Nicolò Melli, Williamson e il sogno americano nella NBA

20.10.2019 09:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Nicolò Melli, Williamson e il sogno americano nella NBA

Nicolò Melli, 28 anni, settimo italiano nella storia NBA (esclusi i naturalizzati), martedì sarà il primo a scendere in campo con la maglia dei Pelicans di New Orleans contro i campioni dei Toronto Raptors. Ecco alcuni passi dell'intervista rilasciata a New York, sede dell'ultima gara di preseason della squadra della Louisiana, a Massimo Basile de La Repubblica.

Melli, che stagione si aspetta? Non riesco a immaginare niente. Vivo questa avventura in modo sereno. Non ho fatto programmi troppo avanti.

NBA a 28 anni. Era giunto il momento. Mi hanno convinto in poche ore. Gentry e il general manager Trajan Langdon mi hanno dimostrato subito, al telefono, la voglia di portarmi a New Orleans.

NBA ed EuroLeague. In Europa ci sono più contatti, qui l'atletismo è molto più esasperato, è più un corri su e giù, in Eurolega è più statico.

Per la carriera, è stato decisivo emigrare? No, è stato decisivo trovare realtà come Bamberg, in Germania. E Daniele Baiesi, Andrea Trinchieri, i compagni di squadra e un preparatore atletico come Min Cardino.

Zion Williamson. Zion è fuori dal normale per capacità di controllare il corpo, velocità e stazza. Ha un potenziale inesplorato e ha solo diciannove anni.