Serie C - Virtus Imola: con il Leoncino arriva la settima vittoria consecutiva

26.04.2021 14:30 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Virtus Imola: con il Leoncino arriva la settima vittoria consecutiva

Ennesima perla della stagione per la Intech Virtus Imola che supera di slancio i ragazzi del Basket Leoncino 89-67 e prosegue il proprio cammino al vertice della classifica, con un ruolino di marcia perfetto.

Sette le vittorie consecutive per i gialloneri, con 14 punti in ghiacciaia ed il passo decisivo verso la qualificazione al girone Oro, che ora è ufficiale e matematica!

Con la sconfitta, infatti, di Molinella a Lugo e la contemporanea vittoria imolese su Leoncino, sarà ora impossibile per i felsinei raggiungere la quadra di Regazzi che, al peggio, arriverà terza. Ma al momento sta veleggiando in vetta, a pieno regime e con soli successi raccolti sia al PalaRuggi che in trasferta.

Ora mancano 3 match alla chiusura della regular season e saranno tutte sfide di alto livello contro l’altra qualificata Ferrara ed il doppio confronto con gli Aviators Lugo. In sequenza, mercoledì 28 aprile Imola-Lugo, domenica 2 maggio Imola-Ferrara e mercoledì 5 maggio Lugo-Imola. Tutte gare in cui i punti in palio varranno doppio, perchè, oltre a stabilire la classifica finale del girone Sud, saranno punti che i gialloneri si porteranno nella nuova classifica “unitaria” nella seconda fase.

La vittoria contro il Basket Leoncino nasce da un primo tempo da 49 punti, da una superiorità di esperienza e di carattere nel momento topico del match, ovvero quando gli ospiti erano ancora ampiamente in partita al 5’ del 3° quarto sul 60-54. In pochi minuti Imola fa il vuoto e si ritrova a fine parziale sul 73-57. I giochi si chiudono, in pratica, durante l’ultimo intervallo breve, anche se i locali non iniziano al meglio l’ultimo quarto. Quando il divario raggiunge le 20 lunghezze appare chiaro come la rimonta non fosse più nelle corde di Marzaro e compagni. E nonostante questo, i biancoazzurri hanno buttato in campo un “total pressing” fino all’ultima azione, nonostante il -21 sul tabellone. Gli ospiti fanno registrare ben 74 tiri totali di cui solamente 22 realizzati, con 8/32 dall’arco, mentre dall’altra parte quasi il 50% complessivo al tiro (30/59), di cui 11/23 (3 a testa per Begic e Ranocchi e 2 per Magagnoli).

Finisce in trionfo per l’Intech che si porta a casa l’89-67 al suono della sirena.

Da segnalare, prima del match, il ritrovo dell’Armata Giallonera davanti all’ingresso del PalaRuggi, in sicurezza, per salutare ed omaggiare i ragazzi primi in classifica. Un bel momento di carica e di emozioni per tutti i presenti che, seppur con tutte le limitazioni del caso, hanno potuto incontrare da vicino i propri beniamini.

La cronaca.

Intech alla palla a due si presenta con Locci, Ramilli, Barattini, Begic e Ranocchi, coach Montena risponde con Marzaro, Galdiolo, Rossato, Stavla e Boateng.

La tripla di Alessandro Ranocchi scalda subito la partita (5-2), quindi Begic segna il 4° punto personale per il 10-4 a 6’ dal primo intervallo breve. La squadra griffata Intech cerca di spingere subito sull’acceleratore, con Barattini che penetra per il 12-4 e, subito dopo, lancia a tutto campo per il contropiede di Begic: Imola avanti 14-4 a metà frazione. Aglio segna (con fallo subìto) per il 17-6, lanciato da Murati, entrambi appena entrati in campo, quindi è la volta di Salsini a scaldar la mano, un passo dentro l’area (19-8 al 7’). Ranocchi, subito dopo punisce gli avversari dalla stessa mattonella, ovvero nell’angolo destro, dietro l’arco e Intech vola sul +12 (22-10). Dall’altra parte centra la tripla frontale di Rossato (5 per lui in questo frangente). A 2’ dalla sirena, Aglio tenta la prodezza allo scadere dei 24”, ma colpisce il ferro: la stessa ala si getta sul rimbalzo ed esce dall’area sul versante d’attacco destro, dove si alza per il 25-13. Alla prima pausa ci si arriva sul 27-16. I locali, senza strafare, si ritrovano sul +11, ma, soprattutto, a cavallo dei 30 punti nei primi 10’.

