LIVE EL - L'Olimpia insegue lo Zenit e vince nel crunch time

28.01.2021 22:37 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE EL - L'Olimpia insegue lo Zenit e vince nel crunch time

Le due Most Improved Team della stagione EuroLeague 2020-21, l'Olimpia Milano e lo Zenit S. Pietroburgo si scontrano finalmente vis-a-vis per la prima volta in stagione (la gara di andata era stata rinviata per il Covid-19). L'Armani è in striscia vincente da cinque partite, lo Zenit è la squadra che ha vinto di più in trasferta, otto volte. Palla a due alle ore 20.45, diretta su Eurosport Player. 

Lo shootaround a poche ore dalla palla a due.

Roster Olimpia vs Zenit: 0 Punter 2 LeDay 5 Micov 9 Moraschini 10 Roll 13 Rodriguez 15 Tarczewski 20 Cinciarini 23 Delaney 31 Shields 42 Hines 70 Datome.

1Q - Leday e Rivers aprono le marcature, con 8'06" Delaney e Gudaitis a segno, in un avvio aperto. Leday 2/2 ai liberi allunga per Milano, Pangos cerca alley-oop con Gudaitis, la lotta è molto fisica, specie fra i due lunghi di Milano della passata stagione. 1/2 del lituano in lunetta, il contropiede di Hollins per un break dello Zenit che vale il 6-12 con tripla di Pangos con 4'30". Timeout Messina, la difesa russa imbriglia la manovra dell'Olimpia. Appena entrato Shields piazza la tripla. Fridzon da due; lo Zenit ha esaurito il bonus e Hines riduce le distanze 11-14 con 3'. Baron e Ponitka strappano quattro punti, e Messina al secondo timeout con 2'17". La difesa dinamica dello Zenit, con i suoi raddoppi e occupando le linee di passaggio, ha inceppato la macchina. Roll sigla due liberi, ma Will Thomas trova un fortunoso gioco da tre punti. Allora si scalda il Chacho 16-21 con una tripla, ma Fridzon replica alla pari, completamente libero, 16-24 al 10'.

2Q - Tripla di Rodriguez, canestro di Ponitka, tripla di Punter e tripla di Baron: 22-29 con 7'42". Ma arriva anche la bomba di Pangos, seguita da quella di Delaney. Tarczewski stoppa Zubkov, poi l'americano segna con 5'47" 27-32. Due triple di Rivers però bruciano la retina milanese; il 29-38 dopo l'ennesimo errore al tiro vale un timeout per Messina con 3'47". Rivers mette la terza tripla +12, poi Hines e Shields punzecchiano con un 5-0 che trova come risposta il cameriere di Pangos 34-43. Shields in lunetta 1/2, poi un'ottima difesa dell'Armani vale la persa ai 24 secondi per lo Zenit. Ma poi Thomas in lunetta con l' 1/2 per il 35-44 al 20'. Tiro da tre: 6/13 Milano, 7/13 

3Q - Punter e Hollins segnano per cominciare il secondo tempo. Gudaitis ne aggiunge due, stoppa Micov ma Hines prende la palla e sforna un gioco da tre punti. Delaney e Hines sfruttano bene due transizioni e con 5'36" è 43-48. Gudaitis e Micov mantengono il +5 S. Pietroburgo - che ha esaurito il bonus - al 25'. Ponitka e Fridzon tengono avanti lo Zenit, quando Rodriguez e Delaney tornano per pochi secondi a -3. Shields con 1'55" poi Zubkov e Datome si alternano in lunetta con percorso netto 54-59 con 1'24". Leday con due liberi del -3 al 30'. 56-59.

4Q - Fridzon-Rodriguez-Pangos dopo 2' per una intensa parte finale del match. 58-63. Vlado Micov entra definitivamente nel match con sei punti in fila, un 2+1 e una tripla, per il sorpasso 64-63 con 6'52" alla sirena. Hines manda in lunetta Gudaitis 1/2. Hines si fa perdonare da sotto, +2. Ma Pangos e Hollins al minibreak 0-4 ed è ancora il solito Kyle Hines al nuovo pari a quota 68 con 4'33". Tripla di Hollins; Shields sbaglia la risposta, rimbalzo di Hines e Punter riporta Milano a -1 con 3'31". Ci vuole Micov per sorpassare 72-71, e qui tutti i possessi diventano fondamentali. Pangos non realizza il tentativo da tre, Hines rimbalzo e fallo di Ponitka con 2'10", timeout Messina. Al rientro Rodriguez serve l'assist a Punter: tripla e +4 Milano. Thomas accorcia con due liberi, ma Punter va ancora a bersaglio 77-73 con 1'16". Lo Zenit stavolta si perde in attacco, e Delaney piazza il colpo gobbo, con la bomba del +7 con 34 secondi. Tripla veloce di Hollins al rientro dal minuto di Pascual. L'Olimpia non perde il controllo con i liberi di un preciso Rodriguez, e l'ultimo tentativo russo è una palla persa di Hollins.

Il commento: lo Zenit impone il suo gioco difensivo all'Olimpia per tre quarti, ma quando conta Messina trova la chiave per mettere sotto controllo Pangos, sceglie il quintetto giusto con Micov che guida la riscossa, Hines a comandare in area, Punter a scagliare i missili decisivi. guardandola dalla parte dei russi, però, è un'occasione buttata via. Quella di Xavi Pascual è una grande avversaria per cui la vittoria sofferta di Milano è ancora più bella.

Olimpia Milano - Zenit S. Pietroburgo 82-76. Boxscore: 14 Punter, 13 Rodriguez, 12 Hines e Delaney, 10 Micov, 9 Shields, 6 Leday, 2 Datome, Roll e Tarczewski per l'Olimpia (15-7) alla sesta vittoria di striscia; 12 Pangos e Hollins, 11 Rivers, 9 Fridzon e Ponitka, 8 Thomas e Gudaitis, 5 Baron, 2 Zubkov per lo Zenit (13-8).