ABA League: Le "prime" provano lo strappo

La sintesi della sesta giornata di lega dei balcani
12.11.2019 08:00 di Marco Garbin   Vedi letture
B. Baron (Stella Rossa)
B. Baron (Stella Rossa)
© foto di Crvena Zvezda mts

La giornata che vede tutte le "big" vincenti si conclude in bellezza con la Stella Rossa che demolisce l'Igokea fra le mura amiche per 106:61! Billy Baron con una prestazione eccellente (19 punti, 2 rimbalzi e 9 assist) regola l'ex orogranata Mike Green e compagni, che si consolano parzialmente per l'arrivo di Dorell Wright che già aveva incantato la platea bosniaca nella passata stagione (27 punti di media nei 4 match giocati).
Il Partizan ci mette poco a leccarsi le ferite dopo la sconfitta subita in EuroCup dall'Umana Reyer e, senza eccessivi patemi, battere lo Zadar fanalino di coda.
Bottino pieno anche per il Cedevita Olimpija che ridimensiona i connazionali del Primorska Koper nella sua Bonifika Arena: il 60% dall'arco, insieme ad una grinta dimostrata fin dal primo minuto sono le carte che regalano al team della capitale la vittoria in un campo che si è rivelato tutt'altro che semplice.
Prova di forza anche da parte del Buducnost che piega il Cibona. I vice campioni in carica prendono il largo da subito e controllano il match sfruttando la loro superiorità tecnica e fisica.
A completare lo strike delle prime ecco la vittoria del FMP sul Mornar. Occhi puntati sul giovane Stefan Pot, che chiude con 17 punti, 7 rimbalzi e 6 assist.

Risultati:
FMP - Mornar 92:83; Zadar - Partizan 57:72; Buducnost - Cibona 87:64; Koper - Cedevita Olimpija 67:90; Krka - Mega 74:69; Stella Rossa - Igokea 106:61.

Classifica:
Buducnost, Cedevita Olimpija e FMP 11; Stella Rossa, Partizan e Koper 10; Mornar e Krka 9; Igokea, Cibona e Mega 7; Zadar 6.