EuroLeague - Il board di EuroLeague fa marcia indietro sul 20-0 a tavolino!

14.10.2020 18:33 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
EuroLeague - Il board di EuroLeague fa marcia indietro sul 20-0 a tavolino!

Euroleague Basketball, l'organo direttivo sia per l'Euroleague di Turkish Airlines che per le competizioni 7DAYS EuroCup, ha deciso mercoledì 14 ottobre di proporre una modifica all'articolo 6 del Regolamento Speciale approvato dai club del Comitato Esecutivo degli Azionisti della ECA nel settembre 2020. L'articolo regola le conseguenze delle squadre che non hanno almeno otto giocatori idonei a giocare in una determinata partita a causa di COVID-19.

Di conseguenza, le squadre che non possono contare su almeno otto giocatori per giocare una partita a causa di effetti positivi COVID-19, vedranno le partite pertinenti sospese e riprogrammate in una data successiva. Le regole esistenti (massimo tre riprogrammazioni per ogni partita, scadenze per riprogrammare i giochi, ecc.) rispecchiano quelle applicate alle situazioni di restrizione del viaggio.

Se approvata, la modifica si applicherà retroattivamente a quelle gareche non sono stati giocate fino ad oggi a causa di questo motivo, e consentirà al CEO di Euroleague Basketball di riprogrammare le sei partite che non sono state giocate ad una data futura.

Inoltre, Euroleague Basketball esaminerà i protocolli in vigore da parte delle squadre interessate, tra cui le leghe nazionali, le autorità locali, i protocolli interni delle squadre, ecc. Le migliori disposizioni di altre squadre di EuroLega ed EuroCup saranno condivise per aiutare tutte le squadre a massimizzare la loro salute e sicurezza.

Jordi Bertomeu, Presidente e CEO di Euroleague Basketball, ha dichiarato:

"A settembre ci aspettavamo tutti di affrontare numerose restrizioni di viaggio in questa stagione. Fino ad ora, tra la lega, i club e i diversi governi, siamo stati in grado di navigare in tutto questo con successo. Nel frattempo, i casi positivi COVID-19 possono o non possono essere una preoccupazione transitoria, ma in ogni caso, sapevamo che questo avrebbe dovuto essere rivisto nel corso della stagione e dobbiamo anticipare il più possibile ogni potenziale situazione. Dobbiamo continuare ad essere flessibili e trovare soluzioni, come concordato con i club quando hanno approvato il regolamento speciale a causa di COVID-19.

Tutti abbiamo riconosciuto che il 2020-21 sarà una stagione speciale e strana in molti sensi, e che avremmo bisogno di adattarci. Oltre alla modifica di questo specifico articolo del Regolamento Speciale, continueremo a monitorare gli altri aggiornando i Protocolli di Salute e Sicurezza per garantire che proteggano collettivamente la salute di tutti gli individui, l'integrità della concorrenza e la sua regolarità."