Federazione ed elezione del Presidente: già partito il redde rationem?

Ad poco meno di un anno dalle nuove elezioni il Presidente prescelto sta già muovendo truppe cammellate e non. E non tutto è chiaro
16.11.2023 13:40 di Eduardo Lubrano Twitter:    vedi letture
Federazione ed elezione del Presidente: già partito il redde rationem?

In questa ricostruzione, Eduardo è il sotto scritto Eduardo Lubrano, Francois è il nome di un amico, degli amici, degli amici, degli amici, degli amici....

Driin…Driin…Driin..”Pronto chi è?”

Francois: ”Edo sveglia sono Francois, ti devo parlare. Non sai che mi hanno detto ieri sera in pizzeria. “

Eduardo:”Ehh vabbè qualche esaltato avrà chiesto una pizza wurstel ed ananas..lo sappiamo che la gente è matta! Dai che ho sonno…ti chiamo dopo…”

Francois:”Ma che pizza e pizza. Alla Fip è cominciata la Notte dei lunghi coltelli. Se vuoi saperne di più scendi al bar e ti racconto…”

Eduardo:”Arrivo”…..

Eduardo: ”Cominciamo col dire che per quanto gravi siano le cose che stai per raccontare il paragone con la Notte dei lunghi coltelli è spropositato: lì ci furono morti, sangue e c’era di mezzo gente orribile, professionisti del crimine. Capisco l'iperbole ma qui al massimo ci sono dei rubagalline ed un paio di “capuvastuni”…Quindi dimmi”.

Francois: ”Mi hanno raccontato del Consiglio Federale del 15 novembre. Nel quale si sarebbe dovuto esaminare la 3^ variazione di bilancio ma che in realtà sembra sia servito per far arrivare i messaggi giusti politici ai Comitati Regionali non allineati col Presidente. Uno di questi Comitati pare sia soggetto ad un prossimo imminente commissariamento.”

Eduardo: ”Fermati. Di quale stiamo parlando perché da quello che trapela più di un Comitato appunto non sarebbe più così disposto a piegare la schiena, le cambiali elettorali di tre anni fa sono state esatte da una parte e dall’altra quindi…”

Francois: “Non so quale sia questo CR ma si parla di un accanimento rispetto ad un fatto che a Roma conoscevano da oltre un anno. Ad un Presidente di CR non schierato a favore viene revocata la fiducia e un incarico “retribuito “dalla Fip nazionale. Te l’ho detto, sta partendo molto anticipatamente la resa dei conti. Non si tollera un pensiero diverso”

Eduardo: “Aspetta…forse ho capito…non sarà il presidente di quel Comitato che dopo aver “messo alla porta in malo modo” Petrucci ha detto che vuole candidarsi alle elezioni? Questo spiegherebbe tante cose se così fosse…Però serve un motivo legale per commissionare un CR…già dimenticavo che se “vuolsi così colà dove si puote ciò che si vole…” .

Francois : “E più non dimandare”…Chissà se Dante conosceva già questi politici, vabbè che sono tutti uguali, comunque sì, può darsi che sia come dici tu ma non so. Durante il CF è stato fatto un plauso alla Nazionale femminile che ha vinto una partita importante contro la Germania, che ad onor del vero ha giocato senza otto titolari. Quello dell’Italia è il girone delle nazionali già qualificate perché dei 4 paesi ospitanti la rassegna del 2025 e quindi saranno tutte partite utili a cementare il gruppo ed a fare le scelte giuste, ma senza quel pathos e quell’adrenalina dei due punti in palio. E lì che vorremo vedere queste ragazze finalmente mordere le avversarie e non sciogliersi come al solito. Comunque come sai abbiamo speso novantamila euro per un volo charter su Amburgo per una partita di secondo livello. E quando ne avremo davvero bisogno? I soldi ci saranno ancora?”

Eduardo: “Ma che c…dici la Fip è piena di soldi, ha un bilancio che va oltre i 40 milioni di euro all’anno e che non si capisce a che servono – fatta salva la gestione della macchina federale - visto che a parte gli Europei, ad Olimpiade e Mondiali ci andiamo con una sola squadra, la maschile, e nemmeno sempre”.

