NBA - La NBPA contraria a cominciare la stagione 2020-21 il 22 dicembre

29.10.2020 08:18 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - La NBPA contraria a cominciare la stagione 2020-21 il 22 dicembre

C'era un accordo tra NBA e NBPa per notificare l'avviso di rescissione dell'accordo di contrattazione collettiva e decidere l'inizio al 22 dicembre della nuova stagione 2020-21, ma il sindacato dei giocatori non avrebbe fretta, secondo la presidente Michele Roberts:

"Il sindacato e i giocatori stanno analizzando tutte le informazioni e non avranno fretta", ha detto Roberts a Shams Charania di The Athletic. “Abbiamo richiesto e stiamo ricevendo dati dalle parti coinvolte e lavoreremo su una controproposta il più rapidamente possibile. Non ho assolutamente motivo di credere che avremo una decisione entro venerdì. Non posso e non voglio considerare il venerdì come una data limite".

I giocatori lamentano la grande disponibilità verso la bolla di Orlando che li ha costretti a vivere lontano da casa per mesi e adesso vorrebbero recuperare mentre la NBA propone una stagione di 72 partite in mezzo alla pandemia COVID-19 in corso che sta peggiorando nella maggior parte degli Stati Uniti con partenza fra un mese, considerando i training camp.

“Ai giocatori viene ora chiesto di rimontare le valigie e di tornare al campo tra poco più di un mese" chiosa la Roberts. "La potenziale perdita di entrate costituisce in gran parte la base di questa proposta. Dalla sua ricezione una settimana fa, l'NBPA - come è nostra pratica - sta esaminando e valutando la proposta e la sua tesi sottostante. Lo faremo nel modo più rapido possibile. Il nostro obiettivo includerà anche un'analisi di eventuali implicazioni rilevanti per la salute e la sicurezza. Allo stesso tempo, affronteremo questi problemi con i nostri giocatori. E, mentre siamo tutti ansiosi di risolvere queste e altre questioni sostanziali in sospeso tra le parti, abbiamo in programma di procedere a un ritmo che offra ai nostri giocatori ampie opportunità per determinare il modo migliore per procedere". La partenza del 22 dicembre sembra davvero essere a rischio.