NBA - L'unico ad aver giocato con MJ e Pippen, Shaq e Kobe, Shaq e Hardaway

18.05.2020 15:42 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - L'unico ad aver giocato con MJ e Pippen, Shaq e Kobe, Shaq e Hardaway

The Last Dance di Michael Jordan ha riportato in vita uno dei tanti giocatori dimenticati degli anni '90: Horace Grant. Una carriera incredibile, vissuta accanto alle migliori stars di un'epoca della NBA. È un dato di fatto, ha fatto parte di tre delle squadre più divertenti che il campionato abbia mai visto ed è l'unico ad aver giocato con Michael Jordan, Scottie Pippen, Shaquille O'Neal, Penny Hardaway e Kobe Bryant.

Bulls. Horace Grant ha iniziato la sua carriera con i Chicago Bulls, che lo hanno arruolato al pick #10 nel 1987. Ha lavorato con l'organizzazione fino al 1994, il che significa che ha esordito in campionato con Scottie Pippen e si è unito a un giovane affamato di successo Michael Jordan.

Grant ha continuato a migliorare il suo gioco su base annuale fino al punto in cui è stato persino un All-Star durante la sua ultima stagione con i Bulls. Nel corso dei suoi di 7 anni, in 546 partite ha tenuto una media di 12,6 punti, 8,6 rimbalzi, 2,4 assist, 1,1 palle rubate e 1,1 stoppate con il 53% di tiro.

Magic. Si è unito a una nascente squadra come gli Orlando Magic con un giovane stallone che stava dominando completamente la lega come Shaquille O'Neal e ha completato il loro Big 3 con Penny Hardaway. Il ritiro di Jordan, giunti ai playoff, provocò l'eliminazione Bulls per mano di Orlando.

Purtroppo per lui, Hakeem Olajuwon e gli Houston Rockets li hanno completamente dominati nelle finali della NBA. Grant è rimasto con i Magic fino al 2000 senza molte possibilità di competere per un anello prima di essere scambiato con i Seattle Supersonics.

Lakers. Horace Grant è tornato insieme a Phil Jackson e Shaquille O'Neal nei Los Angeles Lakers 2000-01. Questa volta, tuttavia, la triangle offense non includeva Michael Jordan ma una point guard in crescita che replicava gran parte del suo gioco e della sua mentalità: Kobe Bryant.

Grant ha iniziato 77 partite per i Lakers in quella stagione e mentre i suoi contributi offensivi sono calati (8,5 punti per partita), la sua presenza in campo ha aperto un sacco di spazio per Shaquille O'Neal e i Lakers sono arrivati ​​alle finali contro i Sixers. E il quarto titolo per Grant.