Varese, Vitucci:"A Siena senza pensare alle Final Eight, in campo per vincere"

La situazione di Siena non è semplice anche per le questioni della banca, ma noi dobbiamo rimanere sempre compatti come il primo giorno di raduno
01.02.2013 20:12 di Marco Conti   Vedi letture
Varese, Vitucci:"A Siena senza pensare alle Final Eight, in campo per vincere"

Varese, Vitucci:”A Siena senza pensare alle Final Eight, in campo solo per vincere”

Secondo impegno esterno consecutivo per la Cimberio Varese, che dopo il raid di Avellino si presenta domani sera ( ore 20.00 Raisport Uno) nella tana del Montepaschi Siena pluricampione d’Italia, alle prese in questa stagione con un ridimensionamento di budget dopo i grandi fasti dell’era Pianigiani e al momento non proprio esente da pensieri che riguardano lo scandalo che sta accompagnando proprio la banca toscana. Gli uomini di Vitucci si presenteranno al Palaestra con sei punti in classifica di vantaggio sui biancoverdi e, pur consapevoli della difficoltà dell’impegno, hanno la possibilità di allungare e provare a sfruttare la non semplice situazione della truppa di Banchi, che tra l’altro dovrà fare a meno del prezioso apporto dell’infortunato Ress ma allo stesso tempo dispone di un Brown decisamente più prolifico rispetto al girone di andata.

“Abbiamo avuto una discreta settimana di lavoro-dichiara coach Vitucci- e per domenica anche Ebi Ere sarà in condizioni migliori rispetto alla partita di Avellino. Affrontiamo un avversario di tutto rispetto che negli ultimi anni ha fatto grandi cose e ora, anche se ha ridimensionato il budget, sta facendo bene sia in Eurolega che in campionato e nel corso della stagione ha apportato dei cambiamenti volti a migliorare la squadra. Contro i toscani servirà una partita di alto livello, sarà importante affrontarli con concentrazione e gestire al meglio gli uno contro uno e il controllo dei possessi. Siena ha un giocatore come Brown che è completamente cambiato rispetto alla gara di andata, come confermato nella prova contro il Maccabi, e può fungere sia da realizzatore che per innescare i compagni di squadra. Oltre a lui però, bisogna tenere d’occhio anche gli altri elementi perché la squadra di Banchi dispone di giocatori in grado di cambiare la partita in ogni momento”.


“La situazione che si sta vivendo a Siena in questo momento non è certamente semplice-continua il coach varesino- ma spero davvero che il basket non ne risenta visto che nella stagione passata i casi di Treviso e Teramo non ci lasciano certamente un buon esempio”. Settimana prossima sarà Final Eight e il clima già potrebbe distrarre i biancorossi, ma Vitucci non ci casca:” In questo periodo i nostri giocatori sono ovviamente coinvolti nell’atmosfera della Coppa Italia ed è motivo d’orgoglio che partecipino anche ad eventi collaterali in questo senso, perché ce lo siamo meritati. La partita con Siena non sarà però un test prima della sfida con Milano, perché i ragazzi dovranno mettere la stessa concentrazione mostrata finora senza distrarsi pensando alle Final Eight. La nostra mentalità deve restare sempre la stessa, quindi nessun esperimento contro i toscani perché si va in campo esclusivamente per vincere. De Nicolao ieri ha sottolineato che come atteggiamento dobbiamo essere quelli del primo giorno di raduno, perché da li siamo partiti con coesione e serietà e non dobbiamo cambiare di una virgola”.