BBL - La Lega vieta ai giocatori manifestazioni di protesta in onore di George Floyd

03.06.2020 16:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
BBL - La Lega vieta ai giocatori manifestazioni di protesta in onore di George Floyd

easyCreditBBL, il campionato di serie A di pallacanestro tedesco, proibirà ai giocatori di manifestare segnali di protesta contro il razzismo alla luce dell'omicidio di George Floyd, un uomo di colore, da parte di un poliziotto negli Stati Uniti.

"Fondamentalmente, dichiarazioni politiche nelle operazioni di campionato non sono consentite, verbalmente o non verbalmente", ha detto il direttore generale della BBL Stefan Holz in un'intervista riportata dallo Spiegel quando gli è stato chiesto se i giocatori possono protestare contro il razzismo in alcun modo. La lega tedesca riprenderà il 6 giugno con un torneo a 10 squadre che si giocherà a Monaco.

“Per noi, come nel calcio, vale quanto segue: facciamo sport e non ci sono dichiarazioni politiche in nessuna direzione, quindi non apriamo quella porta. Tuttavia, capiremmo se il problema riguardasse giocatori degli Stati Uniti", ha aggiunto Holz.

Il Bayern Monaco ha reagito ai commenti di Holz tramite l'amministratore delegato del club Marko Pesic. “In un momento in cui sono in gioco solidarietà e unità, nessuno può impedire ai giocatori di esprimersi. Essere contro il razzismo non è un'espressione politica ma uno stile di vita ", ha affermato Pesic in una dichiarazione che è stata pubblicata sui social media della squadra.

Mentre Holz non ha chiarito se ci saranno ripercussioni o multe inflitte ai giocatori che protestano, il capitano di Ratiopharm Ulm Per Gunther ha twittato che coprirà i primi 10.000 euro di multe di tutti i giocatori che vogliono protestare. “Cari giocatori di easycreditBBL: se volete esprimervi e prendere una posizione contro il razzismo nel prossimo torneo - non esitate a farlo. Le prime 10.000 multe sono a mio carico ”, ha scritto Gunther.