ABA League: Due debuttanti dal ricco passato ai nastri di partenza

05.06.2020 08:00 di Marco Garbin   Vedi letture
ABA League: Due debuttanti dal ricco passato ai nastri di partenza

Chiusa senza vincitori nè vinti la stagione in corso, in Lega Adriatica è già tutto pronto (o quasi) per la prossima. Ferme restando le incognite dovute ai budget (ragione per cui al Koper continuano i saldi) il 2020-21 vedrà il ritorno sui campi che contano di due team dal passato davvero importante: Borac Čačak (Serbia) e Split (Croazia) si affiancheranno alle 12 che hanno onorato la stagione monca causa pandemia da Covid-19.
I serbi, pur non avendo raccolto grandi successi, sono da ormai dieci anni stabilmente ai vertici della lega nazionale e hanno formato campioni di elevatissimo livello quali Željko ObradovićDragan Kićanović e più recentemente Miroslav Raduljica. Quest'anno, all'interruzione del torneo di ABA League 2, il Borac era saldamente al comando con 20 vittorie e 2 sconfitte.
Secondi, a pari merito con i macedoni del MZT Skopje ma avanti per differenza canestri, i croati dello Split (ben noti in ex-ju come "Jugoplastika", storico sponsor). Decisamente più interessante il loro palmares: 7 campionati e 10 coppe nazionali, 3 Euroleague, 1 SuperCup e 2 Korać!
L'elenco di campioni che hanno indossato la casacca gialla dello Split è davvero impressionante e non si può fare a meno di evidenziare quelli che hanno scritto pagine importanti del basket mondiale: Dino Rađa, Toni KukočPetar Skansi.
Certo il livello tecnico oggi è assolutamente diverso, ma le emozioni che il basket ex-ju suscita hanno sempre le loro radici ben salde nel passato, un passato che fa camminare fianco a fianco campioni di ieri e di oggi.