Nei primi 90 secondi del quarto successivo, Leoncino segna due triple con Stavla e Coassin per il 27-22. Quindi Stavla accorcia ancora con l’entrata con canestro e fallo che riporta sotto gli ospiti sul 27-26 al 3’. Stavla e Toffanin pescano i jolly che mandano avanti il Basket Leoncino sul 30-32, con Begic costretto a tentare le vie centrali per il pareggio. Al 6’, Barattini infila la tripla dall’angolo sinistro, con la Virtus che da qualche minuto gioca (e bene con il doppio playmaker). Imola di nuovo avanti 39-36. Boateng prima segna il -1 a 3’30” dalla sirena, quindi commette un fallaccio col braccio teso sul volto di un Barattini in pieno slancio durante la sua classica serpentina in area: antisportivo per l’ala e fallo tecnico per Aglio per la reazione al fallo sul compagno. Fortunatamente il timeout successivo serve a raffreddare gli animi. Restano, comunque, in campo tutti i protagonisti dell’azione precedente. A 2’ dalla pausa, Aglio inventa un grande assist volante per Magagnoli che segna da sotto, mentre nell’azione successiva Barattini intercetta una palla vagante per poi spingere il contropiede di Ranocchi che appoggia nella retina il 46-39. In un paio di giri di lancette la Virtus scappa dal 36-36 al 46-39 con un minibreak di 10-3 che segna uno dei primi scossoni all’equilibrio del match. A circa 40” dallo scadere Magagnoli pesca Cristian Murati che, da dietro all’arco, pone la firma sulla tripla che vale il +9. Marzaro accorcia nell’ultimo possesso ospite. All’intervallo le squadre si fermano sul 49-42.

Cambio campo e Begic si alza sul versante sinistro, dall’arco, per il 52-45, quindi si ripete dalla zona opposta per il 55-48. Poi Locci si inciampa sul’avversario, ma riceve il fallo tecnico. A cavallo del 3’, Begic e Marzaro si sfidano (segnando) da dietro l’arco per il 57-53. Salsini segna il punto personale numero 9 al termine di un bella penetrazione. Dopo 4’30”, Intech avanti 60-54. Tripla (al limite della riga dell’arco) di Begic, palombella dalla media distanza di Aglio, tripla frontale di Ranocchi, stepback di Murati (con fallo e libero aggiuntivo), assist di Aglio per l’infilata di Ranocchi, mentre dall’altra parte è Toffanin dalla distanza a spezzare il “filotto” giallonero. In 4’ circa, l’Intech ipoteca la vittoria finale, centrando un break di 13-3 che risulterà fondamentale (73-57). Con lo stesso punteggio si chiude il parziale.

E’ un tiro dalla media distanza in post basso di Ranocchi a sbloccare l’ultimo quarto con l’Intech Imola che vola sul +18. Ormai la Virtus viaggia con il pilota automatico, con coach Regazzi che centellina i minutaggi dei suoi, per risparmiare le energie in vista delle prossime sfide di campionato. Segna da lontano Magagnoli, che si ripete poco dopo per il 81-59, quindi i liberi di Salsini firmano il massimo vantaggio di serata sul +24 (83-59), a metà frazione. Negli ultimi 3’ i padroni di casa gestiscono il bottino, senza patemi e senza ulteriori squilli tecnici. L’ultima perla da registrare, il primo canestro in campionato per il prospetto imolese Cesare Piani Gentile che firma gli ultimi punti dell’Intech, trasformando in oro l’assist pulito dell’altro giovane Savino.

Finisce il match sull’89-67, al termine di 40’ veloci, vissuti tutti d’un fiato, con un’intensità assoluta degli ospiti e con la Virtus che reagisce con l’esperienza ed il talento di tutti i suoi effettivi.

Si finisce, soprattutto, con i 20 punti Begic, i 15 di Ranocchi, i 13 di Magagnoli e gli 11 di Salsini. Dall’altra parte, 13 a testa per Stavla e Rossato, 11 per Toffanin.

Festa grande per la Intech Virtus Imola che resta capolista solitaria del girone Sud 2020/2021.

INTECH VIRTUS IMOLA-BASKET LEONCINO 89-67

(parziali: 27-16 / 49-42 / 73-57)

Virtus: Dalpozzo ne, Salsini 11, Aglio 8, Ramilli, Murati 9, Locci 1, Magagnoli 13, Ranocchi 15, Barattini 10, Piani Gentile 2, Begic 20, Savino. All: Regazzi

Leoncino: Marzaro 7, Galdiolo 6, Gamberoni 2, Buogo 2, Toffanin 11, Coassin 3, Tonon, Rossato 13, Cavinato 2, Boateng 7, Stavla 13, Calzolari 1. All: Montena

Arbitri: Piedimonte e Moratti