LIVE EL - Mosca amara per l'Olimpia, il Khimki ferma la corsa di Milano

14.11.2019 19:39 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE EL - Mosca amara per l'Olimpia, il Khimki ferma la corsa di Milano

L'Olimpia Milano vola a Mosca dove affronterà il Khimki questa sera alle ore 18. Trasferta difficile per gli uomini di coach Messina che dovranno fare a meno sia di Gudaitis che di Della Valle. Il Khimki è la vera rivelazione di questa stagione, sesto in Eurolega (5-2) e primo in Campionato (7-0). Tanti sono stati gli investimenti della compagine russa in estate con il ritorno dalla NBA di Jerebko, Mozgov e dell'ex di serata Dairis Bertans.

QUINTETTI

Khimki: Shved, Jovic, Monia, Gill, Booker 

Milano: Rodriguez, Micov, White, Brooks, Scola

Sono di Gill e Scola i primi canestri della gara poi Booker si guadagna un fallo e in lunetta non sbaglia, 4 a 2. Shved indemoniato in questo avvio, canestro e assist per Booker. Milano risponde con la coppia Brooks e Scola per l'8 a 6 al 4'. A rimbalzo la difesa russa è disattenta, la palla arriva a Micov che si sblocca e impatta, 8 pari. Roll con la prima tripla della gara poi è Shved a mettere la sua firma pure lui dalla lunga subendo il fallo di Micov, 12 a 11. Ottima Milano in transizione, le scarpette rosse corrono bene in contropiede e puniscono due volte di fila la difesa moscovita con Brooks che appoggia il 15 a 17. Un viaggio in libertà per parte, Nedovic e Kramer e lo score si aggiorna sul 17 a 19. Allungo Milano, due triple ben costruite per l'Olimpia con Nedovic e Roll che finalizzano dalla lunga distanza per il 19 a 25.  È la tripla di Kramer a chiudere la prima frazione sul 22 a 25 in favore della compagine meneghina. Finalmente trova il fondo della retina anche White che in apertura vale il +5 (22-27). Gli uomini di coach Messina continuano a passarsi bene la palla e a difendere duro, Nedovic e Tarczewski combinano per il 24 a 33 del 13esimo. Kurtinaitis riorganizza le idee e affida le chiavi dell'attacco a Shved che segna e disegna per i compagni (5 assist) e i padroni di casa tornano a farsi sotto, 31 a 33. Messina ferma subito il gioco e con due triple (Nedovic e Micov) e il canestro di Rodriguez l'Olimpia torna avanti di due possessi pieni, 35 a 41 al 16esimo. Ritmi altissimi, Scola è il più lesto dei suoi e realizza 6 punti consecutivi con Shved e Jerebko a rispondere colpo su colpo, 44 a 47 al 19esimo. Gill dall'angolo su assist di Shved poi Scola danza sul piede perno e in arretramento segna il 47 a 51 che manda all'intervallo le due squadre. 

Si ritorna in campo con un parziale di 0 a 5 dell'Olimpia, Rodriguez da oltre l'arco e Micov, 47 a 56 e timeout Khimki. La risposta dei moscoviti non si fa attendere, Jovic e Booker da tre punti cancellano l'allungo di Milano, 53 a 56 al 23esimo. È il momento dei padroni di casa e con Booker è solo un punto a dividere le due squadre (55-56). Olimpia in bambola in questa fase del gioco, Bertans da oltre l'arco vale il sorpasso poi Shved rincara la dose ed è 60 a 56 a 4' dalla penultima sirena. Jovic sente il sangue e colpisce per il massimo vantaggio Khimki sul 65 a 58, ma è Rodriguez a ricucire e a impattare con giocate di classe sopraffina, 65 pari al 30esimo. Gill su rimbalzo offensivo inaugura l'ultima frazione, 67 a 65. Jerebko continua la sua gara senza errori a cui risponde Roll dall'angolo, 69 a 68. Il Khimki si anima, Gill e l'assolo di Shved e ora i moscoviti sono avanti 76 a 68. Scola perde un pallone sanguinoso, dall'altra parte Jerebko si guadagna un viaggio in lunetta che non sbaglia, 78 a 68. La palla non ne vuole sapere di entrare e Jerebko appoggia il +12, 80 a 67. Sussulto Olimpia, due triple di Roll e Micov, Milano torna a crederci, 80 a 74 a 2 minuti dal termine. Kurtinaitis chiama timeout e il Khimki entra con la faccia giusta, Kramer con 4 punti in fila per il nuovo +10, 84 a 74. Titoli di coda che arriva sulla tripla di Jerebko che vale il +13 a 1 minuto e 20 secondi dal termine. Milano si ferma dopo 6 successi consecutivi ed è attesa settimana prossima dal doppio impegno casalingo in Eurolega contro Maccabi ed Efes. Il punteggio finale premia i russi che trionfano 87 a 79.

TABELLINI