Covid-19, bollettino 31 luglio. Recrudescenza in giro per il mondo

31.07.2020 19:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Covid-19, bollettino 31 luglio. Recrudescenza in giro per il mondo

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 31 luglio ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare 9 persone: di cui 4 in Lombardia, 1 in Piemonte, 1 in Veneto, 1 in Liguria, 1 in Campania, 1 in Puglia. Sono 379 contro i 386 di ieri i nuovi casi che si registrano: scende la Lombardia, 77 casi contro 88, ma pesa ancora il cluster del centro di accoglienza migranti nel Trevigiano, che fa segnare al Veneto altri 117 casi. In Sicilia 16 nuovi casi, in Sardegna 10, e si tratta di giovani migranti algerini. Solo la Valle d'Aosta fa segnare oggi zero contagi.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio. Chi scrive questo rapporto non conosce nessuno ricoverato in terapia intensiva, ma si ritiene molto fortunato di vivere in zone poco colpite dalla pandemia (campagna toscana) come il tenore Bocelli. Qui le regole sull'uso della mascherina.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 35.141 con un incremento di 9 (3 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 41 (ieri 47). I guariti raggiungono quota 199.974. Gli attualmente positivi sono 12.422. La prudenza è sempre d'obbligo.

Stato di emergenza. Il Senato ha approvato - con 170 voti favorevoli, 4 no e 133 astenuti - lo scostamento di bilancio da 25 miliardi, chiesto dal governo per finanziare le misure di contrasto all'emergenza coronavirus contenute nel decreto di agosto. Il nuovo deficit servirà nelle intenzioni del governo a  finanziare le misure contenute nel nuovo decreto di agosto, tra cui: proroga della cassa integrazione, assegni di disoccupazione, blocco licenziamenti e  revisione del calendario fiscale.

Da oggi i treni a lunga percorrenza Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e i treni Italo possono viaggiare al 100% dei posti. Da oggi infatti, secondo quanto si apprende, si sono realizzate le condizioni poste dal dpcm del 14 luglio. Il provvedimento disponeva infatti la possibilità di far viaggiare i treni a piena capacità purché in presenza di alcune condizioni: tra queste, la misurazione della temperature prima del viaggio; l'autodichiarazione dei passeggeri che certifica di non aver avuto contatti con persone contagiate dal Covid; l'obbligo della mascherina con la sostituzione dopo 4 ore. La situazione comunque, potrebbe cambiare nelle prossime ore alla luce delle nuovi indicazioni che verranno pubblicate nell'ultimo dpcm.

Coronavirus Mondo. Invece sotto  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 16:30 del 31 luglio gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 4,2 milioni, il Brasile supera 2,5 milioni e l'India 1,2; e siamo ormai a oltre 17,0 milioni di contagi confermati nel mondo.

4.496.737 USA ; 2.610.102 Brazil ; 1.638.827 India ; 838.461 Russia ; 482.169 South Africa ; 416.179 Mexico ; 400.683 Peru ; 353.536 Cile ; 304.204 United Kingdom ; 301.530 Iran ; 282.641 Spain ; 277.402 Pakistan ;  276.055 Colombia ; 274.219 Saudi Arabia ; 247.158 Italia ; 234.889 Bangladesh ; 228.924 Turkey ; 222.469 France ; 209.228 Germany ; 178.996 Argentina ; 121.263 Iraq ; 117.382 Canada ; 110.460 Qatar ; 106.336 Indonesia ; 87.363 Cina. Totale contagi mondo 17.084.446. Totale morti mondo: 674.038.

Gli invincibili non esistono. "I picchi di casi Covid-19 in alcuni Paesi sono in parte guidati da giovani che hanno abbassato la guardia durante l'estate dell'emisfero settentrionale". Lo afferma il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: i giovani non sono invincibili. I giovani possono essere infettati, possono morire e possono trasmettere il virus ad altri", ha aggiunto.

La Romania continua a registrare numeri tra i più alti d'Europa. Nelle ultime 24 ore sono stati 1.295 i nuovi contagi, in totale 50.866, e 39 i decessi, in tutto 2.343 dall'inizio della pandemia, comunque in calo rispetto al mese scorso. Cresce anche il numero dei pazienti in terapia intensiva, che sono 409. Dieci province hanno deciso di imporre l'obbligo della mascherina anche all'aperto. La Romania resta il Paese dei Balcani maggiormente colpito dall'epidemia di coronavirus, e per gli arrivi in Italia vige l'obbligo di una quarantena di 14 giorni, unitamente agli arrivi anche dalla Bulgaria.

