Una clamorosa confessione di Luis Scola: "Non mi sento argentino"

30.05.2020 11:16 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Una clamorosa confessione di Luis Scola: "Non mi sento argentino"

Luis Scola lasciò l'Argentina nel 1998 dopo aver giocato tre stagioni con il Ferrocarril Oeste, da quel momento il giocatore di basket nato a Buenos Aires, ha giocato in Spagna, negli Stati Uniti, in Cina e in Italia dove si trova attualmente all'Olimpia Milano. È una delle leggende dell'Argentina, onorando la sua patria con 1 oro e un bronzo alle Olimpiadi e 2 d'argento ai Campionati del mondo.

Ospite in un programma televisivo, ha fatto una forte affermazione, dicendo che dopo 22 anni fuori dall'Argentina non si sente radicato nel suo paese e non si considera naturalmente far parte della terra in cui è nato: "È difficile per me stare in un posto. Lo sto cercando perché andrà bene per la mia famiglia. La stabilità è sinonimo di cose che vanno bene e vanno avanti, ma è anche sinonimo di ... abitudine".