Covid-19, 12 novembre: dalle regioni ordinanze restrittive

12.11.2020 17:19 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Covid-19, 12 novembre: dalle regioni ordinanze restrittive

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 12 novembre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 636 persone. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 37.978 (ieri 32.961) su 234.672 tamponi. La regione con più casi è sempre la Lombardia con 9.291 nuovi positivi; po 4.787 in Piemonte e 4.065 in Campania. Nel Veneto 3.564 contagi, 2.686 nel Lazio, 1.932 in Toscana, 1.434 in Puglia, 838 in Friuli e 833 nelle Marche.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 43,589 con un incremento di 636 (623 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 3.170 (ieri 3.059). I guariti raggiungono quota 387.758. Gli attualmente positivi sono 635.054 sempre in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

Per cercare di contrastare l'ondata dei contagi, oggi i governatori di Emilia Romagna, Veneto e Friuli hanno emanato 3 nuove ordinanze, con misure più restrittive anti Coronavirus, rispetto a quelle previste dall'ultimo Dpcm per le regioni in zona gialla. Nel frattempo, anche nel resto del mondo la pandemia da Covid19 continua a correre e gli Stati Uniti, che restano il paese più colpito, sono alle prese con una nuova accelerazione. 

L'Italia avrà accesso ad almeno il 13,51% di 300 milioni di dosi di vaccino Pfizer-BioNtech riservati all'Ue. "La ripartizione delle dosi – spiegano dalla Commissione Ue – avviene sulla base della popolazione di ciascun Stato membro rispetto al totale degli abitanti dell'Ue" (200 milioni più un'opzione per altri 100milioni) e il dato si ricava da fonti Eurostat. Ma la percentuale di dosi per l'Italia potrebbe anche essere più alta: con la procedura che partirà domani dopo il via libera del collegio dei commissari Ue, le capitali avranno cinque giorni per presentare eventuali opt out. In caso di astensioni aumenteranno le dosi per gli altri Paesi.

"La situazione in Alto Adige e' critica, i dati epidemiologici sono peggiorati negli ultimi giorni, abbiamo un tasso di infezione molto alto. La situazione e' critica anche in terapia intensiva e ci stiamo avvicinando ai limiti anche negli altri reparti". Lo ha detto il governatore Arno Kompatscher in apertura di videoconferenza stampa nel corso della quale saranno illustrate le nuove misure di contenimento del Covid-19 che entreranno in vigore da sabato. 

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 17:30 del 12 novembre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 10,4 milioni, l'India supera 8,6 milioni e il Brasile 5,7.

Totale contagi mondo 52,304,064. Totale morti mondo: 1,287,051.

India. Delhi ha registrato piu' di 8.500 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore , il record piu' alto sinora raggiunto, e uno dei dati piu' preoccupanti dell'intero paese. La capitale indiana sta affrontando in questi giorni la terza ondata del contagio, dopo un periodo di stabilita' di circa un mese: il picco ha creato nuova pressione sugli ospedali, dove meta' dei letti disponibili, stando ai dati dell'amministrazione cittadina,  risultano gia' occupati. Il governatore Arvind Kejriwal ha chiesto al governo federale di mettere a disposizione piu' posti negli ospedali statali e ha ottenuto questa mattina dall'Alta Corte il permesso di "requisire" per i pazienti Covid l'80% dei posti di terapia intensiva disponibili in 33 cliniche private della citta'.

Spagna. La Catalogna proroga di 10 giorni, fino al prossimo 23 novembre, la chiusura di bar e ristoranti. "Un altro sforzo è imprescindibile, per consolidare il calo", ha spiegato la responsabile regionale della Sanità Alba Vergés. La Consigliera catalana ha quindi fatto sapere che nelle prossime settimane sarà presentata una proposta per gestire la ripresa delle attività a partire dal prossimo 23 novembre. Si comincerà con le attività all'aperto, e quindi anche terrazze e spazi aperti per bar e ristoranti.

OMS. "Accogliamo con favore la incoraggiante notizia sul vaccino di Pfizer e Biontech e salutiamo tutti gli scienziati e i partner nel mondo che stanno sviluppando nuovi strumenti efficaci e sicuri per sconfiggere il Covid-19". Così su Twitter il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Il mondo", conclude, "sta sperimentando un'innovazione e collaborazione scientifica senza precedenti per mettere fine alla pandemia". 

Romania. Il bilancio delle ultime 24 ore e' stato di 10.142 nuovi contagi da coronavirus e 121 decessi. Come riferiscono i media regionali, i pazienti in ospedale sono 12.852, dei quali 1.152 in terapia intensiva, il numero più alto quest'ultimo da inizio epidemia. In totale i contagi nel Paese  - il più duramente colpito nei Balcani - sono stati finora 334.236, le vittime 8.510. I test effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 35.762, per un totale finora di oltre 3,5 milioni.

Croazia. Nuovo record giornaliero in Croazia con 3.082 contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore, e un forte balzo dei pazienti con l'infezione attiva, ad oggi 16.348. Lo rende noto l'Unita' di crisi della Protezione civile. Da ieri sono decedute 32 persone, che portano il totale delle vittime a 925. Crescono anche i pazienti in cura ospedaliera che ora sono 1.598 e quelli in terapia intensiva, saliti a 178.

Giappone. Nuovo record di infezioni di coronavirus, con oltre 1.600 casi giornalieri in concomitanza con l'arrivo della stagione invernale. I numeri di giovedi' superano quelli del giorno precedente (1.547), con la citta' di Tokyo a guidare l'incremento, con 393 nuovi casi che portano il totale nella capitale a 33.770, la somma piu' altra tra le le 47 prefetture dell'arcipelago. Le basse temperature costringono piu' persone a trascorrere maggior tempo al chiuso, riferiscono le autorita', e a questo riguardo la regione dell'Hokkaido, nell'estremo nord del Paese, ha superato i 100 casi giornalieri per l'ottavo giorno consecutivo. 

Francia. "Non e' certo il momento di allentare la presa": lo dice il premier Jean Castex, in una dichiarazione pubblicata sul quotidiano Le Monde, nel giorno del nuovo consiglio di Difesa sanitario convocato dal presidente Emmanuel Macron. A due settimane dall'introduzione del secondo lockdown contro il nemico invisibile, il premier francese terra' una conferenza stampa alle ore 18:00 per fare il punto della situazione. Citato da Le Monde, Castex parla di "un "piccolo rallentamento" rispetto alla propagazione dell'epidemia. Ma "non e' certo il momento di allentare la presa", avverte

Brasile. Il Brasile ha raggiunto quota 163.406 morti a causa del coronavirus, compresi 504 avvenuti tra martedi' e ieri, secondo le segreterie sanitarie dei governi statali, a cui si e' aggiunto anche il governo di San Paolo, che non stava presentando i suoi dati dalla scorsa settimana in seguito a un presunto attacco hacker.   

USA. La California si avvia a diventare il secondo Stato americano, dopo il Texas, a superare la soglia del milione di casi diagnosticati di Covid-19. Al momento, in California i contagi accertati sono 989.400 mentre gli Stati Uniti hanno superato i 10 milioni dall'inizio della pandemia.
Il virus ha colpito in modo particolare i poveri e la comunità latina, che rappresenta il 39% della popolazione in California e il 60% dei casi.