A2 - Nell'anticipo di sabato la Givova Scafati va a far visita alla matricola Nardò

15.10.2021 17:51 di Carmine Sorrentino   vedi letture
Lo scafatese Clarke
Lo scafatese Clarke
© foto di Foto Givova Scafati

Dopo due gare molto vinte con relativa facilità, la Givova Scafati, sabato sera, anticiperà la terza giornata di campionato, al palaPentassuglia di Brindisi, affrontando la neopromossa Next Nardo che viaggia anch’essa a punteggio pieno .

Si potrebbe tranquillamente dire che sono state giocate solo due gare e che quindi poteva anche succedere che una neopromossa si trovasse in testa alla classifica. Però, analizzando bene le cose dobbiamo ammettere che la squadra pugliese, guidata da un brillantissimo Marco Gandini, è stata rinforzata alla grande proprio per poter restare in A2. Il DG Mondolfo ha messo sotto contratto due americani di sicuro rendimento come Ferguson e il centro Quintrell Thomas e ha portato in Puglia un giocatore di assoluto valore come Mitchell Poletti. I risultati si sono visti subito, già in Supercoppa e sono stati poi confermati in campionato dove i pugliesi, nella prima giornata di campionato, hanno battuto a domicilio l'Eurobasket Roma per 95 a 74 e hanno poi vinto , tra le mura amiche, contro la Tramec Cento, per 82 a 72.

Se andiamo a leggerci qualche statistica ci rendiamo conto che pugliesi segnano oltre 88 punti di media a gara ed hanno un super veterano come Ferguson che viaggia a 23 punti a partita nei 31 minuti giocati poi c'è Poletti che segue a 17 punti a partita e Thomas con 16.

La squadra di Gandini è davvero forte e domenica sarà un banco di prova molto attendibile per valutare la forza e lo stato di forma della squadra di coach Alessandro Rossi.

Gli scafatesi di “patron” Longobardi hanno 5 giocatori in doppia cifra e soprattutto una panchina lunghissima con ben 10 giocatori in rotazione. Anche quest'anno, il punto fermo della Givova Scafati è Riccardo Cuor di Leone Rossato, uno che viaggia a 16 punti di media con tanto di annessi e connessi, seguito da Clarke e da Raucci con 12 , Monaldi con 11,5 e Cucci con 11 punti.

Fino ad oggi, nelle due gare giocate, gli scafatesi hanno mostrato, un buon basket anche se ci sono state alcune pause, forse perché, quest'anno, manca la pericolosità nell’attaccare il ferro del suo lungo americano.

Dopo un anno in cui a Scafati si erano abituati all’ MVP dello scorso campionato, Charles Thomas, che dava un apposto notevole sia in termini di punti che di gioco nel pitturato, quest’anno sono passati ad un centro come Ed Daniel, uno con pochi punti nelle mani, che fa tanto “gioco sporco” e che soprattutto non sembra ancora nella migliore forma possibile.

La difesa degli scafatesi ( 68,5 punti subiti a gara), dovrà sudare molto per limitare il secondo attacco del campionato: se Rossi & soci vogliono ritornare a casa con i due punti in tasca dovranno giocare una gara quasi perfetta.

Siamo sicuri che, questo scontro tra un grande attacco e una difesa molto arcigna, produrrà uno spettacolo che divertirà il pubblico sugli spalti. A noi quindi non resta che leggere cosa hanno detto i responsabili dell’area tecnica delle due squadre per farci un quadro più preciso della situazione.

Ecco le parole del coach dei padroni di casa, Marco Gandini :  < Incontriamo una squadra allestita per provare a vincere il campionato e siamo consapevoli di dover alzare il nostro livello fisico e mentale se vogliamo competere per 40 minuti. Le due vittorie consecutive ci danno la tranquillità giusta per affrontare Scafati senza particolare pressione, ma semplicemente godendoci una partita ad alto contenuto tecnico davanti al nostro pubblico, mantenendo intatta la nostra ambizione di poter essere competitivi contro tutti. Sono sicuro che se saremo bravi mentalmente a reggere l’urto fisico dei campani potremmo regalare ai nostri tifosi un’altra partita emozionante >.

Queste invece le parole del coach scafatese, Alessandro Rossi :< I risultati positivi aiutano a generare un clima sereno, ma non dobbiamo farci distrarre dai risultati e perdere di vista la crescita graduale nel medio e lungo termine della squadra, trovando sempre spunti per migliorarci. Quella che sabato sera ci attende a Nardò sarà una partita difficilissima, perché affronteremo una squadra che ha grande entusiasmo, che ha iniziato bene la stagione e dispone di atleti di indiscusso valore. Sarà per noi un ulteriore test di maturità, in cui metterci alla prova, per provare a fare un ulteriore passo in avanti e affrontare mentalmente con più continuità la sfida, a differenza dei precedenti incontri, evitando quegli alti e bassi che hanno condizionato un po’ le due precedenti apparizioni in campionato. L’aspetto ambientale avrà un peso specifico importante, il roster avversario è di buona caratura, come dimostrano le prestazioni fin qui disputate dagli statunitensi Ferguson e Thomas, da Poletti, Leonzio, La Torre e Fallucca, tutti atleti che conoscono bene questo campionato. Ci attende il compito più difficile tra quelli fin qui assegnati >.

Infermeria: tutti abili ed arruolati tranne lo scafatese Raucci che sta svolgendo lavoro differenziato a causa dell’infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori domenica scorsa.

Media ed iniziative – La partita sarà trasmessa, in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP Pass”). Sulla pagina Facebook ufficiale e in diretta sui canali social, Telegram, Instagram e Twitter ci saranno aggiornamenti in tempo reale.

Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21.00) e di mercoledì (ore 15:00).

Arbitri : Gabriele Gagno di Spresiano (TV) , Fabio Bonotto di Ravenna e Gian Lorenzo Miniati di Firenze.

Le formazioni in campo al PalaPentassuglia :

NEXT NARDO’ : Cavalera, Tyrtyshnik, Poletti, Fallucca, Cappelluti, Ferguson, Burini, La Torre, Leonzio, Jerkovic, Jankovic, Thomas. All. Marco Gandini

GIVOVA SCAFATI BASKET : Daniel, Parravicini, De Laurentiis, Ambrosin, Clarke, Rossato, Raucci, Monaldi, Cucci, Ikangi. All. Alessandro Rossi.