Il sistema ospedaliero di Hong Kong potrebbe "collassare" con l'impennata di casi di Covid-19: a lanciare l'allarme è la governatrice Carrie Lam che, invitando a restare a casa, ha spiegato che la città è "sull'orlo di un focolaio di comunità su larga scala". Ieri si sono registrati 145 nuovi casi di Coronavirus. Un record negativo che porta le autorità a stabilire nuove misure di contenimento come l'obbligo per i cittadini di indossare le mascherine in pubblico e il divieto di assembramento.

Il ministro brasiliano della Scienza e della Tecnologia, Marcos Pontes, ha annunciato di aver contratto il Covid. "Mi sento bene, ho solo un po 'di sintomi influenzali e mal di testa", ha spiegato il ministro, aggiungendo che continuerà a lavorare da remoto in quarantena domiciliare. I nuovi casi registrati ieri sono stati 69.074. Intanto boom di prescrizioni di idrossiclorochina, farmaco raccomandato dal presidente ma sconsigliato dall’Oms. Nel frattempo riaperti i confini agli stranieri che arrivano in aereo

La Germania ha registrato 870 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore e 7 decessi. Lo rende noto l'Istituto Robert Koch. Ieri i nuovi casi erano stati 902. Il principale focolaio continua ad essere quello di Mamming, in Baviera, dove dopo che sabato scorso sono risultati positivi 174 lavoratori agricoli stagionali le autorità hanno messo in quarantena 500 persone. Altri focolai sono stati registrati nei mattatoi, per questo il ministro del Lavoro ha annunciato delle misure restrittive in questo settore. Il ministro dell'Economia, Peter Altmaier, ha definito questo aumento dei casi "un importante avvertimento" sottolineando come una ripresa dell'epidemia potrebbe mettere in pericolo la ripresa economica che, secondo il ministro, sta già mostrando i primi segnali.

USA. La maggior parte dei test per il Coronavirus fatti negli Stati Uniti sono uno "spreco totale" secondo Bill Gates, fondatore di Microsoft, che ne ha parlato in un’intervista alla Cnbc. Bill Gates, molto attivo sul fronte della pandemia con la sua fondazione, ha spiegato che i risultati ci mettono troppo tempo ad arrivare, mentre le persone dovrebbero sapere quanto prima se hanno contratto il virus e iniziare l’isolamento. "È una follia pagare qualcuno per ottenere un test che richiede più di 48 ore per ottenere il risultato", ha detto Gates. “La maggior parte di quelli che vengono effettuati sono uno spreco completo. Dobbiamo dare delle priorità – ha aggiunto – È necessario assicurarsi che le comunità a basso reddito, che sono più a rischio, ottengano questi risultati entro 24 ore”.  “Nessuno dovrebbe pagare un dollaro per questo – così ancora il filantropo – è pazzesco. Serve una risposta immediata così si da cambiare subito il proprio comportamento ed evitare di infettare altre persone”

In Svezia, tra i pochi paesi europei a non aver deciso per il lockdown e la chiusura delle attività economiche e produttive per contenere il contagio da Coronavirus, è stata raggiunta la soglia degli 80mila casi positivi. Per questo, il governo di Stoccolma ha dichiarato oggi che continuerà a incoraggiare le persone a lavorare da casa quando possibile. Lo riporta il Guardian. La raccomandazione rimarrà in vigore fino al nuovo anno, soprattutto per evitare l'affollamento dei mezzi pubblici. Anche perché l'Agenzia per la salute pubblica del paese ha osservato che "se i casi tornano a crescere, c'è un rischio considerevole di una nuova ondata della pandemia in autunno".

In Francia le autorità sanitarie hanno confermato un “aumento considerevole” nel numero di casi di coronavirus, pari al 54 per cento in una settimana sul territorio nazionale (escludendo i dipartimenti d’oltremare). L'aumento ha riguardato tutte le fasce d'età, ma secondo l’agenzia nazionale di sanità pubblica, Santé publique France, preoccupano particolarmente i contagi di persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Vi è stato un aumento del numero di pazienti ricoverati in ospedale con il Coronavirus. I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono stati 1.377, un numero solo di poco più basso rispetto a quello del giorno precedente che aveva segnato il record dal mese di maggio. Anche il numero dei focolai è aumentato e ora sono 151.