Next Gen Cup: con Seck e Conti la Papalini Pesaro supera la Sidigas Avellino

01.12.2018 16:40 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 276 volte
Next Gen Cup: con Seck e Conti la Papalini Pesaro supera la Sidigas Avellino

n campo al CSB scendono Pesaro e Avellino, con le perle Conti e Idrissou che già frequentano i parquet di Serie A, naturalmente subito in quintetto. Avellino parte forte, le triple di Izzo e Bianco scavano il solco (4-11, dopo tre minuti e mezzo). Pesaro prova a stringere le maglie in difesa, ma Izzo colpisce ancora dalla distanza e Prunotto dà il +10 (6-16), costringendo Luminati al timeout. Tognacci guida la resistenza pesarese, e la Papalini si organizza trovando concretezza da Alessandrini e Bonci, e riportandosi sotto (14-19) a due minuti dalla prima sirena. E’ sempre Alessandrini, con un gioco da tre punti (canestro e fallo subìto), a rimettere in scia Pesaro all’inizio del secondo quarto (17-19), poi Idrissou sale in cattedra ma la partita è decisamente riaperta. Conti riordina la Papalini, Calbini mette i punti del pareggio (25-25), e Seck sfrutta l’inerzia portando il primo vantaggio pesarese dopo il 2-0 iniziale: 27-25 al quarto d’ora. Avellino si inchioda a lungo a quota 27, Pesaro ne approfitta con un parziale di 8-0 che la fa volare via (35-27), la pezza la mette Idrissou con una tripla che riapre i giochi a poco più di un minuto dall’intervallo lungo.

Al rientro, Prunotto mette i punti del pari (40-40), e Bianco e Idrissou cercano la fuga, frenata da Magi con una tripla. Ma Bianco è scatenato e risponde con lo stesso pane, ristabilendo le distanze e mettendo le basi per una nuova fuga (45-52). Avellino tocca il +9 , poi Tognacci riaccende Pesaro con una tripla e Seck chiude la mezz’ora con Pesaro ancora sul binario (50-54). A smuovere ancora la Papalini, dopo un minuto dall’inizio dell’ultima frazione, un antisportivo di De Meo che porta in lunetta Alessandrini. Avellino tiene le distanze, Idrissou spende energie e intimorisce, ma Pesaro non molla di un centimetro. Gli ultimi cinque minuti si aprono con quattro lunghezze a separare le squadre (56-60), e Izzo prova a dare il colpo decisivo da tre (56-63) un minuto dopo. Ma demolire la Vuelle è impresa, se si affida ai muscoli di Seck e al fosforo di Luca Conti, che a 1’49” dallo stop mette la tripla dell’ennesimo pareggio: 67-67 e tutto da rifare. E’ Seck a mettere la freccia a 49 secondi, Alessandrini fa uno su due dalla lunetta e la foga di Idrissou (16 punti e 11 rimbalzi alla fine) e Bianco non basta più. 70-67, è Pesaro la seconda vincente della mattinata bolognese.

VL PAPALINI PESARO-SIDIGAS SCANDONE AVELLINO 70-67

(14-18, 39-34, 50-54)

PESARO:  Pensalfini , Calbini 4, Magi 3, Conti 13, Bonci 11, Tognacci 14, Seck 12, Felici 2, Re ne, Gulini ne, Pagliaro ne, Mujakovic, Alessandrini 11. All. Luminati

AVELLINO: Idrissou 16, De Meo, Caggiano 4, Bianco 16, Genovese ne, Paterno ne, Izzo 11, Zanetti 6, Guariglia, Prunotto 8, Sabatino 6, Birra ne. All. Gabriele.

Arbitri: Calella, Albertazzi.

Note: t2 PS 23/62, AV 19/51; t3 PS 3/14, AV 7/23; tl PS 15/18, AV 8/9; rimb PS 50 (off. 16, Seck 9), AV 40 (off. 10, Idrissou 11).