto durante tutto l'arco del campionato. Torino non è da meno e proprio Casalone ha più volte acceso il focus sui suoi e su quel gruppo pronto a riaccendere i tifosi. Insomma Alibegovic, Landi, Toscano e De Vico, troveranno pane per i loro denti e conoscendoli, non vedono l'ora di giocarsela. Proprio il capitano gialloblu nella recente conferenza stampa post Milano, ha dichiarato che la squadra non ha paura di nessuno...a Cantù il banco di prova è di prim'ordine.

Per tutti questi motivi e non solo, la sfida di domenica offre molti spunti e solletica la curiosità su due piazze e due città importanti, che vogliono confermarsi nelle parti alte della classifica del girone verde.