Lega A Playoff - Cremona spezza l'equilibrio nel supplementare

03.06.2019 23:02 di Marco Garbin   Vedi letture
Lega A Playoff - Cremona spezza l'equilibrio nel supplementare

Dopo l'uscita di Milano ad opera della strabiliante Sassari di Pozzecco gli occhi dei basketofili sono puntati sulla prima al Taliercio fra Venezia e Cremona.
Dopo la bella vittoria orogranata in Gara 1 gli uomini di Sacchetti sono riusciti a ristabilire la parità fra le mura amiche valorizzando il grande talento dei vari Mathiang, Saunders e del sempreverde Diener e approfittando delle defaillance difensive orogranata.
Per mettere stasera una mezza ipoteca sul passaggio del turno coach De Raffaele e la truppa lagunare fanno grande affidamento sul sesto uomo, il popolo del Taliercio (sold out da giorni), già in  grado di far la differenza nella serie contro Trento. Con Washington e Kennedy ancora fermi ai box i tifosi locali si appellano a Watt, Haynes e Bramos.
Ma dopo un grande equilibrio, dove Watt (doppia doppia per lui con 15p e 12r) si distingue insieme a Daye per punti realizzati, a giovare del calore del Taliercio è Tonut che permette ai suoi di reggere ai continui assalti di Saunders (MVP), Crawford e Mathiang (doppia doppia con 15p e 11r). Gli ultimi secondi regolamentari vedono Venezia avanti di un nulla ma incapace di gestire e il pareggio che apre le porte del supplementare è servito da Crawford. Cremona ci crede di più mentre Watt dalla lunetta fa 0/2 quando servirebbe un bottino pieno. E' l'anticamera dell'inferno per i lagunari: Saunders mette la tripla, Stojanovic infila gli unici 2 punti in 14' di gara ma hanno il potere di tagliare le gambe ai veneti che con un Haynes cincischiante nel finale brucia le ultime speranze. Mercoledì per gli uomini di De Raffaele sarà un dentro o fuori, nel tentativo disperato di portare i lombardi al Palaradi per Gara 5.

La gara
Primi possessi che le squadre non sfruttano, è Mathiang ad infilare i primi punti in sospensione. Venezia prova ad inserirsi ma viebne respinta fuori dai lombardi. Dopo una serie di tentativi a vuoto dall'arco è Watt ad infilare in gancio e, dopo pochi secondi, in appoggio portando i lagunari avanti. E' solo un attimo e Saunders pareggia e va in lunetta a realizzare il gioco da 3. Haynes si ricorda di avere un ottimo tiro da 3 e infila il 7:5. Crawford lo imita alla perfezione e Cremona si porta avanti di 1. L'americano spinge sull'acceleratore e infila i punti del +3 ospite. La Reyer prova dall'area ma è da fuori ad ottenere di più come al minuto 6' con Daye per il 10 pari. Dopo il punto dalla lunetta di Crawford è ancora Daye a far bottino per Venezia, questa volta dall'area in sospensione. Cremona risponde subito con Mathiang ma il nuovo entrato Vidmar mette subito la firma con un canestro in schiacciata. Contropiede di Cremona non sfruttato e Venezia riparte con Daye che infila per il +3 ma Cremona ricuce in un lampo con Saunders. 16:15 il punteggio a 1'45" dal termine del primo parziale. Vidmar da sotto viene ingabbiato e Saunders ne aprofitta per mettere dentro la tripla del sorpasso. La Reyer risponde con Daye che indovina il corridoio e insacca da sotto e completa l'opera con il tiro supplementare per fallo di Gazzotti. Venezia prova a mettere terreno fra sé e i lombardi ma lo scambio Daye-Vidmar s'infrange sulla difesa cremonese che commette fallo. Dalla lunetta il lungo sloveno fa 1/2. Ultima azione per Cremona con Ricci che dalla distanza non va a segno. 20:18 il punteggio al termine del primo parziale.

