A2 - La Givova Scafati vuole battere Ferrara e calare il poker

22.10.2021 20:25 di Carmine Sorrentino   vedi letture
Lo scafatese Ambrosin
Lo scafatese Ambrosin
© foto di Foto Givova Scafati

Domenica sera, nella quarta giornata di campionato, la Givova Scafati affronterà, al palaMangano, la Top Secret Ferrara. Gli scafatesi vengono da tre vittorie consecutive, in queste tre gare iniziali, e vogliono assolutamente calare il poker contro gli uomini di Spiro Leka.

La Top Secret Ferrara, in questo inizio di stagione, ha invece un record di una sola vittoria e due sconfitte. Nella prima giornata hanno perso malamente in casa contro la neopromossa Chiusi per 65 a 78 poi sono riusciti a battere la Stella Azzurra Roma a domicilio ed infine, nell'ultima gara giocata, quella di domenica scorsa, in casa contro Ravenna, hanno perso 82 a 93 . Eppure la Top Secret Ferrara è una buona squadra, ha giocatori di buon livello come i due americani, Pacher e Mayfield, poi ci sono Fabi, l'ex Scafati, Fantoni, Panni, Petrovic, Vildera e via dicendo. Segnano pure più punti di Scafati ma, il loro problema, fino a questo momento purtroppo è stata la difesa che a fronte di 79,3 punti segnati ha subito la bellezza di 85 punti a gara. Come si vede, il differenziale è piuttosto importante e certamente è quello che ha fatto la differenza in questo inizio di campionato. I ferraresi hanno però una scusante non indifferente come i tanti infortuni subiti e, anche domenica a Scafati, dovranno fare a meno di Fabi e di Zampini e avranno Vencato e Mayfield acciaccati.

Chiusi Ravenna e Scafati, dopo queste prime tre giornate, sono a punteggio pieno e la Top Secret ne ha già affrontato due e domenica affronterà anche la terza. Più sfortunati di così certamente non potevano essere.

Ferrara, nell’ultima gara disputata, proprio contro Ravenna, ha giocato una prima metà gara di buon livello riuscendo a chiudere in vantaggio 46 a 40 i primi venti minuti di gioco.

La condizione non certo brillantissima di alcuni suoi giocatori ha messo poi spalle al muro i ferraresi che, alla distanza, hanno dovuto poi cedere le armi. Gli ultimi due parziali negativi ( 19 a 29 e poi 17 a 24) hanno poi fissato il risultato finale sull’ 82 a 93 per gli ospiti che, come abbiamo detto, insieme a Chiusi appaiono Scafati in testa alla classifica.

Gli scafatesi, dal canto loro, hanno un attacco davvero forte e, in queste prime giornate, stanno mettendo a punto i meccanismi difensivi per completare il quadro d’insieme. Visto i risultati, sembra proprio che ci stiano riuscendo perché, di gara in gara, la squadra riesce a soffrire sempre meno. Nella prima gara, giocata a San Severo, hanno vinto solo di 4 punti rischiando addirittura nel concitato finale mentre nella successiva gara al palaMangano, contro l'Eurobasket, hanno migliorato tanto in difesa così come pure a Nardò infatti, hanno lasciato agli avversari romani 71 punti , mentre ai pugliesi ne hanno lasciati 72 segnandone però 87 ai romani e 80 a Nardò.

Gli scafatesi hanno dovuto fare a meno di Raucci sia con l’Eurobasket che con Nardò; purtroppo dagli esami strumentali è venuto fuori che l’ infortunio è più grave del previsto tanto che “patron” Longobardi e il presidente Rossano sono corsi ai ripari e hanno provveduto a mettere sotto contratto il lungo ex Tortona e Udine, Joseph Mobio .

Le squadre come abbiamo detto hanno dei buoni attacchi mentre solo Scafati vanta una difesa di pari livello che, proverà a mettere in difficoltà anche gli uomini di Spiro Leka.

