Bollettino Covid-19, 9 settembre: problema sul vaccino Oxford

09.09.2020 19:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Bollettino Covid-19, 9 settembre: problema sul vaccino Oxford

Coronavirus Italia. Nel bilancio dell' 8 settembre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 14 persone. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 1.434 (1.370 ieri). Rallenta l'aumento dei nuovi casi settimanali di infezioni da coronavirus in Italia. Adesso i tecnici aspettano di capire quale impatto avrà l'apertura delle scuole il 14 settembre.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 35.577 con un incremento di 14 (10 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 150 (ieri 143). I guariti raggiungono quota 211.272. Gli attualmente positivi sono 34.584 in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

Un’infiammazione al sistema nervoso spinale per uno dei partecipanti ha fermato la sperimentazione del vaccino Oxford AstraZeneca. “Un problema routinario, la cui comunicazione non era dovuta" ha spiegato a Ilfattoquotidiano.it Piero Di Lorenzo, presidente del gruppo Irbm di Pomezia (Roma) "a dimostrazione della serietà con cui si sta conducendo il processo. Su 50.000 persone testate può capitare un caso del genere, che magari sarebbe successo a prescindere e non è correlato per forza al vaccino. Un caso di mielite ci può stare. Di routine, con un procedimento standard, è comunque obbligatorio indagare." Come spiegato dall’imprenditore pontino, il dossier di Oxford è passato ad una commissione nominata dagli organismi internazionali di validazione che dovranno capire innanzitutto la correlazione fra la patologia sviluppata dal volontario e il vaccino – che evidentemente coincide nei tempi – e in secondo luogo se “il gioco vale la candela”, ovvero se a fronte delle 50.000 persone in tutto il mondo coinvolte nella fase 3 della sperimentazione, il verificarsi di un caso può portare alla bocciatura del farmaco.

"Durante l'anno saranno fatti test a campione anche agli studenti, il rischio zero non esiste, proviamo a ridurlo il più possibile per avere la massima sicurezza. I test sierologici al personale scolastico ci sono, tanto personale li sta facendo". Lo ha detto rispondendo ai senatori al termine di una informativa il ministro per l'Istruzione Lucia Azzolina

L’ordinanza emanata dal ministero della Salute prevede l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, dove non sia possibile rispettare le regole sul distanziamento, solamente tra le 18 e le 6 del mattino. Una decisione che, al di là dell’ironia, si basa su alcune considerazioni riguardanti le abitudini dei più giovani, la stagionalità e in generale ha l’obiettivo di evitare i contagi causati dalla movida. Ed è prevista unna multa salata per chi non è in regola da 400 euro.

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 17:30 del 9 settembre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 6,3 milioni, il Brasile supera 4,1 milioni e l'India 4,3; e siamo ormai a oltre 26 milioni di contagi confermati nel mondo.

6.334.158 USA ; 4.370.128 India ; 4.162.073 Brazil ; 1.037.526 Russia ; 691.575 Peru ; 679.513 Colombia ; 642.860 Mexico ; 640.441 South Africa ; 534.513 Spain ; 500.034 Argentina ; 427.027 Chile ; 393.425 Iran ; 373.788 France ; 357.593 United Kingdom ; 331.078 Bangladesh ; 323.012 Saudi Arabia ; 299.659 Pakistan ; 283.270 Turkey ; 281.583 Italia. Totale contagi mondo 27.628.190. Totale morti mondo: 898.757.

UE. La prossima plenaria del Parlamento europeo, programmata tra il 14 e il 17 settembre a Strasburgo, si svolgerà invece a Bruxelles considerato che la città alsaziana è zona rossa a causa dell'andamento dei contagi da coronavirus. È quanto deciso dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli dopo una telefonata con la sindaca di Strasburgo e con il ministro degli Affari europei del governo francese. Lo si apprende a Bruxelles.

Gran Bretagna. Il prossimo passo del governo sarà quello di tornare a scongiurare il più possibile il pericolo degli assembramenti. Il ministro della Sanità, Matt Hancock, presentando le nuove misure pensate dal governo di Boris Johnson ha annunciato che da lunedì sarà di nuovo vietato riunirsi in gruppi con oltre sei persone. Eccezioni saranno previste solo “per la scuola, il lavoro e per alcuni eventi molto speciali come matrimoni, funerali e battesimi."

