A2 Femminile - Autosped Castelnuovo Scrivia, a Bolzano sfida sul filo del rasoio

14.02.2020 14:31 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Autosped Castelnuovo Scrivia, a Bolzano sfida sul filo del rasoio

La seconda tappa del tour de force dell'Autosped ha come destinazione Bolzano dove sabato 15 (ore 20,30) è attesa dalle padrone di casa del Basket Club Bolzano, attuale quarta forza del campionato. Come se non bastasse la forza, indiscutibile, della prossima avversaria a rendere ancora più difficile la sfida c'è sicuramente il non brillantissimo momento che stanno attraversando le giraffe, reduci da due ko consecutivi e che non trovano certo nel calendario un alleato visto che dopo le altoatesine dovranno vedersela anche con Crema (seconda) e con Sanga Milano, una delle squadre più in forma del momento. E poiché, come si dice, piove sempre sul bagnato, a preoccupare le ragazze di Pozzi c'è anche una classifica che nonostante il sesto posto attuale è tutt'altro che tranquillizzante visto che molte sono le formazioni che premono alle spalle e che la zona playout dista solo due lunghezze. In questa situazione può sembrare una banalità dire che ogni partita, da qui al termine della stagione, abbia la valenza di una finale ma è una banalità che non è troppo lontana dal vero; Bolzano è il primo di questi spareggi e per quanto, sulla carta, le altoatesine partano indubbiamente favorite, le castelnovesi hanno il dovere di provare a giocarsi le proprie carte sul parquet del PalaMazzali. Il ricordo del match di andata, peraltro, caratterizzato dalla beffa del canestro allo scadere di Degiovanni che privò il Bcc di una vittoria che avrebbe sicuramente meritato per quanto si era visto sul campo, deve essere uno stimolo ulteriore per le nostre ragazze che covano il desiderio, neppure troppo celato, di restituire il favore alle giocatrici di Sacchi. Se dopo le prime giornate cammino spedito del Bcb rientrava tra le cosiddette 'sorprese', è molto meno sorprendente trovare oggi le bolzanine tra le grandi del girone, appena ai piedi del podio. La rosa a disposizione dell'allenatore ex Broni è certamente di qualità ed anche sufficientemente profonda, in ogni reparto, e tale da giustificare quindi l'ottima posizione occupata. In cabina di regia si alterna il duo Degiovanni-Servillo mentre nello spot di guardie troviamo Desaler e l'interessante 2001 Gualtieri (Mingardo è out per infortunio); avvicinandosi a canestro, invece, incontriamo, nel ruolo di ala due certezze come Fall e Valerio mentre, sotto canestro, troviamo la croata Trehub, le confermate Villarini e Desaler e la giovane, ma già una certezza nella categoria, Nasraoui. Ma, aldilà della forza del roster, le altoatesine si sono fin qui contraddistinte anche per la capacità di ribaltare, anche in un breve lasso di tempo, gare che sembravano, ad un certo punto, compromesse; sono parecchie le partite vinte in volata dal Bcb, sintomo non solo della loro bravura nel mantenere la lucidità sotto pressione ma anche di un carattere non comune. La dirigenza del Bcc ha ribadito, in settimana, la fiducia in questo gruppo, sia a livello di guida tecnica che per quanto concerne le atlete, con l'obiettivo di fare quadrato e di cercare di uscire, tutti insieme, da questo periodo non brillantissimo; le indicazione ricevute sono state positive ed ora la parola passa al campo di gioco, che come sempre, è la vera cartina di tornasole. Certo i prossimi match che attendono le giraffe, come già detto, sono ad alto coefficiente di difficoltà e quindi sarebbe un errore giudicare solo sulla base dei risultati che scaturiranno; pur dando il giusto peso ai punti in palio, comunque importanti, riteniamo sia più importante vedere, oltre ai progressi sul piano del gioco, anche una squadra capace di lottare e di restare compatta lungo tutto l'arco della partita ed in grado di vendere cara la propria pelle.