LIVE LBA - Brescia, il fattore Horton incanta Milano che cede in volata

19.01.2020 22:37 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE LBA - Brescia, il fattore Horton incanta Milano che cede in volata

La 19° giornata di Serie A1 2019/2020 si chiude questa sera (palla a due ore 20:45, diretta Raisport e Eurosport player) con il posticipo tra la Germani Basket Brescia e l’A|X Armani Exchange Milano. Le squadre sono rispettivamente terza e quarta in classifica, e la vittoria di stasera sarà quasi determinante per la posizione playoff alla fine della stagione regolare. L'Olimpia viene da due sconfitte in tre giorni in EuroLeague, e sarà particolarmente motivata, anche alla luce degli ultimi movimenti di mercato, a tornare alla vittoria. Brescia, dopo aver ceduto in EuroCup alla Reyer Venezia, presenta il nuovo acquisto Trice.

ROSTER REPORT - I 12 in campo a Brescia sono 00 Della Valle 5 Micov 6 Biligha 7 Gudaitis 10 Roll 15 Tarczewski 16 Nedovic 20 Cinciarini 23 Burns 28 Sykes. Completano il roster con il 14 Giuseppe Invernizzi e con il 19 Francesco Gravaghi.

Il commento: I problemi di Milano non si fermano alla mancanza di un playmaker da 20 punti. Sykes c'è, ma manca tutto il resto nel weekend in cui i giubilati White e Mack firmano prestazioni importanti altrove. Nedovic è più arrugginito di Ken Horton, che esce dalla panchina di Esposito e fa tutta la differenza del mondo. Messina cerca di ruotare tutti gli effettivi per non avere eccessi di fatica, e ne paga le conseguenze nel terzo periodo. Ma quando nel finale rivuole dentro Micov e Nedovic per lo strappo decisivo, l'entusiasmo della Leonessa (15/29 nel tiro da tre punti) non è più arginabile.

Il primo canestro è di Vlado Micov. Con 7'05" arriva la tripla di Sacchetti, dopo un canestro di Tarczewski 3-4. Squadre abbastanza contratte, entra Roll e va a segno. Ma le azioni sono involute e prolisse, le difese si adeguano facilmente 3-6 con 4'30". Entra Horton, e fa l'assist a Lansdowne per la tripla del pareggio al 7'. Sykes trova finalmente un gioco da tre punti con 2'44", con gli allenatori che girano giocatori in campo a gran velocità. La lotta è apprezzabile, i risultati scadenti, il 6-9 trova il timeout all' 8'. Si riprende con il canestro di Roll da tre punti; Della Valle trova tre liberi su fallo di Moss 3/3. Travis Trice ha la tripla nelle mani con 30 secondi; Della Valle commette fallo in attacco sullo stesso Trice. Si chiude 9-15 al 10'.

0/8 della Leonessa da due. Nedovic si iscrive al tabellino. L'Olimpia chiude ogni linea di passaggio alla Leonessa, che colleziona palle perse e vede con 7'46" Nedovic segnare da 2 in stepback con le braccia protese di Abass. Anche Vitali piazza la tripla per il -7, Burns fa 12-21, abass da tre accorcia con 6'40". Si segna: anche Micov con la tripla, mentre Cain segna il primo da due della serata bresciana. Al 15' per Lansdowne c'è un canestro con fallo su cui Messina chiama timeout 21-26. Libero trasformato per il -4, ma in meno di un minuto si ritorna in panchina. Tarczewski realizza da rimbalzo offensivo (il terzo personale), Cinciarini in lunetta con 3'26" 2/2, 22-30. Transizione milanese con tripla di della Valle dall'angolo, ma non c'è continuità nell'azione dell'Olimpia. Cain conclude una bella girata di palla entrando nell'ultimo minuto prima dell'intervallo, l'Armani si incarta con l'antisportivo di Sykes, 2/2 di Lansdowne e la tripla di Horton -4. Gudaitis va in lunetta scrivendo 1/2, l'ultimo attacco bresciano finisce con una persa il cui contropiede manda ai liberi Cinciarini 0/2, i primi sbagliati di questa stagione, Vitali sbuccia il ferro sulla sirena 29-34 al riposo lungo. Milano 4/15 da tre.

Primo minuto: 2 di Horton, triple di Sykes e Horton ancora 34-37 al 21'. Horton è scatenato, mette due liberi, prende rimbalzo, segna da sotto e sorpassa. Sykes capovolge tutto con cinque punti, ma la tripla di Abass quasi ricuce 41-42 al 24'. Abass esce, sanguinando dallo zigomo. Lansdowne da tre al 25', poi lo imita Laquintana e Messina chiama timeout 47-42 con 4'20". Gudaitis in lunetta 2/2, ma poi ci manda Sacchetti 2/2. E ci torna vincendo un duello con Zerini 1/2, Milano -4. Laquintana arresto e finta su Gudaitis e appoggio in canestro, ma il lituano firma il nuovo -4. Lansdowne di bomba con 1'48", ma Gudaitis trova ancora la lunetta 1/2. Moss firma il +8 della Leonessa e Zerini fallisce il +10. Così l'americano ex Olimpia manda in lunetta Cinciarini che ripete lo 0/2 con 20 secondi sul cronometro. Brescia gioca male la palla, lasciando a Nedovic la possibilità di una tripla allo scadere che arriva 56-51 al 30'.

Quasi 1' per il canestro di Tarczewski. Sykes ne mette altri due. Poi, dall'instant replay, arriva il fischio di antisportivo per Vitali. Nedovic fa 2/2 e con Micov sull'azione seguente arriva il nuovo sorpasso 58-59 con 7'40". Da rimbalzo d'attacco arrivano due liberi per Tarczewski, e c'è anche un tecnico per Esposito. Libero per Nedovic, 1/2 per Tarczewski ma l'Armani c'è 58-61. Nedovic in contropiede si fa stoppare da Lansdowne, che poi firma la tripla del pareggio con 6'30". A fatica l'Olimpia strappa uno 0-4, ridotto dalla tripla di Lansdowne con 4' alla sirena. Sykes replica con un appoggio al tabellone, ma ancora Lansdowne va al pareggio con la tripla. 67-67 al 38', poi Ken Horton va in lunetta 69-67. Bomba di Micov con l'aiuto del ferro; Horton per il +1 Brescia. Sykes inizia l'ultimo minuto sul +1 Armani. Tripla di Horton e fallo di Nedovic: timeout Messina con 42 secondi. Dentro anche il libero 75-72; l'Olimpia attacca, Micov va in lunetta e fa 0/2; Messina chiede il fallo immediato, Tarczewski esegue, Abass fa con 24 secondi un 2/2 che profuma di vittoria. Timeout ancora per Messina. Rimessa in attacco, Nedovic stampa la tripla sul ferro, Vitali va in lunetta 1/2 con 13 secondi; sykes fallisce l'iltima chance, finisce 79-72.

Germani Brescia - Ax Exchange Milano 79-72. Boxscore: 25 Lansdowne, 20 Horton, 8 Abass, 6 Vitali, 5 Sacchetti e Laquintana, 4 Cain, 3 Trice, 2 Moss per Brescia, che conserva il terzo posto; 19 Sykes, 12 Micov, 10 Nedovic, 9p+11r Tarczewski, 7 Gudaitis, 6 Della Valle, 5 Roll, 2 Cinciarini e Burns per l'Olimpia.