A2 F - Non basta il buon secondo tempo, Elite si inchina alla vicecapolista

14.04.2019 21:13 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 F - Non basta il buon secondo tempo, Elite si inchina alla vicecapolista

Carispezia si conferma in ottima salute espugnando il Pala Colle La Salle e firmando la sesta vittoria consecutiva (decima vittoria di fila in trasferta), ma deve comunque faticare di fronte a una buona Elite, che sopratutto nel secondo tempo ha fatto vedere ottime cose in particolare in fase difensiva. A decidere la partita, a parte la scontata maggiore ‘consistenza’ generale delle liguri, la maggiore precisione al tiro e la superiorità sotto canestro (47 a 34 i rimbalzi, con una Olajide da 18+9).

LA CRONACA
Primi due punti per le ospiti, con una appoggio della Olajide, ma sul ribaltamento di fronte è una tripla di Marta Grattarola a firmare il primo e unico vantaggio Elite. Immediata la reazione delle bianconere liguri, che con un parziale di 8-2 si portano sul 5-10 costringendo coach Pasquinelli a chiamare il primo timeout. Che non porta i frutti sperati, perché La Spezia non si ferma e piazza un altro 5-0, con Elite che fa una fatica terribile a mettere punti a referto. Il +10 di fine primo quarto, specchio fedele di quanto visto in campo, al rientro si trasforma presto in +14 (15-29) con una magia di Lana Packovski e poi quasi inesorabilmente nel +19 di fine primo tempo, visto che il canovaccio della partita non cambia di una virgola. Al rientro in campo c’è subito un altro 6-0 per le spezzine, interrotto da un canestro della solita ottima Marta Grattarola (suoi 18 dei 44 punti totali della squadra) che inaugura una striscia di 8-4 per le giallonere che le riporta sul -21 (27-48). È buono il terzo quarto di Elite, almeno in difesa, visto che la vicecapolista per la prima volta fa fatica ad andare a canestro: non a caso al trentesimo il tabellone dice +17 per le ospiti, ovvero parziale chiuso sul 14-12 per le padrone di casa. Equilibrio iniziale anche nella frazione finale, prima che la Packovski decida di dare un‘accelerata delle sue guidando le ospiti fino al massimo vantaggio di +28 (37-65) con un parziale di 15-4, distacco che poi si assesta sul +24 finale.

IL COMMENTO DI COACH PASQUINELLI
“La gara non è andata come mi aspettavo, soprattutto per quanto riguarda l’approccio alla partita. Sapevamo che avremmo affrontato una squadra che ci è nettamente superiore, ma sinceramente mi attendevo un atteggiamento diverso. Probabilmente siamo scese in campo un po’ appesantite, stanche per il lavoro abbastanza pesante fatto in settimana. Archiviamo comunque questa partita e pensiamo a Savona e Athena: l’obiettivo sarà fare risultato cercando di migliorare le nostre prestazioni”.

ELITE BASKET ROMA-CESTISTICA SPEZZINA 44-68 (9-19, 19-38, 33-50)

Elite: Grattarola 18, Buscaglione 4, Introna, Di Stazio 4, Masic 10, Kolar, Magistri 6, Moretti 2, Chrysanthidou, Salvucci. Allenatore: Pasquinelli
Cestistica Spezzina: Packovski 17, Corradino 3, Templari 10, Tosi 4, Bini, Linguglossa 2, Mori 3, Sarni 11, Olajide 18, Gioan. Allenatore: Corsolini