EuroLeague - Il Khimki Moscow riprende gli allenamenti

22.03.2020 16:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
EuroLeague - Il Khimki Moscow riprende gli allenamenti

Pavel Astakkhov, GM del Khimki Moscow, ha rilasciato una dichiarazione in cui il club russo annuncia che riprenderà la preparazione della squadra in vista di una ripresa dei campionati cui è iscritta (EuroLeague e VTB League), contando anche sul fatto che gli americani sono rimasti in Russia.

Coronavirus. È difficile dire quante possibilità ci siano per ricominciare la stagione il 10 aprile. Non siamo dei e non possiamo prevedere il futuro. Tuttavia, con la diffusione del virus in Europa, la situazione sta peggiorando. Anche nel nostro paese, i focolai aumentano ogni giorno. Sia la VTB League che altre attività sportive seguono le istruzioni del Ministero dello Sport. Nessuno sa quando potremo giocare di nuovo.

VTB-League. Abbiamo già giocato 3/4 della competizione, quindi se fosse così, sarebbe logico che il Khimki diventasse il vincitore. Naturalmente c'è la possibilità che l'evento venga interrotto in modo permanente, ma chi parteciperà all'Eurolega? Come sarà fatto? E se la stagione si ferma, che dire degli sponsor? Ci chiederanno il rimborso. D'altra parte, se iniziamo non oltre il 15 aprile, c'è la possibilità che l'anno si concluda normalmente. Ma, di nuovo, vedremo cosa succede.

Stranieri. La situazione è complicata. Il Dipartimento di Stato americano ha rilasciato una dichiarazione secondo cui gli americani dovrebbero tornare al più presto, rimanendo fuori a loro rischio e pericolo. Chiaramente non li puniremo per averlo fatto. Hanno un contratto, ma d'altra parte non sono prigionieri. Ho avuto un incontro con gli americani e ho detto loro che era una loro scelta. Attendiamo i prossimi due o tre giorni per prendere una decisione. Chi partirà e chi rimarrà in Russia. Ma ho detto loro che gli stranieri non sono ammessi in Russia fino al 1° maggio. Quindi, se il campionato dovesse ricominciare a metà aprile, non saranno in grado di tornare.

Stipendi. Al momento la situazione è complicata. Il Khimki è un'organizzazione seria, rispetta i suoi obblighi, paga sempre i salari. Ma ora la situazione è complicata e non sai cosa accadrà. Tutti noi direttori generali di Eurolega stiamo parlando tra di noi e stiamo cercando di decidere come muoverci. Personalmente, vorrei che la stagione continuasse e tutto andasse per il verso giusto.