I tatuaggi di LeBron James utilizzabili da NBA2K

30.03.2020 20:02 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
I tatuaggi di LeBron James utilizzabili da NBA2K

Solid Oak Sketches, società che detiene i diritti di immagine dei tatuaggi sul corpo di LeBron James - per quanto incredibile possa sembrarvi - aveva intentato causa alla società di videogiochi Take-Two Interactive e alla sua sussidiaria 2K Games, che producono la serie di giochi sul basket NBA2K, per aver mostrato quei tatuaggi nei suoi giochi senza averne il diritto.

Solid Oak Sketches aveva chiesto 819.500 dollari come risarcimento per l'utilizzo già effettuato, e aveva proposto un accordo da 1,14 milioni di dollari per quelli futuri (qui). LeBron James si era schierato a favore della NBA2K. Tra i tatuaggi di James inclusi nella causa c'erano quelli chiamati "Child Portrait", "330 and Flames" e "Script with a Scroll, Clouds and Doves".

Citando l'analisi degli esperti a suo tempo chiamati, il giudice federale Manhattan Swain ha osservato che "solo dallo 0,000286% allo 0,000431% dei dati di gioco dell'NBA 2K è dedicato ai tatuaggi" che sono stati per lo più oscurati durante il gioco. 

Swain si è schierato con l'argomentazione di Take-Two secondo cui i tatuaggi erano utilizzabili perché non erano più i disegni degli artisti ma sono diventati parte della somiglianza dei giocatori. "Inoltre, i tatuaggi non sono presenti in nessuno dei materiali di marketing del gioco" ha aggiunto nella sentenza che ha respinto le richieste di Solid Oak Sketches.

Il giudice Swain ha poi incluso nell'elenco dei tatuaggi utilizzabili quelli di altri giocatori, come un tatuaggio "Wizard" sull'ex star dell'NBA Kenyon Martin e "Basketball with Stars and Script" sulla guardia di Milwaukee Bucks Eric Bledsoe .