LBA - Varese, Bulgheroni rilancia il blocco delle retrocessioni

13.01.2021 09:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Varese, Bulgheroni rilancia il blocco delle retrocessioni

Il grande saggio della Pallacanestro Varese Toto Bulgheroni parla senza mezzi termini della situazione in campo e in cassa del club, invocando sulle pagine de La Pealpina il blocco delle retrocessioni.

Momento inedito. Stiamo vivendo una situazione totalmente inedita, ovviamente molto difficile da interpretare. Evidente che in un quadro del genere, condizionato da positività multiple e conseguenti lunghi stop, l'eguaglianza competitiva non esiste più. Non mi riferisco solo al nostro caso specifico, perché altre squadre avevano dovuto convivere con focolai nei mesi scorsi. Confido che i vertici di FIP e Lega Basket prendano atto della necessità di non dare valore ai risultati del campo.

Blocco. Garantisco la mia assoluta buona fede nel sostenere la tesi del blocco delle retrocessioni, anche a costo di proporre una stagione 2021/22 con 4 salti dall'A all' A2 se il problema sono le 18 squadre del prossimo anno. Stiamo giocando questo campionato con regole normali, quando è evidente che stiamo vivendo una situazione straordinaria. L'anno prossimo speriamo di tornare nella normalità con pubblico e sponsor, cosa che confidavamo di poter già avere quest'anno: i fatti dicono che non è stato così e non sarà così ancora a lungo...

Allucinante. Con moltissima probabilità non si giocherà neppure domenica a Brescia, sperando che i giocatori si negativizzeranno tutti insieme e si possa riprendere ad allenarsi. Ma in ogni caso, dopo settimane di inattività assoluta e con gli strascichi del Covid, dovremo giocare almeno 6 partite in 3 settimane, tra l'altro proprio gli scontri diretti nei quali ci giocheremo la stagione. Mi pare davvero una situazione allucinante.

Bilancio. Mi auguro che le istituzioni sportive capiscano la situazione ed intervengano; oggi siamo quelli più in difficoltà per il focolaio di Covid, ma queste situazioni possono capitare ancora a chiunque. Tra l'altro il problema è anche economico e non solo sportivo: tutte le squadre della bassa classifica continuano ad intervenire sul mercato a dispetto dei ricavi azzerati. Il rischio è che i conti si paghino per tutti nel 2021/22...