LBA FInals - Olimpia Milano a Bologna per gara 3 di domani alla Segafredo Arena

08.06.2021 19:30 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: OlimpiaMilano.com
LBA FInals - Olimpia Milano a Bologna per gara 3 di domani alla Segafredo Arena

L’Olimpia si è trasferita a Bologna nella giornata di martedì, in vista di Gara 3 della finale scudetto, in programma mercoledì 9 giugno alle 20.45. Come ha detto Coach Ettore Messina dopo la sconfitta di lunedì sera, definire la strada in salita è un eufemismo. Risalire genericamente da 0-2, anche in una serie al meglio delle sette, non è facile, farlo dopo aver perso le due gare in casa lo è ovviamente ancora di più. Per quel che vale, nella NBA è successo proprio la scorsa settimana: i Los Angeles Clippers hanno perso le prime due in casa, poi hanno vinto a Dallas le successive due, hanno vinto fuori anche Gara 6 e vinto la serie in sette. Ma in questo momento l’unica partita che conta è la terza.
L’Olimpia in trasferta ha colto le sue affermazioni migliori della stagione, non solo in EuroLeague, ha vinto in trasferta la Supercoppa, ha vinto in trasferta a Bologna in stagione regolare, ha vinto a Sassari, a Venezia nei playoff e – solo come dato statistico – ha anche vinto tutte le cinque gare giocate nella città di Bologna durante la stagione.
Si riparte da questo, da una stagione in cui l’Olimpia ha vinto 65 partite su 89 attraverso tutte le competizioni e ha sempre risposto quando si è trovata spalle al muro. Naturalmente il 40/120 complessivo al tiro delle prime due gare andrà corretto per pensare di potercela fare in Gara 3 contro una squadra imbattuta nei playoff (8-0), con il morale alto e che giocherà davanti alla propria tifoseria. In più non sarà disponibile Malcolm Delaney, infortunatosi nel quarto periodo di Gara 2.

GLI ARBITRI – Roberto Begnis, Lorenzo Baldini, Mark Bartoli.

GARA 1 – La prima partita ha avuto un andamento chiaro: l’Olimpia, a parte il 6-0 iniziale, ha inseguito per tutto l’arco della gara, riuscendo da meno 18 a rientrare fino a meno due con oltre quattro minuti da giocare, ma non ha avuto la forza di completare rimonta e sorpasso. Nel secondo tempo, ha tenuto la Virtus a 35 punti, ha avuto quattro uomini in doppia cifra, guidati dai 16 di Zach LeDay e Sergio Rodriguez, ma ha pagato il 33% dal campo, ovvero la sua peggior prestazione stagionale al tiro, che ha vanificato il buon lavoro svolto per andare in lunetta.

GARA 2 – L’Olimpia si è sbloccata verso la fine del primo quarto quando è schizzata a più cinque, 21-16, poi ha conservato in una gara fatta di strappi un punto di vantaggio all’intervallo e ancora alla fine del terzo periodo. Nel quarto, l’Olimpia ha tenuto per un po’ con la difesa, ma ha segnato solo 13 punti e pur restando aggrappata all’avversario le è mancato il guizzo, quello che invece ha trovato Bologna quando due triple consecutive, di Markovic e Pajola, hanno trasformato un vantaggio di un punto in un margine di sette che poi ha amministrato.

NOTE– Kevin Punter è arrivato alla settima in fila in doppia cifra, 13 consecutive con almeno una tripla a bersaglio, anche se in entrambe le prime due partite ha sofferto di due falli nel primo tempo che ne hanno limitato il minutaggio (sei minuti complessivi nei due primi tempi). Zach LeDay ha segnato almeno una tripla in 13 delle ultime 14 gare giocate in campionato.