Champions League - Da Burgos il commento di Pozzecco e Spissu

10.03.2020 23:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Champions League - Da Burgos il commento di Pozzecco e Spissu

Dallaa sala stampa di Burgos arrivano i commenti di coach Gianmarco Pozzecco e del playmaker Marco Spissu

Il commento a caldo di coach Gianmarco Pozzecco: “Prima di tutto voglio congratularmi con Burgos che ha meritato di vincere giocando forte, con grinta: faccio le mie congratulazioni allo staff, alla squadra e a tutto il club che ha meritato di passare il turno. Ovviamente per noi non era semplice giocare, siamo arrivati due giorni fa e ci siamo trovati in difficoltà, chiusi in albergo, non sapendo cosa fare e preoccupati per quello che stava accadendo. Magari qualcuno non sapeva che situazione viviamo in Italia, in campionato abbiamo dovuto giocare senza pubblico, una scelta difficile che però è l’unica per garantire a tutti noi di essere protetti e in salute. Spero che adesso sia chiaro che purtroppo questa è l’unica via per uscirne e preservarci. Come saprete ieri eravamo vicinissimi a tornare a casa ma sono stati i miei giocatori che hanno deciso di restare e giocare la partita, per me è la dimostrazione del carattere dei che ragazzi ho la fortuna di allenare, sono molto orgoglioso di loro”.  

Sulla partita: “Abbiamo giocato un primo quarto perfetto con ottima energia e buone soluzioni offensive, poi Burgos ha alzato il quintetto con Clark da tre e Rivero mettendoci in difficoltà sia in attacco sia in difesa. Generalmente la nostra arma per annichilire l’avversario è andare dentro, nel primo tempo abbiamo costruito il vantaggio con tiri da fuori e giocate in postbasso, ma come loro hanno cambiato assetto abbiamo faticato a restare in partita e abbiamo perso lucidità”.

L’analisi di Marco Spissu: “Siamo partiti bene con grinta e una bella difesa tosta, poi abbiamo perso un po’ di energia. Non è una scusa ma per questa situazione non ci siamo allenati per due giorni, poi nel secondo tempo abbiamo perso inerzia, sciupando tiri aperti e perdendo troppi palloni in maniera stupida, perdendo fiducia a ogni possesso. Loro invece hanno trovato fiducia e canestri aperti, gestendo la partita e vincendo meritatamente. Mi voglio congratulare con Burgos per aver passato il turno”.