Ce la farà la Givova di coach Rossi a calare il poker nella sfida di domenica prossima?

Solo il campo ci può dare questa risposta, quindi a noi non resta che leggere le dichiarazioni che hanno rilasciato i protagonisti in campo per farci un quadro più preciso della situazione.

Ecco le dichiarazioni dell’ assistente allenatore della Givova Scafati, Francesco Nanni: < Quando si vince è sempre tutto più bello, ma va detto che le vittorie fin qui costruite sono il frutto di un duro lavoro in palestra che parte da lontano. Abbiamo ampi margini di miglioramento, nel tempo c’è stata una crescita che di sicuro continuerà. Partiamo da un punto fermo importante, ovvero dalla difesa, tra le migliori di questo scorcio di campionato, cercando di trovare quanto prima la continuità sui quaranta minuti. Domenica affrontiamo un test delicato contro una delle migliori squadre del girone e tra le principali indiziate ad avere un ruolo da protagonista, che però ha avuto un inizio claudicante, a causa degli infortuni di Zampini, Vencato e Fabi. E’ una squadra di grande talento e fisicità, che verrà al PalaMangano con una gran voglia di muovere la classifica, mentre noi dovremo essere bravi ad imporre il nostro ritmo, mettendo energia in difesa e portando la sfida sui binari a noi più congeniali, limitando il più possibile gli errori difensivi, consapevoli che l’avversario proverà a sfruttare il contropiede ed i rimbalzi offensivi >.

Queste sono invece le parole del coach estense, Spiro Leka : < Scafati costruisce ogni anno squadre competitive, anche quest’anno ha qualità e profondità, come del resto solidità. Attenzione al duo Monaldi-Clarke in situazioni di pick&roll, come a Daniel e De Laurentiis, già l’anno passato uno dei migliori lunghi del torneo. Cucci e Rossato sono pericolosi, il secondo è un giocatore chiave per loro, in attacco e in difesa. Scafati è lunga. Noi dobbiamo concentrarci sulle nostre cose, bisogna che troviamo equilibri nuovi. Vediamo Vencato quanto ci potrà dare a livello di minutaggio, dopo la prima settimana di basket vero con contatti. Mayfield, dopo una settimana di stop, da giovedì pomeriggio si allena con la squadra. Importante sarà essere determinati a fare il nostro basket, intensi e aggressivi, verifica per vedere come risponderemo dopo aver giocato senza diversi giocatori contro una squadra di valore. Gara che ci dovrà fare prendere autostima e consapevolezza nei nostri mezzi: a Scafati vogliamo fare la miglior pallacanestro che possiamo in questo momento >.

Ex in campo: tra le fila scafatesi troviamo il centro Tommaso Fantoni in gialloblù nella stagione 2016/17.

Infermeria: lo scafatese Raucci ( out per almeno 3 mesi) Zampini ( out per 3 o 4 mesi) e Fabi ( un mese out ) non saranno della partita mentre Vencato nonostante gli acciacchi dovrebbe essere della partita.

Media ed iniziative – La partita sarà trasmessa, in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP Pass”). Sulla pagina Facebook ufficiale e in diretta sui canali social, Telegram, Instagram e Twitter ci saranno aggiornamenti in tempo reale.

Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 20.40) e di mercoledì (ore 15:00).

Arbitri : Enrico Boscolo di Chioggia (VE) , Paolo Puccini di Genova e Daniele Yang Yao di Vigasio (VR).

Le formazioni in campo al Palamangano :

GIVOVA SCAFATI BASKET : Mobio, Daniel, Parravicini, De Laurentiis, Ambrosin, Clarke, Rossato, Raucci, Monaldi, Cucci, Ikangi. All. Alessandro Rossi.

TOP SECRET FERRARA: Mayfield, Pacher, Vencato, Petrovic, Vildera, Gallieri, Panni, Pianegonda, Bonanni, Filoni, Manfrini. All. Spiro Leka