Serie B - Pallacanestro Crema, si parte: la prima con la Sangiorgese

28.11.2020 17:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Pallacanestro Crema, si parte: la prima con la Sangiorgese

Con due settimane di ritardo,rispetto a quanto stabilito in estate, inizia finalmente il campionato di serie B. Nel nuovo format, con gironi di 8 squadre, i primi avversari della Pallacanestro Crema saranno i draghi della Sangiorgese. La formazione di coach Eliantonio sarà ancora priva della guardia Perez, probabilmente fermo ai box per il resto della stagione.

Il precampionato ha lasciato buone sensazioni in casa cremasca, visto che i nostri hanno dominato il girone di qualificazione in SuperCoppa e disputato 20' ottimi contro la formazione che stava dominando la scorsa stagione, prima di steccare solamente nel secondo tempo contro Bernareggio.

I biancorossi di coach Cardani hanno fermato anche il cammino della Sangiorgese, in grado di superare Varese e Olginate nel proprio girone di SuperCoppa prima di arrendersi nello scontro diretto.

A disposizione di coach Quilici c'è un roster giovanissimo ma sicuramene talentuoso, adatto ad una pallacanestro giocata su alti ritmi, data la presenza di sei under, due ventiquattrenni ed un ventottenne.

La Sangiorgese è infatti una squadra che ama correre e tenere i alti i ritmi di gara, pressare a tutto campo e mettere fisicità ed intensità, sfruttando la giovane età del roster.

Pericolosa a rimbalzo offensivo, difende preferibilmente ad uomo dalla metà campo ed in taluni casi pressa a tutto campo con raddoppi. In attacco preferisce correre con tutta la squadra, lunghi compresi.

Il quintetto di partenza dovrebbe essere formato da Bargnesi, Picarelli, Berra, Bianchi e dal capitano Toso. La squadra è basata offensivamente sul trio formato da Picarelli, Bianchi e Berra, ai quali va ascritto buona parte del fatturato offensivo della Sangiorgese.

Interessanti i giovani, con il play Bargnesi, lo scorso anno a Firenze, che negli anni delle giovanili a Bassano del Grappa ha raggiunto per quattro anni filati le finali nazionali ed il giovanissimo Fragonara, nazionale giovanile.

Muscoli, energia e presenza sotto le plance sono garantite principalmente da Toso, ottimo stoppatore, cui dà spesso manforte Bianchi, lungo dalla doppia dimensione.

Dalla panchina escono i giovani Malkic, pericoloso dal perimetro e Dusha, uomo d'area. Molti minuti anche per l'esterno Artuso, abile contropiedista con buone percentuali dall'arco. Sarà con tutta probabilità un incontro vibrante ed equilibrato in un palazzetto tradizionalmente caldo, come si è visto nell'incontro della scorsa stagione.

Partire bene, in una stagione particolare come quella alle porte con il costante pericolo di dover far fronte alla positività di qualche componente del roster è doppiamente importante rispetto al solito.

I rosanero cremaschi però hanno dimostrato in SuperCoppa di poter raggiungere elevati livelli di gioco ed arrivano all'esordio in campionato sicuramente pronti.