Spagna - Sergio Scariolo sulla sua NBA e la finestra della World Cup 2019

22.11.2018 21:07 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 594 volte
Spagna - Sergio Scariolo sulla sua NBA e la finestra della World Cup 2019

Tra poco ci sarà la finestra di fine novembre di FIBA World Cup 2019 e oltreoceano, in Canada, i riflettori puntati fino ad oggi su Kawhi Leonard, e in misura minore su Nick Nurse, si stanno spostando verso una notevole figura del basket europeo si è unita ai Raptors questa estate. Questi è Sergio Scariolo, il mitico allenatore della Spagna. Come Ettore Messina alcuni anni fa, il tecnico italiano ha finalmente attraversato l'Atlantico, ma alla fine della settimana prenderà il primo aereo per tornare in Spagna e allenare la nazionale. Così è arrivata la novità che, per la prima volta, un franchising permette ad un assistente di lasciare la squadra durante la stagione.

"In effetti, l'autorizzazione è arrivata proprio quando ho firmato il mio nuovo contratto, e questo dice molto su di loro", ha detto Sergio Scariolo al Toronto Star. "Anche se non avevo lavorato un'ora per loro, mi avevano già dato il loro permesso e sono davvero grato ai Raptors."

Guardando la situazione in classifica, vediamo che la Spagna non ha necessariamente bisogno del suo allenatore per l'ultima finestra internazionale poiché i compagni di Ricky Rubio sono virtualmente qualificati con 7 vittorie e una sconfitta, ma Sergio Scariolo vede oltre queste partite in cui si vanno ad affrontare in trasferta la Turchia, poi in casa l' Ucraina.

"Siamo molto vicini alla qualificazione ma era, francamente, una ragione più importante è quello di mantenere il nostro secondo posto nella classifica FIBA, per mantenere una buona posizione ed evitare gli Stati Uniti per la Coppa del Mondo . È una forte motivazione, almeno forte quanto la necessità di qualificarsi. "

Per lui, la sua assenza dovrebbe essere facile da gestire, ma si è già pentito di aver lasciato lo staff di Nick Nurse dove si sente bene e dove continua a imparare. "Qualunque sia l'esperienza di un allenatore, continuiamo a crescere. Questo fa parte della tua esperienza, delle tue conoscenze e della tua esperienza che porterai alla tua prossima squadra. Nick è un super leader che è davvero in grado di trovare il giusto equilibrio. È il capo dello staff, ma lascia spazio e spazio agli assistenti per portare e aiutare la squadra a progredire."