LBA F8 - De Raffaele: "Un'altra grande prestazione difensiva"

16.02.2020 20:34 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA F8 - De Raffaele: "Un'altra grande prestazione difensiva"

Walter De Raffaele, allenatore della Reyer Venezia, ha parlato così dopo la vittoria in Coppa Italia.

"Credo che abbiamo giocato una grande Coppa Italia. Siamo arrivati in grande difficoltà. La squadra ha dimostrato quanto siamo coesi. Stasera un'altra grande prestazione difensiva, perché tenere Brindisi a 66 punti è importante. Complimenti a Brindisi che ha giocato una grande Coppa Italia. Noi abbiamo limitato molto Banks alternando uomo-zona e questo ci ha pagato. Hanno segnato tanto ai liberi. Devo ringraziare i miei giocatori perché veramente mi seguono in tutto. Avevamo deciso di confermare il gruppo dopo la vittoria dello Scudetto, ed oggi questo è emerso. Un ringraziamento alla società che guardano prima alle persone poi ai giocatori. Dobbiamo goderci questa vittoria".

"Credo sia un Coppa vinta con grande umiltà. Alla fine c'è sempre un po' di sfogo perché c'è un lavoro dietro, di contenuti e decisioni. Non mi piace parlare molto ma fare le cose in campo".

"Penso che al di là delle conoscenze tecniche, è importante ricordarsi che si ha a che fare con delle persone. Ci sono state mille traversie, ma la disponibilità dei miei giocatori mi porta a ringraziarli. Non succede spesso".

"Credo che Patrasso sia stata la peggiore partita a livello di energia. Lo staff medico ha recuperato in maniera incredibile Tonut, Goudelock dentro e fuori. Oggi potevamo perdere, ma sarei uscito con una squadra con una unione e una forma ritrovata. Stasera tutti sono andati oltre i problemi, non c'è invidia nella squadra".

"Abbiamo scelto di dare continuità al gruppo degli stranieri e gli italiani sono cresciuti. È un'idea di puntare su persone prima che su giocatori. Quest'anno abbiamo inserito Chappell, che sembra qui da cinque anni".

"Austin è un giocatore di un talento incredibile. Lo vedo dall'uno al cinque. In allenamento a volte gioca da guardia. Nella mia testa può fare tutto. Siamo passati da mesi furibondi. Il suo è un ego da campione, abbiamo trovato nel rispetto la via giusta. Lui sa benissimo che è il nostro più importante a livello di talento. Il rapporto schietto anche a livello personale, credo lo capisca e anche la libertà di giocare davanti al canestro, spalle".