LIVE A2 - Biella torna a vincere dopo un lungo digiuno, Udine è in crisi

17.01.2021 19:58 di Andrea Deandreis Twitter:    Vedi letture
LIVE A2 - Biella torna a vincere dopo un lungo digiuno, Udine è in crisi
© foto di Pallacanestro Biella

Biella torna a vincere dopo 6 partite e lo fa battendo per 84-62 Udine grazie a un secondo tempo spaziale (48-30 il parziale degli ultimi 20'). Per l'Edilnol Ottime risposte da parte di Miaschi, miglior marcatore del match con 19 punti, e Barbante alla sua prima partenza in quintetto in stagione; da segnalare anche l'ottima prova, nonostante le percentuali al tiro, di Laganà che chiude con 8 punti, 7 rimbalzi e 7 assist la sua gara. Il piano gara di coach Squarcina ha funzionato pienamente costringendo i friulani ad un pessimo 4/28 da 3 punti, mentre l'attacco rossoblù ha ritrovato via via durante l'arco della partita fiducia al tiro da fuori per un complessivo 11/28. Per Udine prova incolore di tutti gli interpreti soprattutto da parte del rientrante Johnson (1/11 al tiro per lui). Prossima gara per i biellesi di nuovo in casa contro una lanciatissima Orzinuovi, mentre Udine proverà a spezzare la striscia di 3 sconfitte consecutive e trovare la prima vittora del 2021 ricevendo Bergamo al PalaCarnera.

Cronaca:

Quintetti:

Biella: Berdini, Laganà, Miaschi, Hawkins, Barbante

Udine: Giuri, Johnson, DeAngeli, Italiano, Foulland

Primo Quarto:

Berdini sblocca il match con la tripla su assist di Laganà, Foulland viene stoppato ma recupera il rimbalzo subendo poi fallo, 2/2 ai liberi per il centro americano. Hawkins con due errori consecutivi dal campo, Foulland ancora per il primo vantaggio ospite. Laganà attacca il ferro e si guadagna un viaggio in lunetta, fa solo 1/2 pareggiando a quota 4 dopo 3'. L'alley-oop alzato dal neo-entrato Mussini viene finito da Foulland (tutti suoi i primi 6 punti di Udine) Miaschi in penetrazione replica subito, il centro udinese è dominante sotto plance e va ancora a segno, Miaschi risponde con una tripla allo scadere dei 24''. Barbante e Hawkins in contropiede vanno a schiacciare dopo due brutte rientri difensivi degli ospiti, 13-8 al 6' e time-out chiesto da coach Boniciolli. Antonutti appena entrato piazza subito una bomba, Mussini si butta poi dentro guadagnandosi due liberi, entrambi realizzati, per pareggiare subito il mini-break biellese. Miaschi batte ancora la difesa avversaria con un lay-up vincente, entrano Nobile e Pellegrino per Udine, Pollone e Wojciechowski per l'Edilnol. Mussini ruba e va a segnare in contropiede, Wojciechowski pulisce un errore di Berdini per il nuovo +2 biellese. Lugic anche lui da rimbalzo offensivo realizza, Nobile allo scadere del quarto fissa il punteggio sul 19-17.

Secondo Quarto:

Il semigancio mancino a bersaglio di Pellegrino apre la seconda frazione, Wojciechowski riporta i suoi in vantaggio, Pellegrino dal post pareggia ancora quota a 21. Mussini sigla la tripla del +3, Hawkins dalla rimessa accorcia subito, Foulland appena rientrato torna immediatamente a segnare, Italiano in penetrazione appoggia il 23-28 e coach Squarcina ferma la partita con il minuto di sospensione. Hawkins accorcia andando a segno con entrambi i liberi da lui conquistati, Laganà ruba in difesa lanciando Miaschi per la schiacciata facile, l'azione di Biella si ripete sostanzialmente uguale subito dopo con il capitano rossoblù che manda a schiacciare Hawkins questa volta, l'Edilnol torna avanti con un 6-0 di parziale e gli ospiti chiedono time-out. Giuri si mette in proprio e segna in palleggio, arresto e tiro, Hawkins ruba un pallone a Mussini e va a schiacciare di nuovo, Berdini piazza la tripla dall'angolo, Miaschi va a segno in entrata per il 36-30 biellese mentre l'attacco di Udine non riesce a trovare il fondo della retina con il tiro dalla lunga. Antonutti viene spinto a rimbalzo e grazie al bonus già speso dagli avversari va in lunetta per un 2/2, l'ultima azione del primo tempo si conclude con un errore da 3 punti di Laganà, 36-32 al 20' sul tabellone.

