NBA - Celtics: Brad Stevens difende di nuovo Kyrie Irving

06.09.2019 07:29 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - Celtics: Brad Stevens difende di nuovo Kyrie Irving

Ancora una volta Brad Stevens è stato intervistato per chiedergli del fallimento dell'ultima stagione dei Celtics, che non sono arrivati a giocarsi nemmeno il titolo della Eastern Conference. E ancora una volta, su Sport Illustrated, il tecnico di Boston ha ribadito che la responsabilità dell'insuccesso è collettiva, e non in particolare del playmaker Kyrie Irving che, essendo il valore aggiunto al roster che aveva fatto meglio nella stagione precedente, da superstar della squadra è stato additato come primo colpevole da parte di una certa stampa.

“La stagione dell'anno scorso non è andata come volevamo, ma non è colpa di una persona. Questa è la responsabilità di tutto il gruppo. È uno sport di squadra, tutti sono coinvolti in questo. Non c'è motivo per cui dovremmo vedere le cose in modo diverso. "

"Qui si è guadagnato la citazione nel secondo team All-NBA. Quando ci pensi e guardi le sue statistiche, ammetti che ha avuto una buona stagione come altre nella sua carriera e ha il diritto, come ogni altro free agent, di scegliere la propria destinazione."

Stevens ha parlato anche dell'esperienza alla FIBA World Cup di quattro dei suoi giocatori: "È fantastico per tutti questi ragazzi. Per Kemba, è un'opportunità per guidare un gruppo giovane. E per questi altri ragazzi, è un'occasione per rappresentare il loro paese, ma anche ottenere un vero lavoro dal vivo competitivo in questo periodo dell'anno. Hanno giocato e giocano in posti che hanno tifato forte per loro e contro di loro, come 52.000 a Melbourne, e giocheranno contro squadre che giocano insieme da quando erano bambini e ora hanno 30 anni. È un'esperienza straordinaria per loro, figuriamoci essere allenati da Pop e fare parte di quel gruppo di ragazzi. "