Secondo quarto al via con Daye che prova la tripla ma trova solo il ferro. Cremona risponde portando palla con l'ex Ruzzier e fa a segno con Ricci per il 20 pari. L'ala cremonese si prende poi la tripla del sorpasso lombardo ed entra anche nell'azione che manda a segno dalla distanza anche Gazzotti per il 20:26. Cremona capisce di avere il passo giusto e insiste con Crawford che va a prendersi un gioco da 3 per il +9. De Raffaele rigetta in mischia Bramos ma è dalla destra, con Stone, che Venezia si sblocca. 23:29 il punteggio con 5'37" da giocare del secondo parziale e con le squadre in time out. Il gioco riprende con gli orogranata in lunetta con Watt. Il numero 50 fa 1/2 che si aggiunge ai 3 di Stone che infila dalla mattonella di Bramos. La risposta gialloblu parla ancora italiano con Gazzotti che elude la difesa e infila da sotto. +4 Cremona. Dall'altra parte Haynes prova ad innescare un mini break ma non viene seguito da Watt. Più pronto Bramos in contropiede dopo la bella stoppata di Daye su Saunders. Crawford dalla lunetta riporta avanti, se pur di un punticino, i suoi mentre rientra Vidmar a dar peso all'attacco veneziano. 1'02" prima dell'intervallo lungo e Bramos va in lunetta per fallo di Saunders. Al greco a stelle e strisce riesce il 2/2 che riporta avanti i padroni di casa. Puntuale come il lunedì arriva il sorpasso cremonese con la tripla di Aldridge mentre bello quanto disperato il tentativo sulla sirena di De Nicolao che dalla sua area trova il ferro avversario. La prima parte di gara si chiude sul 33:35 per Cremona. Grande equilibrio dal primo minuto per le due squadre, con brevi accenni di fuga presto annullati da una parte e dall'altra. Il 3/5 dall'arco permette ai lombardi di chiudere avanti e potrebbe, se mantenuto tale, diventare il fattore chiave per prendere le redini di un match equilibrato quanto spigoloso.

Ultimi 20' regolamentari che vedono subito Cremona arrembante con Mathiang che infila da sotto. La tripla di Aldridge che segue il contrattacco fallito da Venezia è una doccia fredda che spegne  l'entusiasmo dei molti tifosi veneziani presenti. Mathiang da sotto rincara la dose mentre Venezia non si sblocca. Watt mette la pezza ma Mathiang ancora pescato da Saunders sotto il ferro, si libera di Watt e insacca il 35:44 e De Raffaele si rifugia in time out. Non riuscendo ad emergere nei rimbalzi in attacco e soffrendo nel trovare corridoi nella difesa di Sacchetti la Reyer ci prova con scarichi fuori e tentativi da 3 senza successo. Rientrano Daye e Vidmar a dar peso all'attacco casalingo. Il primo ad approfittarne è però Mathiang che va a prendersi fallo dallo sloveno. Per lui 1/2 per il +10 ospite. Lo sloveno si rifà poco dopo e si fa sentire anche in difesa dove per spostarlo Mathiang è costretto al fallo. Il palazzetto spinge i suoi e Tonut raccoglie l'invito appoggiando a tabellone il -6. Arriva però subito e micidiale l'alley-oop di Mathiang su assist di Ruzzier che riporta gli ospiti sul +8. La risposta dell'orgoglio passa ancora per Tonut, rapidissimo nell'indovinare le traiettorie giuste per arrivare al canestro avversario. Cremona non perde tempo e con Gazzotti va a prendersi tiri liberi dalla lunetta per il terzo fallo di Vidmar. L'italiano fa 0/2 mentre lo sloveno esce per essere risparmiato per il finale. E' ancora Tonut a cucire fendendo l'area avversaria nella linea di fondo ma nel duello tricolore Ricci ci mette del suo per il 43:49 a meno di 2' dal termine del terzo parziale. Venezia avanti ancora con Tonut fermato fallosamente da Gazzotti. Il triestino fa bottino pieno e, sotto la spinta del Taliercio, gli orogrnanata sono adesso a -4. Daye prova la tripla ma non va. E' il momento di Tonut va a prendersi il -2 in schiacciata e, approfittando del momento di destabilizzazione gialloblu, Bramos infila la difesa e pareggia sulla sirena. Il parziale si chiude sul 49 pari.

