Serie C - Contro il 5 Pari arriva il primo stop per Crocetta

17.11.2019 14:07 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Contro il 5 Pari arriva il primo stop per Crocetta

Con una prestazione di spaventosa sostanza la 5 Pari sbanca il PalaBallin infliggendo alla Crocetta il primo stop stagionale.
I gialloverdi, comunque ancora leader solitari della classifica, ci stanno dentro per un tempo, poi, complice la serata no al tiro, devono inchinarsi alla supremazia degli avversari, illuminati da un Dello Iacovo due gradini sopra tutti.
Tante le chiavi di lettura del verdetto. Tra le possibili, la difficoltà crocettina ad arginare le percussioni dello scatenato Dello Iacovo, che gioca per se ma con il penetra-e-scarica, a fronte della costante preoccupazione salesiana a limitare la fisicità di Drame, apre spazi invitanti sugli esterni per i tiratori (e un paio siluri di Nicora incidono e non poco sull’andamento del match).
Non di scarso rilievo poi la maggior propensione degli ospiti a seguire il tiro a rimbalzo: sulle 16 rigiocate la Cinque Pari costruisce l’allungo risolutivo e buona parte dell’ampio vantaggio finale.
Infine, e anche questo è un fattore di significato, sul fronte offensivo i salesiani vivono una serata da dimenticare al tiro da tre (1 su 12), e soprattutto fanno enorme fatica a costruire gioco sugli insistiti show alti in aiuto di Drame, che schermano la visuale ai portatori di palla e ritardano la circolazione, obbligandola in più occasioni a sfociare nella forzatura.
A far da preludio alla palla a due un commosso minuto di silenzio in omaggio della mamma dell’ex crocettino Luca Vetrone, scomparsa a poche ore dal match.
Primo quarto giocato tutto d’un fiato e di ottima fattura tecnica nonostante il ritmo e l’intensità.
Gli ospiti pressano dalla rimessa e in attacco giocano in avvicinamento con pochi passaggi e quasi nessun palleggio. La Crocetta dal canto suo mostra la faccia cattiva e va dentro con determinazione: Pasqualini assiste per Antonietti, poi chiude una transizione di De Simone: 8-5.
Il reattivo Drame impatta con un gioco da 3 punti, a cui replicano Pasqualini, che vola più in alto del muro opposto dai raddoppi, e Antonietti, a sfidare ancora il marcatore ai 3 metri per il 12-8 del 4’.
Propositiva ed efficace nelle soluzioni interne, la Crocetta, nonostante il giro palla abbia i tempi giusti, lo è meno quando opta per le alternative. Antonietti trova comunque spazio per mettere a referto il 14-9.
La Cinque non fa una piega, si avvicina con Nicora e approfitta del bonus per rientrare dalla lunetta: 14-16.
Sotto le tabelle non si fanno complimenti, con gli arbitri costretti a fermare tutto a più riprese. Tampellini prende la linea di fondo e porta gli ospiti al comando sul 16-18, i padroni di casa provano a velocizzare la manovra e nei 4 secondi conclusivi del quarto vanno al pari con corsa di Pasqualini, altruista per De Simone: 18-18.
Attivi nei cambi in marcatura, dove però i tentativi di anticipo non pagano e portano spesso al fallo, i salesiani coinvolgono i loro lunghi anche nella fase iniziale del secondo periodo.
Pozzato, recuperato dall’infortunio con il Borgomanero, dà un po’ di vivacità ma il gioco dei gialloverdi non trova continuità e neppure più la verticalità della frazione precedente.
Presente e iper-reattiva, la Cinque invece pressa con attenzione e disciplina, recupera palla e costringe al fallo - ben 6 i minuti di bonus –, provandoci con tre di Canepa e un libero di Drame, out poco dopo per il terzo personale: 24-29 al 15’.
La Crocetta alza la linea a metà campo e la mossa paga: i recuperi portano in lunetta Barraz e Pasqualini, che viaggiano al 50%, ma consentono il rientro a -1.
Manca ancora, e tanto, il tiro da fuori, che consentirebbe di aprire la ‘scatola’ proposta dalla Cinque a presidio del canestro.
Per due volte Antonietti va a cercare gloria, trovandola, in avvicinamento, quindi negli 11 secondi che mancano al riposo, quando nessuno se l’aspetto, ecco, improvvisa, la svolta del match.
Pasticcio a metà campo tra De Simone e Pasqualini, recupero di Dello Iacovo: l’esterno salesiano prova a tagliare la via al contropiede, contatto, antisportivo: 2 su 2, 34-39.
Sull’azione addizionale Dello Iacovo si butta dentro e subisce di nuovo fallo: stavolta ne infila uno solo ma basta per mettere per la prima volta due possessi pieni tra le due squadre: 34-40.
Uno stoppone di Drame e un’altra bomba di Canepa convertono tutte le bellicose intenzioni ospiti alla riapertura delle ostilità. La Crocetta è sempre imprecisa e appare intimidita, concedendo più volte il rimbalzo offensivo: addirittura 3 nel giro di pochi secondi quelli che portano al tiro in caduta di Dello Iacovo per il 34-45.
Rallentata anche dalla barriera dei raddoppi che si trova davanti, la squadra di casa va alla disperata ricerca delle percentuali ma, con l’area vietata, si perde in una marea di forzature da fuori e in più di un caso non riesce neppure a concludere.
Le Cinque prende linfa dalla situazione positiva ed è tanto aggressiva e concreta dietro, quanto spietata in fase di possesso: di Nicora i due fendenti in diagonale da destra che portano al time-out salesiano sul 37-50.
Gli aggiustamenti in corsa di coach Conti sortiscono gli effetti desiderati: l’abbassamento del quintetto, con risposta a specchio dell’avversario, consente finalmente alla Crocetta di correre negli spazi. Pasqualini si carica la squadra sulle spalle e la spinge oltre l’ostacolo: la prepotente schiacciata in entrata del 45-50 al 26’ sembra una scossa al match.
Non è così, la Cinque Pari controlla tutto con pazienza e lucidità e propone uno spessore agonistico inarrivabile al momento per i salesiani; che, dal canto loro, non seguono il tiro, in pratica sempre sbagliato, e scivolano inesorabilmente all’indietro.
Dello Iacovo e Raiteri guardano i 4 falli a tabellone e attaccano senza soluzione di continuità: falli, liberi e ospiti di nuovo sul +10: 45-55.
Nel minuto e 40 rimanente la Cinque allunga (46-61) ancora con l’irrefrenabile Dello Iacovo, protagonista assoluto anche in avvio di ultima frazione delle invenzioni che portano il ritardo crocettino a termini di irrecuperabilità: 48-69 al 34’
Di Drame il 2+1 del 52-75.
Nel finale arriva un fiscale tecnico per proteste a Pasqualini, che si somma all’antisportivo del secondo quarto e vale l’espulsione. 

DON BOSCO CROCETTA-5 PARI 55-79
Parziali: 18-18, 34-40, 46-61
CROCETTA: De Simone 8, Bonelli 4, Barraz 1, Antonietti 15, Pasqualini 15, Andreutti 4, Possekel 4, Bonadio 2, Maino 2, Pozzato, Giordana. All. Conti. Ass. Usai.
5 PARI: Ceccarelli 8, Tulumello 4, Nicora 15, Raiteri 2, Dello Iacovo 19, Aureli 1, Quaranta 3, Drame 10, Tampellini 6, Canepa 9, Borgialli 2. All. Sacco.