Cosa è e come funziona il Play-In della NBA

15.08.2020 18:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Cosa è e come funziona il Play-In della NBA

Al format della ripresa della stagione, la NBA ha aggiunto un Play-In: di cosa si tratta?

Le prime otto franchigie di ogni Conference giocano i playoff come ogni anno. Nella Western Conference, la #8 e la #9, ovvero Portland Trail Blazers e Memphis Grizzlies, disputeranno un Play-In. La #8, in questo caso i Trail Blazers, avrà bisogno di una singola vittoria per conquistare l'accesso ai playoff. Di conseguenza se Lillard e compagni vinceranno oggi alle 20:30 italiane, avranno automaticamente l'accesso ai playoff. Per i Memphis Grizzlies la strada è più in salita: servirà vincere la prima gara e poi anche una seconda, che eventualmente si disputerà il giorno dopo.

PERCHÉ NON C'È NELLA EASTERN? Il margine stabilito dalla NBA all'inizio della ripresa della stagione è di quattro vittorie di differenza dalla #8 alla #9. Nella Eastern Conference gli Orlando Magic, che sono ottavi, hanno ben 8 vittorie sopra la #9, ovvero i Wizards, che per potersi giocare un Play-In avrebbero avuto bisogno di un minimo di quattro vittorie di distanza dai Magic.

PERCHÉ SI GIOCA IL PLAY-IN? Alla base del nuovo format c'è l'impossibilità da parte della Lega di fare disputare a tutte le franchigie lo stesso numero di partite. Ad esempio, rispetto a Grizzlies e Trail Blazers, i Spurs hanno giocato dalle 2 alle 3 partite in meno in stagione. Questo perché la NBA ha fatto giocare lo stesso numero di gare (8) nella bolla di Orlando per ovvie esigenze legate alle tempistiche ed alla situazione generale. Di fatto la Lega ha tenuto conto quindi delle percentuali delle vittoria. I Trail Blazers hanno una vittoria in più rispetto ai Grizzlies, con però una partita in più disputata. Per questo Memphis ha bisogno di due successi.