LBA - Reggiana, Koponen si presenta: "Felice di tornare in Italia. Il mio idolo? Rannikko"

20.01.2021 19:19 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Reggiana, Koponen si presenta: "Felice di tornare in Italia. Il mio idolo? Rannikko"

L’ultimo innesto del mercato biancorosso, Petteri Koponen, è stato presentato nella giornata odierna a stampa e media alla palestra Chierici di via Cassala. 

A presentare il nuovo arrivo il Direttore Generale Filippo Barozzi: “Abbiamo il piacere di accogliere un atleta che non ha bisogno di presentazioni: conosciamo bene le qualità di Petteri e la sua carriera parla per lui. In questo momento il nostro obiettivo è quello di blindare la salvezza il prima possibile, passare il turno nella “bolla” di FIBA Europe Cup ed onorare nel migliore dei modi la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, un traguardo prestigioso che mancava da quattro anni e che valorizza il lavoro svolto in questi mesi dal nuovo corso societario.

Siamo sicuri che Koponen potrà aiutarci con la sua esperienza e le sue qualità già a partire da sabato con Trento, partita nella quale sarà importante ritrovare quello spirito combattivo, quella fame e quella voglia di sbucciarsi le ginocchia che hanno caratterizzato la prima parte della nostra stagione”.  

Queste invece le prime parole di Petteri Koponen in maglia biancorossa: “Sono estremamente soddisfatto di aver avuto l’opportunità di vestire la maglia della Pallacanestro Reggiana. Dopo alcuni mesi fermo, finalmente posso tornare in campo e farlo in un paese che evoca nella mia mente solamente grandi ricordi, in virtù delle quattro stagioni che ho passato alla Virtus Bologna.

Il mio primo obiettivo ora come ora è tornare al top della forma ed aiutare così la squadra: ho svolto ieri il mio primo vero cinque contro cinque con i compagni e sono contento, anche se ovviamente mi servirà ancora del tempo per ritrovare il ritmo partita. Il mio idolo in gioventù è stato Teemu Rannikko, atleta che è stato da esempio per tanti ragazzi della mia età che hanno visto in lui il sogno di poter intraprendere una carriera professionistica partendo dalla Finlandia. Inutile dire che mi ha parlato benissimo di Reggio Emilia ed è stato importante confrontarmi con lui prima di prendere questa decisione”.