Francois: “Non essere volgare!!Mi dicono che sono state esaminate le carte. Per esempio. La delegazione dei dirigenti accompagnatori, era più numerosa delle atlete, il Segretario Generale numero due Fip era capo delegazione ma si era pensato di dare ad una persona l’incarico delle relazioni esterne e rapporti istituzionali pur svolgendo tutt’altro lei nella vita ed avendo fatto parte di commissioni contabili sia in Fip e Figc. Perché? Forse c’è una vicinanza ultraventennale con qualcuno che rende più facile l’inserimento di una figura del genere? Per ora stanno tutti calmi, sarebbe tutto molto tipico italiano, in futuro si vorranno risposte serie a domande serie..”

Eduardo: ”Tutto molto bello ed affascinante, appunto tipico italiano e molto generone romano “’Nnamo ad Amburgo aho! C’aereo d’aa Federazione Pallaccanestro sé famo n’giro” ma mi avevi parlato di soldi, bilanci…”

Francois: “Ora ti dico quello che ho saputo sulle variazioni di bilancio. Ieri c’è stata la terza che grazie ai maggiori importi dei tesseramenti – attenzione maggiori importi non vuol dire maggiori tesseramenti solo che come sappiamo costano di più - ha provato a migliorare la perdita di circa cinque milioni nel 2023 portandola a tre milioni e mezzo e riducendo le riserve economiche federali a circa sette milioni. Se si dovesse proseguire in questa direzione tra due anni sarebbe finite le riserve senza realizzare alcunché. Nel bilancio ci sarebbero voci nelle prime due variazioni che sono assolutamente incomprensibili e che vanno verso l’Advisor per cifre consistenti o addirittura x “eventuali nuovi eventi “. Quali siano ovviamente non è dato saperlo. Quindi lo sperpero ed il cattivo utilizzo sta portando ad una situazione da “attenzionare” come si dice nell’orribile linguaggio burocratico, con molta precisione”.

Eduardo: “Tutto qui? Speravo mi dicessi che hanno pescato quello con le mani nel sacco o che quello era con…”

Francois: “Basta! Come al solito non capisci niente di soldi, finanza, economia come dimostra la tua vita. I fatti se stanno anche solo la metà di come te li ho raccontati, sono di gravità estrema. Le balle che raccontano sullo state di salute del movimento sono grosse come una casa perché i numeri reali smentiscono tutto questo. Ah, poi ti regalo una nota di colore. Il Consiglio Federale è durato circa 40 minuti quindi c’è stato spazio solo per le comunicazioni del Presidente e senza alcuna discussione e tutti hanno dovuto votare a favore. Ricordi quando si diceva delle elezioni bulgare? Nejcev, Damjanov, Georgiev, Ganev, Trajikov Zivkov presidenti della Bulgaria dal ’47 all’89 erano dei dilettanti.

Eduardo: “Pensa che qualcuno mi ha anche detto di stare attento a lanciarmi in questa “battaglia politica” perché la controparte è “teribbile” come si dice a Roma…”

Francois: “Bah in parte è vero visto che in questi anni hanno imperversato sulla pallacanestro italiana riducendola ai minimi termini ed hanno appoggi pesanti, però calma cosa potrebbero mai farti? A te poi che sei un…un…vabbè. E poi dopo questa sparata sarebbero anche stupidi e credimi, non lo sono anzi.”

Eduardo: “Lo credo anche io in realtà, so bene che sono tutt’altro che stupidi. Penso però che il presidente Petrucci veda le streghe dovunque. Sappiamo della sua idiosincrasia per i siti internet dove crede si parli male di lui e che non considera stampa nazionale pur essendo questi ultimi una fonte di informazione internazionale per definizione. Quelli fatti bene, come per ogni genere di media. E già questo per una federazione moderna non va bene. Il movimento femminile è abbandonato a sé stesso e se le Nazionali giovanili hanno stravinto tanto lo dobbiamo alla bravura degli allenatori incaricati e di tutti quelli che allenano le ragazze, ai quali però vengono sempre proposte scalate di montagne tipo Everest: il caso Villa della scorsa estate è esemplare. Alla giocatrice è stato di fatto impedito di giocare il Mondiale U19 per fare l'Europeo U20? Ma è uno scherzo dai...il campionato di A1 a 13 e la A2 a 28 squadre sono un lusso eccessivo per un movimento che non ha i numeri ed i soldi. Certo che la Senior non è competitiva poi. Ogni due anni il presidente cambia allenatore ed una giocatrice – la più forte - per averlo detto pubblicamente è stata fatta fuori dalla Nazionale. Ci sono regioni dove si fatica a fare campionati giovanili. E’ stata messa in piedi la B interregionale maschile che è cosa da urlo di Munch, alzati i parametri. Gli istruttori e gli allenatori non sono più così bravi, il livello scende ma il presidente dice che il movimento è in salute perché andiamo ai Mondiali da due edizioni consecutive (dopo l’allargamento dei partecipanti) ed abbiamo fatto un'Olimpiade dopo 18 anni. Il minimo sindacale direi. E su tutto il fatto che lui pensi che tutti quelli che non la pensano come lui sono nemici. I “nemici” ahimè sono altri come ci racconta la cronaca anche di questi giorni orribili. Qui si tratta di gente che la pensa in modo diverso e che chiede ascolto, fà proposte, ha idee, non vuole essere imbrogliata su cose evidenti.