Lo Stato di San Paolo oggi riapre parzialmente scuole pubbliche e private, nonostante sia la regione più colpita del Brasile dalla pandemia da coronavirus.   La segreteria all'Istruzione di San Paolo prevede che questo martedì riprendano le attività in 128 dei 645 Comuni dello Stato, che con 46 milioni di abitanti e' il più popoloso del Paese.   La città di San Paolo, capitale dello Stato che da sola conta 12 milioni di abitanti, ha invece deciso di non riprendere oggi l'anno scolastico mentre analizza se lo farà a ottobre. San Paolo e' il primo dei grandi Stati brasiliani ad autorizzare la riapertura delle scuole, anche se solo per gli studenti dei corsi di recupero, e non ancora per tutti. Lo Stato, che si trova nella regione sud-orientale del Brasile, ha registrato 31.377 morti e 857.330 contagiati per il Covid-19 fino a ieri sera.

"Le proposte presentate dalla Commissione oggi vanno nella giusta direzione. Un  coordinamento comune su eventuali restrizioni, un codice di colori comuni nella cartografia europea del contagio, il coordinamento sulle misure da applicare ai viaggiatori provenienti da zone a rischio, una comunicazione al pubblico chiara ed utile: sono misure che danno l'ulteriore  segnale di un'Europa che affronta unita la pandemia e che resta vicina ai suoi cittadini". E' il commento del presidente del Parlamento europeo David Sassoli alle proposte della Commissione europea sulle misure di coordinamento Ue per contenere la pandemia. "Ora ci aspettiamo che il Consiglio approvi rapidamente per dare certezze a lavoratori e imprese", conclude Sassoli.

Durante l'emergenza coronavirus la Svezia non ha imposto un lockdown, a differenza della maggior parte degli altri Paesi europei. Una scelta che ha avuto un prezzo in termini di contagi e decessi. Ma oggi, mentre in molti Stati i contagi sono tornati a crescere, la situazione nel Paese è in miglioramento: "La Svezia è passata dall’essere il Paese con più contagi in Europa a quello più sicuro. La nostra politica può aver tardato a portare risultati ma alla fine sono arrivati e sono più stabili", ha detto Anders Tegnell, l'epidemiologo di riferimento del governo svedese.

"La Francia cambia la durata della quarantena  passando da 14 a 7 giorni affermando che la contagiosità e la carica virale e' massima nei primi 5 giorni e poi si abbassa fino a non essere più significativa e quindi i soggetti non sono più contagiosi. Anche i francesi danno ragione al CDC che dice che dopo 10 giorni gli asintomatici non sono più contagiosi. Ora diranno che i francesi sono negazionisti". Lo sottolinea l'infettivologo Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino di Genova.

Peggiora anche la situazione in Repubblica Ceca, dove nelle ultime 24 ore il numero dei contagi ha sfondato per la prima volta dall’inizio della pandemia il tetto dei mille, attestandosi a 1.164. Da settembre, ogni giorno sono stati registrati più di 500 casi quotidiani, ben al di sopra del precedente picco giornaliero di 377 a marzo.

Il coronavirus continua ad avanzare in Israele. Per questo una commissione interministeriale ha confermato oggi la imposizione di un coprifuoco notturno a partire da stasera, per la prossima settimana, in 40 località del paese considerate particolarmente a rischio, ossia con un elevato tasso di contagio. Il coprifuoco inizierà alle 19 locali e terminerà alle 5 del giorno successivo. Nel paese sono 135.288 i casi complessivi di infezione e 1.031 i morti.

USA. Un nuovo libro mette in imbarazzo Donald Trump. In 'Rage' (rabbia) il presidente ha confidato all'autore, il leggendario giornalista del Watergate Bob Woodward, che sapeva settimane prima del primo decesso Usa per covid-19 quanto il virus fosse pericoloso, trasmissibile per via aerea, altamente contagioso e "più fatale di una forte influenza". Nelle anticipazioni del libro diffuse dalla Cnn ammette inoltre di aver "sempre voluto minimizzarlo per non creare panico". Dichiarazioni che contrastano con i frequenti commenti del presidente.

Germania. Sarà prorogata fino al 30 settembre l'indicazione del governo tedesco di evitare viaggi, che non siano indispensabili, nei 160 paesi ritenuti a rischio per il Coronavirus. Lo ha deciso oggi il gabinetto della cancelliera Angela Merkel, secondo quanto ha riferito la portavoce del ministero degli esteri a Berlino in conferenza stampa. Dopo questa data, secondo quanto ha spiegato la portavoce Marie Adebahr, si deciderà in base alla situazione della diffusione del virus dei singoli Paesi.