L'Enel Brindisi vince per la terza volta consecutiva il Memorial BMW Cup Elio Pentassuglia contro un coriaceo Banco di Sardegna Sassari

Vince Brindisi con Lewis mvp e Drake Diener che vince il 3 points contest.
15.09.2013 00:28 di Dario Recchia   Vedi letture

Anche quest’anno l’Enel basket Brindisi si aggiudica il Memorial Elio Pentassuglia sconfiggendo in finale il Banco di Sardegna Sassari per 78 a 70. Una partita vera dove le 2 contendenti si sono date battaglie per tutti i 40 minuti senza esclusione di colpi. Anche stasera Brindisi ha dovuto fare a meno del play titolare Dyson infortunato e del pivot titolare Akingbala dato ormai per partente ( in arrivo il cotonou Alade Aminu 210 cm lo scorso anno in Turchia con il Pinar Karsijaka?) mentre sulla sponda sarda assenti Travis Diener e  Juan Manuel Fernandez. Pronti via  e Brindisi mette subito la testa in avanti (al 7 minuto 18 a 5 per i pugliesi con Lewis già in doppia cifra con 10 punti a referto). Una partita vivace con i brindisini che cercano di non alzare troppi i ritmi e con Sassari che cerca di imporre il proprio strapotere fisico e la propria classe. Al termine del primo quarto Brindisi in vantaggio per 20-15 e per i sassaresi ci sono già 7 punti di Drake Diener. Il secondo periodo vede la forte reazione degli isolani che non ci stanno  e si riportano sul 25 pari dopo una tripla dall’angolo e contestuale fallo di Brindisi che permetterà a Sassari, sulla rimessa, di mettere dentro una seconda tripla consecutiva. Brindisi reagisce e, complice anche un tecnico a Diener , riallunga nuovamente con 4 liberi consecutivi di James portandosi all’intervallo lungo sul 40-29. E’ all’inizio del terzo tempo che Brindisi si porta sul massimo vantaggio sul 45-31 grazie ad uno scatenato Lewis che colpisce con triple da tutte le parti (chiuderà con 26 punti finali e sarà l’mvp della serata). Zerini chiede il cambio e non farà piu’ rientro in campo ed i lunghi di casa e le rotazioni di Brindisi si riducono a 7. C’è da stringere i denti con Sassari che prova a rientrare spinta dalla regia e dai punti di Marques Green (16 finali) e con Brindisi che prova a resistere. Giocatori che si sbucciano le ginocchia tuffandosi su ogni pallone e con le energie ridotte al lumicino sino a quando, a 70 secondi dal termine, Lewis recupera palla e si lancia da solo in contropiede portando Brindisi sul 75-66.  E’ il preludio della vittoria con Brindisi che meritatamente porta a casa successo e Memorial e con Sassari che esce tra gli applausi del pubblico. Il trofeo viene consegnata da Liliana Pentassuglia sorella di Elio a Capitan Bulleri generoso combattente di questa ennesima battaglia. Un torneo molto ben riuscito e ben organizzato. Una ospitalità eccezionale cosi come riconosciuto dal Presidente del Sassari Stefano Sardara e dal suo Vice Giammario Dettori che punta i riflettori sulla grande passione e correttezza che lega sia il pubblico di Sassari che quello di Brindisi. La finalina per il terzo e quarto posto ha visto, per la cronaca, la vittoria dell’EA 7 Emporio Armani Milano per 83-76 contro la Pasta Reggio Caserta. Risultato mai messo in discussione con i lombardi sempre in testa anche con vantaggi in doppia cifra. Per Milano miglior realizzatore Moss con 15 punti mentre per Caserta con 20 punti Roberts.

Enel basket Brindisi:

James 12, Todic 5, Bulleri 7, Formenti 3, Lewis 26, Snaer 7, Campbell 18. All. Bucchi

Banco di Sardegna Sassari:

Green M.16, Green C. 13, Johnson 12, Sacchetti 2, Diener D. 16, Tessitori 6, Thomas 6. All. Sacchetti