Serie A1 F Power Ranking - Seconda parte, tra contender e mine vaganti

23.09.2020 15:00 di Martino Parise Twitter:    Vedi letture
Serie A1 F Power Ranking - Seconda parte, tra contender e mine vaganti

Alla vigilia dei quarti di SuperCoppa, sveliamo la seconda parte del Power Ranking, quella dei club con alte probabilità di playoff e delle pretendenti allo Scudetto. Intanto, per chi se la fosse persa, ecco qui la prima parte.

7 San Martino

Con l'arrivo di Traorè e la conferma di Sulciute, è chiaro che coach Abignente ha voluto inserire tanta, tantissima esperienza anche per avere due punti di riferimento in più oltre a capitan Tonello. Nel passaggio da Ostarello a Fogg (anch'essa già rodata in Europa), rimane l'idea di aprire il campo con tutte le lunghe, rinunciando a un centro di stazza. L'esperienza delle singole e le tante conferme saranno vantaggi consistenti nel battagliare con altre formazioni di media classifica come Lucca, Sassari e Broni.

Probabili titolari: Tonello, Traore, Filippi, Sulciute, Fogg

6 Bologna

Come era prevedibile, dopo una prima stagione di ambientamento la dirigenza bianconera ha provato a mettere l'asticella più in alto, ingaggiando due italiane indubbiamente da massima serie, che rispondono ai nomi di Battisodo e Barberis, e una delle migliori guardie del decennio di Serie A1 come Brooque Williams. E sotto canestro, seppur perdendo Harrison, ci sono una conferma da 13 punti di media, cioè Begic, e un bronzo olimpico, nonché ex WNBA ed EuroLega, cioè Bishop. Dalla panchina esce invece un nucleo ormai consolidato già alla vecchia Matteiplast. Sapendo che patron Zanetti non avrà problemi a rafforzare ulteriormente la rosa in caso di necessità, la Virtus Segafredo punta a entrare nelle zone più ambite della graduatoria.

Probabili titolari: Battisodo, Williams, Barberis, Begic, Bishop

5 Campobasso

Lanciare le molisane subito al quinto posto potrebbe sembrare un azzardo, ma i precedenti ci dimostrano che anche le neopromosse possono puntare a grandi traguardi (Ragusa in finale Scudetto nel 2014 e Geas all'atto conclusivo di Coppa Italia nel 2019, come esempi). Wojta nel nostro campionato è una certezza; Linskens porta una stazza quasi impareggiabile, oltre che poter vantare di essere la compagna di reparto di Emma Meesseman nel quintetto della selezione belga; Bonasia è stata la regista di riferimento di due squadre da playoff (Broni 2018-19 e Lucca 2019-20). Dalla panchina escono elementi di continuità col passato e conoscenza della massima serie con Sanchez, Bove, Marangoni e Mancinelli e altri da lanciare progressivamente come la 14enne Quiñonez: il giusto mix per mirare subito a obiettivi ambiziosi e mettere le basi per il futuro.

Probabili titolari: Bonasia, Mancinelli, Wojta, Ostarello, Linskens

4 Geas

Decisione di coach Zanotti, quella di dire addio a Brooque Williams e sostituirla con Jazmon Gwathmey: l'obiettivo è quello di alzare il livello grazie ai centimetri in più del reparto esterne, portati proprio dalla portoricana, e visti i risultati ottenuti di recenti, la fiducia nell'allenatrice nata a Brescia è altissima. Al centro, poi, c'è Graves, che a Lucca fece doppia-doppia di media (anche se la squadra non andò bene in quel 2018-19), confermando poi le ottime cifre anche in EuroCup all'Olympiacos. Con Gilli, Verona e Panzera, le aspettative sono abbondantemente da playoff anche per il futuro.

Probabili titolari: Verona, Gwathmey, Panzera, Oroszova, Graves

3 Ragusa

Hamby non si può rimpiazzare, per cui è da apprezzare l'intenzione della dirigenza iblea di costruire per il futuro, pur costruendo una squadra fuori categoria per la nostra Serie A1, ingaggiando una possibile scelta in top 3 al prossimo Draft come Awak Kuier. Affiancata da Harrison, la finlandese potrà crescere anche fisicamente, forte di essere una ragazza di 195 cm che tira da fuori senza problemi, già di per sé non scontato. Da non sottovalutare la perdita del metronomo Soli, ma gli arrivi di Marshall e Santucci daranno un'importante mano nel playmaking. Occhi puntati anche su Trucco, fondamentale nella rotazione delle lunghe, e Tagliamento, attesa alla conferma dopo un buon finale di campionato.

Probabili titolari: Romeo, Marshall, Consolini, Kuier, Harrison

2 Venezia

Sulla carta, quanto fatto sul mercato ancora non basta per spodestare Schio. Yvonne Anderson è stata top scorer di EuroCup, ma contro avversarie da EuroLega sarà altrettanto efficace? Fagbenle è di primissimo livello tecnico, ma contro il mestiere di una Gruda e la fisicità di una Dolson, potrà fare costantemente la differenza? C'è qualche dubbio. Sembra inoltre un po' corto il reparto ali piccole, dove Penna è l'unico elemento fisso. Potrebbe risultare più conveniente e meno complicato puntare alla conquista dell'EuroCup che a quella del campionato, e non è detto che non sia proprio questo, il ragionamento fatto dallo staff nella costruzione della squadra.

Probabili titolari: Carangelo, Anderson, Penna, Fagbenle, Petronyte

1 Schio

Scontato considerare il Famila la favorita numero 1, come da ormai dieci anni accade. Nessun altro può contare allo stesso tempo su due titolari di squadre da playoff WNBA (Cloud e Dolson), su una top player di una delle migliori nazionali europee (Gruda), su una delle migliori straniere del secolo del nostro campionato (Harmon) e su una gamma di italiane quasi tutte regolarmente convocate in nazionale e reduci da esperienze fuori dai confini dello Stivale.

Probabili titolari: Cloud, Crippa, Cinili, Gruda, Dolson