L’elezione ultima per esempio. Candidato unico. Segno di un movimento debole certamente. Ma anche di un azzeramento totale delle opposizioni. Ecco cosa disse Petrucci - estratto da un Comunicato Stampa FIP riportato il 13 novembre 2020 da Basketitali.it qui - prima di essere nominato presidente: “Probabilmente, avrò deluso qualcuno in questi anni da presidente della FIP, ma è anche vero che da me ci si aspetta sempre tanto. Lo ammetto: non è stato facile, anche perché abbiamo fatto tante cose in questi anni. Vogliamo continuare e sognare in grande, perché, lo dico sempre alla mia famiglia, così come ai miei collaboratori, accontentarsi non serve: mi candido per un quadriennio che deve essere di cambiamento e rivoluzione. Sull’attività giovanile faremo un approfondimento con i tecnici e i dirigenti su reclutamento, formazione, sviluppo e investimento tecnico. Sulla scuola ci serve sostegno. Dovremo recuperare tesserati visto che la pandemia ha inciso negativamente. Sul vincolo sportivo, una parola che sembra desueta, la legge delega lo vorrebbe cambiare tutto, ma è fondamentale che le società che formano i giocatori abbiano dei ritorni economici. Lavoreremo per lo snellimento dei regolamenti. Come serve che lo Stato ci aiuti. Valga l’esempio della Francia, dove è proprio lo Stato ad offrire prestiti garantiti per dieci anni. Serve inoltre una revisione dei rapporti con gli Enti di promozione sportiva: hanno tante frecce al loro arco, ma su molte cose non ci troviamo d’accordo. Dobbiamo trovare una sintesi con un’attenzione maggiore alle nostre regole. Abbiamo una buona notizia: siamo fuori finalmente dall’elenco Istat dopo cinque anni di ricorsi vinti.

Il 2021 è l’anno del Centenario per la FIP. Pandemia permettendo, vogliamo festeggiarlo nel modo migliore. Dobbiamo recuperare i dieci milioni che abbiamo utilizzato per interventi tra aiuti alle società e tasse non riscosse. E poi ci sono i Giochi Olimpici. Nei prossimi mesi abbiamo i tornei di qualificazione per la Nazionale maschile e per la Nazionale 3×3 che sono obiettivamente difficili. Abbiamo l’obiettivo di tornare ai Giochi, ci mancano, perché la pallacanestro, è uno sport prettamente a cinque cerchi. “L’ottimismo è la fede delle rivoluzioni” ha detto lo scrittore francese Jacques Beauville. Noi dobbiamo avere ottimismo nei prossimi quattro anni”.

Eduardo: “Punto per punto su queste promesse, chiedo che qualcuno le dimostri realizzate o le smentisca ma in un caso e nell’altro con fatti e documenti, niente chiacchiere, parole o dichiarazioni ideologiche come fanno a via Vitorchiano se no stiamo punto e a capo. Solo due cose: il centenario della Fip è stato flagellato dal Covid ma qualcosa di buono si poteva fare. La rivoluzione invocata dal Presidente oggettivamente non s’è vista: o non sa che vuol dire rivoluzione. O ha parlato tanto per parlare. Personalmente non ho nulla contro Gianni Petrucci. Ma come dirigente ritengo che lui, e la classe dirigente che lo venera come un Dio, abbiano fatto il loro tempo. Grazie Francois a presto!”

Francois: “Grazie a te ed a prestissimo, promesso avrò altro da dirti. Paghi tu i caffè vero…?”