FIBA Europe Cup - Kalev/Cramo a valanga, restano imbattute solo due squadre

Primo stop per Gaziantep e Balkan, escono umiliate da questo turno Groningen e Rilski Sportist. Serata magica per lo sloveno Lapornik
02.11.2022 23:06 di Lorenzo Belli   vedi letture
Lee Moore, esordio sfortunato
Lee Moore, esordio sfortunato
© foto di Fiba Europe Cup photos

GRUPPO A

Con Nimrod Levi e Roi Huber a quota 17 punti l' Hapoel Galil Elion si sbarazza dei kosovari del Golden Eagle Yilli per 85-73, agli ospiti non bastano i numeri Bashir Ahmed (20 e 7 rimbalzi) per riuscire nel blitz esterno che invece riesce ai Niners Chemnitz nel derby tedesco: 68-84 sul campo di un Brose Bamberg in grossa difficoltà, fanalino di coda in patria ed ora a forte rischio eliminazione pure in coppa. Tra i ragazzi di coach Pastore da segnalare l'esordio di Wes Clark (15 e 5 assist) appena arrivato da Limoges oltre al solito Filipotivity (18)  

Classifica: Hapoel Galil Elion 3-1; Niners Chemnitz, Brose Bamberg 2-2; Golden Eagle Yilli 1-3

GRUPPO B

Prima gioia per gli austriaci del Swans Gmunden che ribaltano una pessima frazione iniziale e vincono in volata sul parquet di un Telenet Anversa sempre più deludente: 19 punti a testa per Dominic Green e Urald King, che aggiunge pure 9 rimbalzi, tra gli ospiti che hanno la meglio su Reggie Upshaw (19 e 9 rimbalzi ma sbaglia la tripla del supplementare) e compagni che cedono per 87-90. Cade a domicilio pure il Gaziantep di un monumentale Codi Miller-McIntyre (29), la spunta il funambolo Anthony Hickey (20 con 7 rimbalzi e 7 assist) con il prezioso aiuto di Rayman (11 e 10 rimbalzi) per la gioia del Hapoel Haifa che torna vincitore dalla Turchia per 69-79

Classifica: Gaziantep, Hapoel Haifa 3-1; Telenet Anversa, Swans Gmunden 1-3 

GRUPPO C

Fa la voce grossa sotto canestro l'Heroes Den Bosch con il norvegese Ebou Ndow (21 punti e 12 rimbalzi) e Van de Mars (14 e 7) ed ha la meglio per 77-65 sugli elvetici del Fribourg Olympic, tra gli ospiti losing effort per Devonta Jordan (17). Agevole vittoria interna per il Porto che regola 87-64 i campioni estoni del Parnu Sadam, quattro i giocatori in doppia cifra tra le fila lusitane con l'esperto Brian Conklin e Teyvon Myers top scorer a quota 12

Classifica: Heroes Den Bosch 3-1; Porto, Fribourg Olympic 2-2; Parnu Sadam 1-3

GRUPPO D

Perde una grande occasione il Keravnos davanti ai propri tifosi, nonostante i numeri del trio americano - citazione d'obbligo per Titus Robinson (15 punti e 13 rimbalzi) - cede per 74-79 contro l'Opava che ha nel centro Kvapil (19) il top scorer ma brilla sempre di più la qualità dell'ala classe '99 Jakub Mokran (16). A sorpresa cede per 62-73 il Balkan sul parquet amico per mano del fanalino di coda Patrioti Levice, gli slovacchi hanno Lapornik in serata di grazia (33 con 4/5 e 7/11 da oltre l'arco a cui aggiunge 7 rimbalzi) e a nulla serve l'illuminata regia di Diplaros (9 e 12 assist)

Classifica: Balkan 3-1; Keravnos, Opava 2-2; Patrioti Levice 1-3

GRUPPO E

Affermazione di prestigio per il CSU Oradea che manda cinque giocatori in doppia cifra - Ogden 19 punti e 8 rimbalzi è il top scorer - e ha la meglio sul Cholet per 77-69, ai transalpini non basta il duo formato da Perry Ellis (17) e Justin Patton (15 e 10 rimbalzi). Poco più di una esibizione per i Kangaroes Mechelen davanti al proprio pubblico: 105-74 il finale contro un Rilski Sportist che ha poco da spartire con la competizione, per quel che conta cifre notevoli per Loubry (17 e 10 assist), Foerts (24) e il tuttofare Brian Fobbs (15 con 8 rimbalzi e 4 assist) 

Classifica: CSU Oradea 3-1; Kangaroes Mechelen, Cholet 2-2; Rilski Sportist 0-4

GRUPPO F

Imbarazzo per il Donar Groningen che torna negli spogliatoi sul 14-52 per il Kalev/Cramo Tallinn, ti aspetti la reazione invece sono gli estoni ad andarsene sino al +53 del 41-94 finale. Della gara disputata a Veroli tra Budivelnyk Kiev e Happy Casa Brindisi potete leggere il recap completo QUI 

Classifica: Kalev/Cramo Tallinn, Budivelnyk Kiev 3-1; Happy Casa Brindisi 2-2; Donar Groningen 0-4

GRUPPO G

Non gira proprio la stagione continentale dei magiari del Egis Kormend ed arriva la seconda sconfitta casalinga quasi a fil di sirena: Dolenc (22 punti e 7 rimbalzi) fissa il tabellone sul 89-90 a favore dei finnici del Karhu ma l'ultimo assalto è per i locali, spetta a Siyani Chambers (26 con 5 assist) gestire il possesso e prova a buttarsi dentro ma si palleggia sul piede e passa da eroe a colpevole di serata. Scivolone casalingo pure per l'Anwil Wloclawek sempre più italiano dopo la firma di Lee Moore (18 e 6 rimbalzi) che si è unito Bostic (14) e Phil Greene (9) ma ad imporsi è lo Sporting Lisbona di Marcus LoVett (19 e 6 assist) e Derrick Fenner (23 e 10 rimbalzi), risultato finale 73-85

Classifica: Karhu 4-0; Anwil Wloclawek, Sporting Lisbona 2-2; Egis Kormend 0-4

GRUPPO H

Dilaga 95-64 l'HAKRO Merlins sui Dolphins Norrkoping, sono Otis Livingston (18 punti e 7 assist) e il lituano Mikalauskas (18) i migliori di serata mentre nelle fila svedesi non basta la buona volontà di Tim Schuberg (15). Il derby rumeno tra CSO Voluntari e SCMU Craiova è anche uno scontro tra i Watson: a spuntarla è Giordan (24 e 6 assist) a scapito di Maurice (14 e 6 rimbalzi), nelle fila ospiti determinante pure la prova di Mijovic (11 e 8 rimbalzi) e così i ragazzi di coach Stepanovskyy - vincenti per 60 a 74 - dopo essere entrati come lucky loser rimangono una delle due imbattute del torneo nella fase a gironi 

Classifica: SCMU Craiova 4-0; HAKRO Merlins 2-2; CSO Voluntari, Dolphins Norrkoping 1-3