Serie C - Sconfitta nervosa a Prato la Endisasfalti Agliana

Serie C - Sconfitta nervosa a Prato la Endisasfalti Agliana

Inizia la partita con questo quintetto scelto da Mannelli: Zita, Razzoli, Tommei, Nesi, Zaneli. Scelte giuste perché nei primi minuti Agliana gioca un basket bello, veloce e spettacolare.
Le Aquile prendono, infatti, subito il volo: difesa strettissima, precisione al tiro e gioco imprevedibile. Tommei scarica la tripla del 9-0, Zeneli da fuori infila l'11-0. Razzoli è una furia, 18-5.
I Dragons sembrano assopiti ma Agliana va a corrente-alterna e sbaglia canestri facili, Smecca da 3 è letale e si riporta sotto: 21 - 19 Agliana.
Secondo quarto - Prato ribalta tutto e va avanti di tre, ci pensa il nostro lungo Zeneli (31 punti finali) con due canestri consecutivi a riportarci avanti 33-29.
Partita molto fisica ma non molliamo un centimetro. Semi-gancio di Zenieli che subisce anche fallo, 39-33. Si va all'intervallo lungo 40-35 per le Aquile ma Tommei esce per infortunio e tutto diventa improvvisamente complicato.
Terzo quarto: ritmi inizialmente sono più bassi, le aquile sembrano padrone del parquet e vanno avanti 51 a 42 ma è solo illusione.
Prato stringe le maglie in difesa, a ritmi alti sbagliamo di più.
Quarto quarto: Subito parziale 10-0 Prato, 57-54 per i padroni di casa che sembrano più sicuri quando iniziano l'azione con i loro play e crescono fisicamente punto dopo punto, canestro dopo canestro.
Agliana torna sotto con l'orgoglio, 71-69 palla in mano, ma un dubbio fischio arbitrale e tanto nervosismo fanno affondare l'Endiasfalti: 75-69.
Più lucidi i padroni di casa in tutti i momenti salienti.
Work in progress per le Aquile.Dragons

Prato - Endiasfalti Agliana 77-71 (19-21, 35-40, 57-54, 77-71)

Mvp: Magni

Coach Mannelli: "E' stata una partita a due facce, la prima dove siamo stati bravi a difendere con molta energia e a mettere in campo quello che avevamo fatto durante la settimana. L'uscita di Tommei, qualche attacco frettoloso e l'orgoglio di Prato hanno creato uno strappo importante. Siamo tornati sotto ma è mancata la lucidità negli ultimi secondi. Sapevamo di dover far un percorso, e siamo migliorati rispetto alla partita contro Quarrata.

Questo gruppo esprimerà le proprie potenzialità, è solo questione di tempo".