EuroCup - Virtus Bologna: vincere col Buducnost per una qualificazione anticipata

02.02.2021 11:58 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
EuroCup - Virtus Bologna: vincere col Buducnost per una qualificazione anticipata

La prossima partita, quale che sia secondo Sasha Djordjevic, è sempre la gara più importante della stagione. Un mantra ripetuto più volte in sala stampa e, ne siamo certi, con i suoi giocatori nel chiuso degli spogliatoi.

Così sarà anche per la gara di ritorno tra Virtus Segafredo Bologna e Buducnost VOLI valida per il quarto turno di Top16 di EuroCup. Dopo la gara di andata, vinta dalle V nere 87-65, la Virtus è stabilmente al primo posto del gruppo G, con tre vittorie su altrettante partite.

La squadra montenegrina insegue al terzo posto, con una sola vittoria all’attivo. Ma replicare il risultato domani mercoledì 3 febbraio (palla a due ore 19:00, diretta Eurosport player) significherebbe superare il turno con due giornate di anticipo oltre a mantenere l'imbattibilità stagionale nel continente.

In base alla classifica attuale dopo la conclusione del girone di andata, quella da incontrare nei quarti di finale dovrebbe essere una formazione del gruppo E tra Joventut Badalona e AS Monaco.

L'ottimo momento di Hunter, la buona intesa che si è creata tra Belinelli e il resto della squadra, la qualità difensiva collettiva mostrata dopo la sconfitta interna con Brescia che ha fatto da campanello d'allarme per cercare la concentrazione in campo fin dal primo minuto fanno ritenere che l'impresa di vincere a Podgorica domani sia possibile. 

Sarebbe il modo migliore per preparare quelle Final Eight cui mancano meno di dieci giorni. Non ci sarà Alessandro Pajola, ancora fermo per l'infortunio, ma almeno lascerà più minuti a disposizione del tecnico per ruotare una panchina ben fornita.

Il Buducnost, che ha negli ultimi giorni cambiato la guida tecnica affidata ora a Dejan Milojevic, sul parquet di casa ha giocato una sola gara fino a questo momento in Top16, vincendo all’esordio contro Bourg e segnando 108 punti.

A livello individuale, sono Coobs, Della Valle e Reed a trascinare il roster montenegrino: dopo le prime tre gare, il primo segna 11 punti di media a partita ed è reduce da 20 punti nell’ultimo weekend di campionato. L’ex Milano e Reggio Emilia, invece, viaggia a 12,7 punti di media in questa seconda fase; Coobs e Della Valle nella partita di andata sono stati i principali terminali offensivi del Buducnost. Infine Reed, che contro la Segafredo ha faticato nella gara di martedì scorso ma che in questa Top16 va oltre i 10 punti di media a partita. Una squadra che non tira tanto da tre punti, ma che ha in Melvin Ejim il terzo miglior tiratore della competizione: l’ex Venezia e Roma viaggia a 57,14% dall’arco.