Ultimo regolamentare al via. Cremona prova subito da fuori senza successo. Più fortunato Watt che trova lo spazio per la schiacciata del sorpasso. L'americano poco dopo va in stoppata su Crawford e innesca il contropiede chiuso da Giuri per il 53:49. Time out chiamato da Sacchetti e al rientro in campo ennesima stoppata di Watt su Mathiang che s'innervosisce e si prende il quarto fallo prima di uscire sostituito da Ricci. E' proprio Ricci ad infilare la tripla del -1 lombardo mentre, dopo un batti e ribatti, è Watt a rispondere schiacciando dopo assist di Giuri. 55:52 per Venezia. Fuori Tonut, anima del recupero orogranata, e dentro Stone. Ennesima stoppata di Watt ed ennesimo contropiede, questa volta concluso da Daye per il +5. Cremona ci prova ma l'azione si prolunga fino allo scadere dei 24" e per coach Sacchetti è ancora tempo per un time out. I 2punti arrivano con Ricci dalla lunetta per fallo di Stone. Nonostante il buon momento di Venezia le squadre sono ad un solo possesso di distanza quando mancano 5' al termine dei tempi regolamentari. Crawford e Daye si rispondono da 2. Saunders ci mette la sua e fa -1 con un piazzato da centro area. Per Venezia è ancora Daye il terminale offensivo designato. L'americano manda al quarto fallo Aldridge e dalla lunetta fa 2/2. Con 200" utili rientra Mathiang, carico di 4 falli. Il top scorer del campionato manda in quarto fallo Julyan Stone e infila il -1 mandando fuori tempo Bramos. Il contrattacco orogranata di Bramos si spegne sul ferro e si entra negli ultimi 90". Haynes porta palla lentamente, serve Daye che dall'area insacca e manda fuori per quinto fallo Aldridge. Libero dell'americano sprecato e Venezia ancora avanti ma solo di 3. Canestro sbagliato, canestro subito, con 39" da giocare Saunders, servito da Diener sulla sinistra, infila la tripla del 63 pari. Time out per Venezia, che riprende il gioco con Stone che porta palla, serve Watt che subisce fallo da Ricci. Rimessa in attacco con Daye, Haynes prova la tripla ma ne esce un assist per Watt che infila da sotto con la palla che balla sul ferro. 14" di tempo regolamentare da giocare e Reyer avanti 65:63. Time out Vanoli. Si riprende il gioco con Saunders che serve Crawford. L'americano si infila in area e segna il lay up per il 65 pari con 1" da giocare. Time out Reyer per provare a portare a casa alla disperata il risultato. Stone alla rimessa ma nulla di fatto. Si va ai supplementari.

Primo tempo supplementare che parte con Watt sfortunato in attacco ma titanico in difesa contro Mathiang. Anche Daye in lay up non concretizza per gli orogranata mentre è Diener, dalla lunetta, a provare a sbloccare il punteggio. Ci riesce con un 1/2. Gli risponde Watt in schiacciata per il sorpasso Reyer e nel contrattacco cremonese Mathiang commette quinto fallo e per Sacchetti è una bella tegola. Prende il suo posto Stojanovic mentre Watt dalla lunetta fa 0/2. Recupera palla in attacco Bramos ma l'azione si spegne sulla sirena dei 24". Crawford realizza e Bramos gli risponde in un'altalena poco adatta ai deboli di cuore. Saunders tira fuori tutta la sua classe e infila la tripla del +2 ospite. 94" dal termine del primo supplementare e Stojanovic infila i suoi primi punti gara andando a segno dopo una doppia finta. 69:73 e padroni di casa in time out. Dentro Tonut ed il giovane triestino si infila subito in area mandando Ricci al quarto fallo. Dalla lunetta il numero 7 fa 1/2. Venezia ancora avanti con Tonut che non riesce nel lay up. Cremona porta palla ed il cronometro scivola veloce. Con 26" da giocare Haynes prova la tripla ma fallisce. Daye spende fallo su Saunders per provare il tutto per tutto ma l'americano di Cremona porta a 5 il vantaggio ospite. Allo scadere la infila Bramos da 3 ma non basta. Cremona si porta avanti 2:1 nella serie.

Umana Reyer Venezia vs Guerino Vanoli Basket Cremona 73:75 (20:18) (13:17) (16:14) (16:16) (8:10) 

Le squadre
Venezia
Haynes 5, Stone 6, Bramos 11, Tonut 11, Daye 18, De Nicolao 0, Vidmar 5, Biligha ne, Giuri 2, Mazzola 0, Cerella 0, Watt 15

Cremona
Saunders 18, Sanguinetti ne, Gazzotti 5, Diener 1, Ricci 12, Ruzzier 0, Mathiang 15, Crawford 16, Aldridge 6, Stojanovic 2