LIVE EL - L'Olimpia Milano costringe l'Anadolu Efes a rinviare la vittoria

LIVE EL - L'Olimpia Milano costringe l'Anadolu Efes a rinviare la vittoria

Partita di cartello al Mediolanum Forum di questa sera: di fronte all'imbattuta AX Armani Exchange Milano (3-0) arrivano i campioni in carica dell' Anadolu Efes ancora a secco di vittorie (0-3). Le due squadre erano nella scorsa Final Four 2021, e l'attesa è molto alta. Nella precedente regular season due vittorie per Milano, che all'inizio della stagione era passata per 69-72 a Istanbul, e al ritorno 98-75, con 19 punti da Shavon Shields.

Verso mezzogiorno la formazione allenata da Ettore Messina ha svolto in consueto shootaround. Riguardo il turnover, se ne saprà con certezza solo nei minuti precedenti la gara, ma le abitudini del coach dovrebbero lasciare in tribuna con l'infortunato Troy Daniels Davide Alviti e Paul Biligha.

Il commento alla gara: stasera l'Armani è più forte dell'Efes. Quanto basta nella peggior serata di Melli e Rodriguez dall'inizio della stagione, grazie alla difesa che costringe l'avversario a utilizzare tutti i secondi a disposizione con leggera prevalenza a rimbalzo e minor numero di palle perse. L'ampiezza del roster ha permesso a Messina di trovare gli interpreti giusti di questa contesa, e le rotazioni sono state usate con dovizia. La squadra turca rimane a galla tirando il doppio di liberi (17/20 contro 7/10) frutto di una dimezzata fallosità (10 Efes, 22 Milano) che giocando a Istanbul sarebbe risultata fatale. E' squadra l'Olimpia e si vede bene, come si vede bene che all'Anadolu manca ancora un qualcosina qua e là per ritornare in alto. Stasera sono ultimi in classifica con 0 vittorie e 4 sconfitte, quel riscatto che Ataman cercava dovrà trovarlo altrove.

1° quarto - Delaney apre i giochi, risponde Micic in penetrazione. Confusione sul campo, gli arbitri devono chiarire un paio di fischi con i coach. Poi mini parziale Efes con Petrusev e Moerman, risponde Delaney dalla lunga distanza, poi Hall che pareggia e fa 7-7. Due liberi di Larkin a segno per gli ospiti, Hall si mangia due punti in contropiede. Rodriguez inventa due volte per Melli ma l'azzurro dell'Olimpia non riesce a trovare punti ed il punteggio resta sul 7-9 con 3:20 da giocare. Micic sblocca il punteggio, poi scarica per la tripla di Singleton del +7. Dopo due liberi di Petrusev, Hall da tre sblocca anche l'Olimpia, risponde Micic dall'altra parte ma ancora una replica dall'altra parte, questa volta di Gigi Datome. Lunetta per Micic che fa 2/2. Bomba di Rodriguez a chiudere il primo quarto, Milano sotto 16-21 contro l'Anadolu Efes.

2° quarto - Datome apre il secondo quarto. Fallo molto dubbio sanzionato a Rodriguez, al quale viene poi fischiato un tecnico per proteste: Larkin sbaglia il libero. Hines conquista la lunetta, 2/2, 20-21. Tre tiri liberi a segno per Micic, poi fallo di sfondamento di Grant e tecnico per Messina: l'Efes torna a +5 e poi la tripla di Micic del +8. Timeout Olimpia. Bell'azione di Milano e Shields non può sbagliare da sotto. Al ferro anche Larkin dall'altra parte, Shields fa 1/3 a gioco fermo con 6'42". I liberi di Dunston valgono il +9 Efes. Mitoglou e Beaubois vanno a segno, poi la tripla di Devon Hall riporta l'Olimpia a -6 28-34 al 15'. Una stoppata di Hines su Micic, una mischia per recuperare un rimbalzo, il canestro di Delaney: abbastanza per il timeout di Ataman con 3'53". Al rientro però è ancora Armani, dalla difesa arriva anche il sorpasso con la tripla di Shields. Il break complessivo al secondo timeout consecutivo di Ataman è 14-0 con 1'44" all'intervallo 39-34. Larkin trova un varco per andare in penetrazione e fermare il passivo. Timeout per Messina. Ultimo minuto, con tripla di Shields, ed air ball di Micic 42-36 dopo 20'.

3° quarto - L'Olimpia rientra con grande pressione. 5-0 firmato Delaney-Shields. Petrusev in lunetta con due liberi frena Milano. Datome da tre risolve una situazione confusa, siamo 50-40 al 23'. Larkin da due, ma Datome mette una seconda tripla. Anche Petrusev a canestro, ed è Delaney a punire dall'arco 56-44 con 4'47". Replica Petrusev, poi 2'30" senza canestri. Hall e Singleton mantengono inalterato il +10 Armani. Hnes realizza da rimbalzo offensivo, Beaubois mette un libero andando agli ultimi secondi del quarto. Al termine del quale la bomba sulla sirena di Jerian grant fa saltare in piedi il Forum 63-49.

4° quarto - Dunston spiega che la gara è ancora lunga con un gioco da tre punti. Intensità alle stelle, con due azioni che finiscono ai 24", una per parte al 32'. Quarto fallo di Melli, in attacco, sul peso leggero Larkin. Con 7'42" le triple di Gecim e Moerman rilanciano l'Efes e con 7'15" Ettore Messina chiama timeout 63-58. Al rientro Moerman realizza il -3 ma Mitoglou con una tripla ferma l'astinenza milanese con 6'22". Tuttavia l'Anadolu Efes è ormai rientrato. Micic accorcia e Mitoglou lo ricaccia indietro 68-62 con 4'51". Un paio di buone difese danno il ritmo giusto a Devon Hall, per una tripla spaccagambe 71-62 con 4'04" e timeout di Ataman. Ottimo pick'n'roll tra Delaney e Hines al ritorno in campo. Gecim risponde con la tripla del -8 Efes, e momenti di gran lotta non cambiano il 73-65 a 2' dalla fine. Con 58 secondi Moerman si ritrova libero per la tripla a segno, Mitoglou fallisce la risposta e sul cambio di campo Moerman va in lunetta. 1/2, 73-69 con 28 secondi. Brava l'Olimpia a congelare la palla, poi fortunata nel trovare il fallo di Beaubois che aspedisce Delaney in lunetta 2/3 con 8,5". Ataman si prende il timeout: conta anche lo scarto canestri, non solo la vittoria. Larkin con un layup fissa il risultato finale sul 75-71.

Olimpia Milano - Anadolu Efes Istanbul 75-71. Boxscore: 16 Delaney, 13 Hall, 12 Shields, 11 Datome, 9 Mitoglou, 8 Hines, 3 Grant e Rodriguez per l'Olimpia (4-0); 17 Micic, 13 Larkin, 12 Moerman, 10 Petrusev per l'Efes (0-4).