LBA - Fortitudo Bologna, il comprensibile silenzio stampa di Jasmin Repesa

12.09.2021 08:21 di Umberto De Santis Twitter:    vedi letture
LBA - Fortitudo Bologna, il comprensibile silenzio stampa di Jasmin Repesa

E dopo ieri sera sono due di fila. Per la seconda volta consecutiva Jasmin Repesa diserta la sala stampa per le consuete dichiarazioni post-partita che dovrebbero rilasciare gli allenatori. Un fatto comprensibile, vista la situazione complessa in casa Fortitudo Bologna da qualunque angolazione si voglia considerare. Un fatto inaccettabile o quasi in un momento in cui le limitazioni dovute alla pandemia restringono l'offerta informativa mettendola in gran parte nelle mani dei protagonisti.

Dopo il silenzio stampa con Venezia, quello con la Reggiana. Il club è in un cul-de-sac tra infortunati che hanno bisogno di tempi più lunghi per recuperare, la scelta del 5+5 che limita gli uomini a disposizione del tecnico, i rinforzi difficili da identificare (Luca Vitali?) quando il mercato è ormai agli sgoccioli, (prevedibili) difficoltà finanziarie che respingono il passaggio al 6+6.

Una gestione della società che vorrebbe apparire bohemien ma in realtà risulta più caratterizzata da decisioni umorali e spesso poco calcolatrice delle conseguenze delle proprie scelte mette in difficoltà il tecnico croato. E se non è l'allenatore il responsabile che deve presentarsi a dare spiegazioni, visto che le oggettive difficoltà della squadra non sono certo responsabilità dei giocatori, toccherebbe alla dirigenza presentarsi al confronto.