EuroLeague - Olimpia Milano, con il Khimki comincia una volata di 10 partite

19.02.2020 11:48 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: olimpiamilano.com
EuroLeague - Olimpia Milano, con il Khimki comincia una volata di 10 partite

La gara di questa settimana al Mediolanum Forum contro il Khimki Mosca è la prima delle 10 partite che chiudono la stagione regolare di EuroLeague. Una volatona che chiarirà l’evoluzione della lotta per accedere ai playoff, equilibrata esattamente come lo era stata la scorsa stagione. In pratica dei 10 confronti che restano due sono contro squadre di prima fascia (Real Madrid e CSKA in casa) e otto sono scontri diretti, da affrontare con un occhio anche alla differenza punti. Cinque gare saranno in casa e cinque in trasferta. Eccole.

Milano-Khimki Mosca, 20 febbraio: il Khimki insegue l’Olimpia ad una vittoria di distanza. La partita di andata è finita 87-79 per la squadra di Rimas Kurtinaitis. Il Khimki che ha qualche problema di infortuni ha appena firmato Thomas Robinson, ex prima scelta NBA che era nel roster due stagioni fa. La star resta Alexey Shved (21.3 punti e 6.0 assist a partita), e ritorna a Milano Dairis Bertans (50 partite di EuroLeague in due anni con la maglia numero 45 dell’Olimpia).

Zalgiris Kaunas-Milano, 28 febbraio: lo Zalgiris, che è in grande crescita (ha vinto sei delle ultime nove), segue l’Olimpia a due vittorie di distanza. La partita di andata l’ha vinta l’Olimpia 85-81. Si giocherà alla Zalgirio Arena, che come succede quasi sempre, è esaurita da tempo (14.677 spettatori di media per gara). E’ la partita del ritorno in Lituania di Arturas Gudaitis, che con lo Zalgiris ha giocato 27 partite di EuroLeague debuttandovi nella stagione 2013/14.

Milano-Real Madrid, 3 marzo (CLICCA QUI PER I BIGLIETTI): la partita delle partite, contro una rivale storica, che lotta per il primato in classifica, con giocatori leggendari (Rudy Fernandez, Sergio Llull, Anthony Randolph), un roster spettacolare e la sfida più attesa per Sergio Rodriguez che a Madrid ha trascorso sei anni della sua carriera ed è tuttora ricordato con grande affetto dalla tifoseria. L’Olimpia viene da una striscia di tre gare con il Real Madrid in cui ha condotto in doppia cifra senza riuscire a chiudere la gara.

Valencia-Milano, 5 marzo: la doppia sfida spagnola assume contorni fondamentali, perché dopo aver affrontato il Real Madrid, l’Olimpia dovrà andare a Valencia, scontro diretto per i playoff. Valencia al momento ha una gara di vantaggio su Milano che ha vinto la partita di andata 78-71. Nemanja Nedovic è un ex della squadra di Valencia con la quale trascorse il suo primo anno spagnolo, al rientro dall’esperienza NBA a Golden State.

Milano-Olympiacos Pireo, 12 marzo (CLICCA QUI PER I BIGLIETTI): altro scontro diretto contro una squadra che al momento insegue Milano ad una vittoria di distanza e ha vinto la partita di andata di 21 punti, 91-70. L’Olympiacos è la squadra in cui l’attuale general manager dell’Olimpia, Christos Stavropoulos, ha trascorso quasi venti anni di carriera. Non ci sarà sfortunatamente il grande Vassilis Spanoulis, la cui stagione è stata interrotta anzitempo a causa di un infortunio.

Stella Rossa Belgrado-Milano, 20 marzo: scontro diretto in territorio serbo contro una squadra che ha vinto a Milano, 77-67, la partita di andata. L’Olimpia “ritrova” Charles Jenkins, che giocò a Milano nella stagione 2015/16, ma a loro volta ritornano a “casa” sia Vlado Micov che Nemanja Nedovic.

Kirolbet Vitoria-Milano, 25 marzo: l’ultimo doppio turno di EuroLeague comincia con una grande classica, la trasferta nei Paesi Baschi, a Vitoria, dove l’Olimpia ha avuto in passato risultati alterni. Nella gara di andata, Milano vinse 81-74. Da allora sono cambiate tante cose, a Vitoria soprattutto l’allenatore perché Velimir Perasovic ha lasciato il posto al coach storico Dusko Ivanovic. Lui ed Ettore Messina si sfidarono nella prima finale nella storia dell’EuroLeague, nel 2001. In campo a Vitoria c’era Luis Scola, che torna a giocare alla Fernando Buesa Arena dopo 13 anni.

Milano-Asvel Villeurbanne, 27 marzo (CLICCA QUI PER I BIGLIETTI): i francesi hanno vinto la gara di andata 89-82. Il club francese è di proprietà dell’ex stella NBA, Tony Parker, che a San Antonio dove ha vinto quattro titoli di cui uno da MVP è stato allenato da Ettore Messina.

Zenit San Pietroburgo-Milano, 2 aprile: l’ultima trasferta di EuroLeague è un inedito viaggio a San Pietroburgo. La gara di andata l’Olimpia l’ha vinta di un punto, 73-72. Lo Zenit ha appena cambiato allenatore passando da Joan Plaza a Javi Pascual, da un tecnico spagnolo ad un altro.

Milano-CSKA Mosca, 9 aprile (CLICCA QUI PER I BIGLIETTI): il CSKA combatte per uno dei primi quattro posti in classifica e si presenterà a Milano con gli ex Daniel Hackett e Mike James. Inoltre, è una partita da ex per Coach Messina e Sergio Rodriguez, due anni a Mosca con il titolo di EuroLeague 2019. Aldilà di questi intrecci con il passato è una partita che potrebbe avere fortissime implicazioni di classifica.