La Leonessa vede le streghe, vittoria al fotofinish

Goldwire è una sentenza (33 punti e 10 assist) ma la Centrale riesce comunque a vincere grazie a Di Bella e Slay, determinanti nelle battute finali.
31.10.2013 22:37 di Lorenzo Belli   Vedi letture
Goldwire, grande ex
Goldwire, grande ex

E alla fine il “fortino” bresciano regge ancora, anche se Leemire Goldwire si è impegnato a fondo per far vedere le streghe ai suoi ex tifosi della Leonessa; il folletto americano ha dato spettacolo sul parquet del San Filippo e assieme al “totem” Maggioli ha portato la Fileni ha un passo dalla grande impresa. La Centrale del latte si salva solo nelle convulse battute finali ed evita il secondo ko in fila grazie alla classe e alla freddezza di Slay e Di Bella, autentici trascinatori nel quarto periodo dopo che i bianco-blu avevano toccato il -10. Giddens e Fultz con le polveri bagnate sono stati ben surrogati da Loschi e Bushati mentre sotto le plance brillano ancora Rinaldi e Cuccarolo con quest'ultimo che ha catturato 10 rimbalzi.

 

IL MATCH:

Avvio equilibrato con la Centrale che trova i punti di Slay e Giddens per tenere la testa avanti nelle battute iniziali (8-7), poi si sveglia il grande ex di giornata; Leemire Goldwire si ricorda bene come far canestro al San Filippo e, con l'aiuto occasionale di Maggioli, mette in piedi il break ospite (12-16) che viene limato da Bushati quando mancano ancora 2'15” sul cronometro della prima frazione. Il risultato però non cambierà sino alla sirena complici i molteplici errori da ambo le parti, al 10' è 14-16 per i ragazzi di coach Coen.

Goldwire nel secondo quarto si prende meno responsabilità al tiro ma arma alla perfezione i lunghi: i canestri di Rocca e Maggioli spingono i marchigiani al massimo vantaggio (21-29); la Leonessa si desta d'improvviso e trova nei centimetri di Cuccarolo e nella mano bollente da oltre l'arco dei 6,75 di Loschi le armi per un break di 10-0 che la riporta avanti (31-29). Nelle schermaglie di fine tempo Goldwire decide di rimettersi “in proprio” e con 5 punti in fila porta la Fileni negli spogliatoi avanti di tre lunghezze: 34-37 al 20'.

Slay impatta subito (39-39) ma Goldwire è in serata di grazia, non si ferma davanti a nulla e tiene Jesi avanti (45-47); Di Bella replica da grande campione insaccando due volte da oltre l'arco (51-49) mentre il folletto americano degli ospiti va' a sfondare commettendo il suo terzo fallo personale. Brescia sembra poter prendere in mano il match ma non è così: Goldwire insacca tre punti e poi regala gli assist a Maggioli che infila tre, tanto inconsuete quanto pesanti, “triple” che permettono ai ragazzi di Coen di avvicinarsi alla grande impresa: al 30' è 55-61 a favore dei marchigiani.

La Leonessa sembra affondare in avvio di parziale finale (55-65) ma è proprio Goldwire a “graziarla” sbagliando il tiro del possibile +13; Slay e Di Bella non perdono e aprono la repentina rimonta bianco-blu (62-65) che si conclude con Rinaldi che impatta a quota 68 quando mancano ancora 4' sul tabellone.

Il match si infiamma e gli errori si moltiplicano, la Centrale fallisce per tre volte il bersaglio dalla lunga mentre Jukic pasticcia più volte nelle file ospiti e ci vuole il solito implacabile Goldwire per smuovere il referto (68-70 a -2'02”); Slay è pronto a riprendere le redini di una Leonessa spaurita (73-71 -1'33”) ma Goldwire non ci sta e quando sul cronometro mancano solo gli ultimi 24” impatta: 73-73.

Martelossi chiama time-out, ma Jesi sceglie la via del fallo e Di Bella dalla lunetta è glaciale (75-73 -19”) passano solo 5” e la serata da eroe di Goldwire si trasforma nel “dramma” sportivo: perde palla e Jesi ricorre al fallo sistematico e fa bene dato che Fultz, clamorosamente, fa 0/2 dalla lunetta e quindi l'americano ha ancora l'ultima occasione ma la sua tripla sulla sirena muore sul ferro e può esplodere la festa del San Filippo. La Centrale del latte vince, ma non convince del tutto, per 75-73 e rimane nel gruppo al vertice del campionato.

 

IL TABELLINO

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA – FILENI BPA JESI

BRESCIA: Bushati 7, Slay 16, Procacci 2, Rinaldi 10, Loschi 13, Fultz 2 (7 assist), Di Bella 14, Cuccarolo 6 (10 rimbalzi), Giddens 5, Maspero. Coach Martelossi

JESI: Maggioli 18, Borsato, Fallucca, Jukic 8, Rocca 11 (7 rimbalzi), Goldwire 33 (10 assist), Esposito ne, Gaspardo, Bargnesi ne, Santiangeli 3. Coach Coen.