Terzo Quarto:

Il secondo tempo inizia con un palleggio, arresto e tiro a bersaglio di Nobile per dimezzare lo svantaggio, Biella risponde con Miaschi che attaccando il canestro subisce fallo ma in lunetta fa solo 1/2, Laganà si mette in proprio e realizza un canestro di pure talento per il +5 biellese. Mussini in transizione subisce il terzo fallo di Barbante e accorcia sul 39-36. Hawkins ruba un pallone dopo averlo deviato e vola in contropiede l'ennesima schiacciata della sua partita, il brutto rientro in difesa dei suoi fa chiamare time-out a coach Boniciolli al 24'. Il rientro dal minuto di sospensione però è ancora favorevole all'Edilnol che continua ad andare a segno in transizione, prima la bomba di Hawkins poi il fallo subito da Laganà per due liberi a bersaglio, +10 per i rossoblù. La difesa di Biella continua a produrre palle recuperate, la transizione di Biella porta ad un fallo antisportivo di Italiano su Berdini che va a segno con entrambi i liberi a sua disposizione. Sull'azione successiva Hawkins sbaglia e protesta prendendosi un fallo tecnico che Johnson converte per il 48-37 al 25'. Johnson si sblocca anche dal campo con una tripla. Altro recupero biellese e altro canestro in transizione questa volta di Lugic, l'Edilnol è di nuovo in doppia cifra di vantaggio e altro time-out chiesto da parte di Udine. Pellegrino sfrutta un cambio difensivo da parte della difesa per subire fallo e grazie al bonus andare in lunetta facendo però solo 1/2, Lugic in faccia ad Antonutti per il +11 dei padroni di casa, Giuri con un 3/3 ai liberi accorcia quando manca 1' alla fine del terzo quarto. Errore da 3 punti di Lugic, Pellegrino subisce fallo a rimbalzo ma fa di nuovo 1/2, 52-45. Pollone va anche lui in lunetta e realizza entrambe le conclusioni per il 54-45 al 30'.

Quarto Quarto:

Barbante su assist di Miaschi mette subito la tripla in apertura di quarto quarto, replica dall'altra parte Giuri con un 2+1. Miaschi subisce un fallo antisportivo da parte dello stesso Giuri, 2/2 ai liberi e sull'azione successiva Barbante piazza un'altra tripla dalla punta, Miaschi ruba e va a schiacciare il +16, ultimo time-out del match chiesto da Udine. Berdini commette anche lui fallo antisportivo, questa volta su Pellegrino, 1/2 dalla lunetta ma Nobile subisce una stoppata di Lugic che lancia Pollone per la tripla in transizione, 67-49 al 33'. L'attacco di Udine batte in testa, mentre continua a punire dall'arco per il massimo vantaggio sul +21. Pellegrino pulisce un errore di Johnson, Barbante piazza la sua terza tripla del quarto aggiornando il massimo vantaggio, 73-51. Mussini per il -20 a 5' dalla linea, gli ultimi assalti da parte di Udine vengono respinti da Berdini e Wojciechowski, gli ultimi minuti sono puro garbage time. Il punteggio finale è in favore dell'Edilnol 84-62.

Parziali: 19-17, 36-32, 54-45, 84-62

Biella: Berdini 10, Moretti, Loro, Bertetti, Laganà 8, Barbante 11, Miaschi 19, Vincini, Wojciechowski 7, Pollone 5, Hawkins 15, Lugic 9

Udine: Johnson 4, Mussini 11, DeAngeli, Schina 2, Antonutti 5, Foulland 10, Giuri 8, Nobile 4, Pellegrino 13, Italiano 5