A2 - Feli Pharma, battere Caserta per riprendere a sorridere

07.12.2019 17:31 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Feli Pharma, battere Caserta per riprendere a sorridere

Con o senza Folarin Campbell, la Feli Pharma deve mantenere inviolato il catino bollente dell’MF Palace. Contro Caserta, guidata da Nando Gentile, beh, non sarà affatto facile, anche perché quella bianconera è una delle compagini del momento, a maggior ragione dopo aver vinto quattro gare consecutive, andando ad espugnare campi ostici come Udine e Forlì, anche senza titolari del calibro di Allen e Cusin (anche domenica in dubbio).

All’MF Palace, domani pomeriggio (ore 18, diretta LNP PASS), ci vorrà un Kleb brutto, sporco e cattivo, per usare termini cari a coach Spiro Leka, che durante la settimana ha dovuto fare fronte all’assenza di Campbell, che dovrebbe non essere presente contro i campani, onde evitare pericolose ricadute. Il mondo biancazzurro non si piange addosso, anzi, ha lavorato forte affinchè chi andrà in campo dia il 110% delle possibilità. Contro il miglior attacco del torneo bisognerà difendere duramente, cosa che domenica scorsa a Imola è mancata per centrare il secondo colpaccio esterno della stagione dopo quello a Milano.

Battere Caserta per riprendere a sorridere, anche grazie all’apporto del pubblico, che mai come domani pomeriggio dovrà colorare il palace, per spingere alla vittoria capitan Fantoni e compagni, chiamati dall’ennesima gara tosta del campionato.

Le parole della vigilia di coach Spiro Leka – “Mi aspetto una gara dura, contro un’avversaria di qualità, che sta attraversando il miglior momento in stagione. Per battere Caserta servirà il Kleb migliore che si potrà avere, nonostante gli acciacchi e le difficoltà. Dobbiamo fare vedere che ci siamo, a Imola siamo mancati pure per colpe nostre. Contro Caserta dovremo ritornare brutti, sporchi e cattivi, affronteremo una compagine che ha qualità in più uomini, che non sto neanche a nominare. Pure senza due titolari come Allen e Cusin loro stanno vincendo e, paradossalmente, hanno trovato un equilibrio migliore. Campbell? Chi ci sarà deve avere in testa una cosa: dobbiamo ritornare a dare il massimo, cominciando dalla difesa, dallo sbucciarsi le ginocchia”.

Luca Vencato – “Affronteremo una compagine ricca di talento, anche perché ha la possibilità di fare molti canestri da fuori e anche con discreta continuità per la maggior parte dei giocatori. Contro Mantova era priva di due colonne portanti come Allen e Cusin. Avendo visto come Caserta ha vinto domenica scorsa, dico che per batterla dovremo limitare il loro tiro da fuori, arma che dovremo usare il più possibile a nostro vantaggio. Davanti al nostro pubblico dovremo pensare alla nostra gara, sia a livello offensivo, ma soprattutto a livello difensivo, per riscattare la prestazione incolore di domenica a Imola. Dobbiamo dare un’impronta, anche perché questo tipo di sfide in questo momento della stagione può essere un crocevia su che direzione possiamo prendere in questo campionato: domenica, vincere o perdere non farà solamente la differenza di due punti in più o meno in classifica, ma potrà fare davvero molto di più”.