Serie B - Gara aperta ad Avellino, dove la spunta la capolista Palestrina

26.01.2020 10:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Gara aperta ad Avellino, dove la spunta la capolista Palestrina

Avellino prova a ripartire sullo slancio della vittoria di mercoledì ma dopo alcuni minuti di botta e risposta Palestrina imprime un’accelerata. Il match scorre via molto rapidamente, gli arbitri non devono quasi mai intervenire per contatti fallosi, anche gli errori però condizionano il punteggio che si attesta sul 6-6. A questo punto il citato break ospite, con Rossi e Rischia protagonisti, 6-15 a tre minuti dalla mini-pausa. Non si muove foglia o quasi, per Palestrina digiuno fino alla sirena, mentre Avellino con quattro punti riesce a mettere una pezza.

Fuori Rischia preservato con due falli, al minuto 12 digiuno interrotto da Bartolozzi: 10-17. Male da tre Palestrina, non meglio a rimbalzo e diversi passaggi calibrati male, Ponticiello non può essere soddisfatto. Tiro identico di Bartolozzi per il +8, per lui anche il primo viaggio in lunetta che vale il 13-21. Avellino insiste sulla zona perché i tiratori prenestini hanno confezionato un 1/13 dall’arco che condiziona tutto l’andamento. Time-out Ponticiello sul -5 a 240 secondi dall’intervallo, parole convincenti per alzare l’intensità e la concentrazione, arrivano tre recuperi e punti facili: 16-28. Non riesce però a dare continuità e così a gestire il vantaggio acquisito, i biancoverdi si fanno nuovamente minacciosi e fortunatamente nella battaglia da tre innescata negli ultimi possessi Palestrina si libera del sortilegio colpendo con Cacace e Rischia: 28-36. 

Si riprende con un tiro libero di Rischia, il capitano e Bartolozzi sostengono la fuga di Palestrina in un secondo tempo che non è di certo più spettacolare di quanto finora ammirato. Punteggio che si conferma basso, il +14 conquistato è illusorio, Rajacic completa il break che dimezza lo svantaggio e costringe Ponticiello ad un’altra sospensione. Imbrigliata nuovamente la manovra arancio verde, a corto di soluzioni da fuori, Avellino riesce a portarsi sotto di soli due possessi. Qui un intercetto innesca Bianco che allunga il momento positivo e Palestrina sente ormai il fiato sul collo, adrenalina che non scalfisce Rossi capace di sbloccarsi da tre nel momento del bisogno. Quando il peggio sembra passato, da una rimessa per Palestrina giunge l’antisportivo di Thiam che manda in lunetta Avellino. Chance non sfruttata in pieno e così proprio Thiam può chiudere il quarto sul 45-50.

Ultimo quarto dello stesso stampo, Avellino a zona e Palestrina lenta nell’attaccarla. Riesce facile ad Ondo Mengue arrivare al ferro e così la Scandone è lì ad un’incollatura e con l’operazione sorpasso che Locci concretizza a quota 53. Pala Del Mauro impazzito che vede l’impresa ad un passo, Avellino ha falli da spendere Palestrina no. Parità con Rossi ma le idee sono confuse, Marzaioli fa 56-54 e Barsanti lancia Mastroianni ad appoggiare l’equilibrio massimo. Dopo aver visto l’inferno Palestrina riemerge con il carattere di Rischia che non rifiuta un delicato tiro da tre e realizza il 56-59 su rimbalzo strappato da Rossi. Dall’altra parte generosi tre liberi assegnati a Marzaioli ma il fato vuole che a segno ne vada solo uno e Palestrina si ritrova la chance di chiuderla ma perde un possesso banale prima di realizzare. Difesa perfetta sulla rimessa, dopo schema impartito da De Gennaro, e il bonus lontano non gioca a favore degli irpini. Servono tre falli sistematici per toccare la soglia e mandare in lunetta Mastroianni: 1/2 che lascia una piccolissima speranza, 1 secondo che non basta però per pescare il miracolo e la Citysightseeing festeggia due punti d’oro alla luce di una prestazione che raramente si è riproposta ai livelli abituali.

SCANDONE AVELLINO - CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 57-60

SCANDONE AVELLINO: Ondo Mengue 11, Del Regno ne, Genovese ne, Bianco 7, Cherubini 6, Scardino, Locci 9, Rajacic 9, Iovinella 6, Dushi 2, Marzaioli 7, De Leo ne. All. De Gennaro
CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Egwoh ne, Rischia 13, Rossi 12, Barsanti, Mennella, Mastroianni 7, Moretti ne, Thiam 2, Agbogan, Bartolozzi 17, Cacace 9, Cecconi ne. All. Ponticiello
Parziali: 10-15, 28-36, 45-50